Vietnam

Vietnam, cosa vedere e quando andare

Vietnam, cosa vedere e quando andare

Il Vietnam è uno dei Paesi più affascinanti del sud-est asiatico e una delle migliori destinazioni al mondo per trovare natura selvaggia e cultura millenaria. 

Grazie al suo incredibile insieme di paesaggi naturali e diversità culturale il Vietnam, offre un’esperienza di viaggio unica e memorabile grazie alla sua magica combinazione di bellezze naturali, metropoli convulse e cibo squisito che ne fanno una delle destinazioni in più rapida crescita di questa parte di mondo.

Vietnam, cosa vedere?

  • Ho Chi Minh 
  • Hue Halong Bay 
  • Phong Nha-Ke 
  • Bang National Park 
  • Hoi An 
  • Sapa 
  • Hanoi 
  • Nha Trang 
  • Delta del Mekong
  • Golden Bridge
  • Da Nang
  • Colline Ba Na 
  • Risaie a Tam Coc
  • Phu Quoc

golden-bridge

Il Vietnam sembra essere uno scrigno pieno di tesori da scoprire tra attrazioni turistiche di grande richiamo e percorsi fuori dai sentieri battuti con villaggi galleggianti, mercati vivaci, musei impressionanti, siti del patrimonio mondiale dell’UNESCO; foreste lussureggianti, montagne svettanti, monumenti storici e pagode, risaie tinte di ogni sfumatura di verde, imponenti isole calcaree e città piene di cose da fare per tutti i tipi di interesse.

Non mancano poi paradisiache spiagge di sabbia bianca come Phu Quoc,Mui Ne, Da Nang e Nha Trang una delle migliori destinazioni balneari e siti di immersioni subacquee del Vietnam con una lunga distesa di sabbia di a forma di mezzaluna lambita da acque turchesi sullo sfondo di una montagna e sorgenti termali nelle vicinanze, le torri di Po Nagar Cham nel centro della città e una funivia che attraversa il mare per l’isola di Hon Tre.

Come un complesso mosaico composto da tanti tasselli diversi il Vietnam va esplorato a fondo e lentamente per incontrare la sua popolazione multiculturale con oltre 50 gruppi di minoranze etniche e il suo patrimonio naturale con escursioni nei suoi parchi nazionali, in sella alla motocicletta tra strade di campagna, con gite in barca per ammirare dal mare lo spettacolare paesaggio della baia di Halong o la splendida natura del delta del fiume Mekong a sud o perdendosi nelle tentacolari strade di Hoi An, Ho Chi Minh City che brulicano di vita e offrono ampie opportunità di assaggiare le gustose specialità culinarie nazionali come la zuppa di spaghetti di riso (pho), gnocchi fritti croccanti (cha gio) e panini banh mi.

hoi-an

La storica città di Hue invece è Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, con la Cittadella del XIX secolo, conosciuta anche come la Città Imperiale, un’area murata circondata da un fossato e piena di palazzi, santuari, giardini panoramici e la Città Purpurea Proibita.

Per la sua caratteristica forma stretta e allungata ci sono differenze evidenti tra le regioni settentrionali e meridionali del paese, dalla capitale settentrionale di Hanoi, dove spicca l’architettura europea, a Da Nang, una nota zona turistica nel Vietnam centrale, a Ho Chi Minh, la più grande città commerciale del sud del paese, ogni regione è piena di eccitanti opportunità di esplorazione. 

La regione settentrionale di Sapa è rinomata per l’escursionismo, la maestosa catena di isole della baia di Ha Long è uno dei luoghi più belli del mondo per i subacquei e i fotografi, così come l’incredibile Ponte d’oro nella provincia di Da Nang, il luogo più fotografato del paese per la sua forma unica, un sentiero lungo 150 metri sospeso in alto sopra la splendida vegetazione delle colline Ba Na sorretto da due enormi mani di pietra.

Il periodo migliore per visitare il Vietnam

In generale uno dei periodi migliori per visitare il Vietnam è quello che corrisponde alla stagione secca, al riparo dalle piogge monsoniche, che dura da dicembre a febbraio.

La primavera locale che va da febbraio ad aprile e con l’autunno da agosto a ottobre quando le temperature sono più moderate e le precipitazioni più leggere. A causa della diversità naturale ed ecologica del paese, tuttavia, è difficile indicare un mese o una stagione particolare per visitare il Vietnam. Quindi, il periodo migliore per visitare in realtà varia con i vari luoghi sparsi nel paese.

ll periodo di punta dell’anno per viaggiare va da dicembre a gennaio, la prima metà di febbraio, la seconda metà di marzo e aprile. I visitatori internazionali in Vietnam rendono i mesi da novembre ad aprile l’alta stagione turistica, in particolare a dicembre, mese di punta, che fa aumentare i prezzi dei servizi di viaggio del 10% o più.  

Per risparmiare qualcosa meglio puntare alla bassa stagione turistica tra aprile e ottobre. I mesi che generalmente prevedono tariffe più economiche sono aprile e settembre.

Tempo di festival

Il Vietnam vanta una cultura vivace con 54 gruppi etnici e 7966 festival, la maggior parte dei quali si svolgono all’inizio dell’anno. Questi sono i 5 migliori festival e tempo per divertirsi come il Tet Nguyen Dan la festa tradizionale più importante dell’anno che si tiene a febbraio, la Festa di metà autunno il più grande festival vietnamita per bambini dell’anno tra fine settembre e inizio ottobre, Il Festival delle Lanterne della Luna Piena di Hoi An e il Giorno dell’Indipendenza il 2 settembre.

Vietnam on the road

Uno dei modi più avventurosi e spettacolari di esplorare il Vietnam è quello di farlo on the road in sella ad una moto. Attraversare le lunghe pianure vietnamite in moto è diventato uno stile di viaggio iconico sia per entrare nelle caotiche città di Hanoi e Chi Minh, sia per vedere i suggestivi scenari del nord che per ammirare viste epiche sull’oceano dall’ Hai Van Pass, la strada che va da Hoi An e Hue.

Per iniziare il tour alla scoperta di questo fantastico paese partiamo dal nord e dalla sua vibrante e caotica capitale: Hanoi, la seconda città più grande del paese. Le sue strade labirintiche pullulano di bici e motociclette in un contesto tanto affascinante quanto confusionario tra tesori architettonici, fatiscenti palazzi coloniali francesi, edifici religiosi come la Cattedrale di San Giuseppe, il Tempio della Letteratura in stile cinese e la Pagoda buddista di Tran Quoc. La sua inquieta storia millenaria è testimoniata in luoghi come la prigione di Hoa Lo, il Museo delle donne del Vietnam e il mausoleo del venerato leader rivoluzionario del Vietnam Ho Chi Minh e il suo complesso presidenziale con un grande palazzo giallo e una tradizionale palafitta di legno. Al tramonto si può fare una passeggiata intorno al tranquillo lago Hoan Kiem, popolare luogo di ritrovo e assistere ad uno spettacolo di marionette sull’acqua, antica forma d’arte  originaria della regione del delta del fiume Rosso.

Nel centro del paese troviamo i viali alberati che adornano la città di Hoi An, un antico porto coloniale risalente al XVI secolo. La città è stata designata un sito dell’UNESCO per la sua fusione unica e ben conservata di case mercantili cinesi, templi incastonati tra edifici francesi color pastello e un ponte giapponese decorato. Avvolte nella sua atmosfera tranquilla Hoi An custodisce molte attrazioni turistiche con strade ideali per lo shopping di artigianato tradizionale, vestiti su misura e prodotti alimentari. Quando il sole tramonta, gli edifici gialli lungo il fiume sono illuminati da lanterne colorate che creano un ambiente straordinario per una cena tipica. Non lontano dal centro urbano inoltre è possibile rilassarsi su alcune magnifiche e popolari spiagge di sabbia fina come Cua Dai e la tranquilla An Bang.

Continuando verso sud arriviamo a Saigon anche nota come Ho Chi Minh City,  la città più grande del Vietnam e la capitale economica del paese. Divisa in 24 distretti, Saigon era un tempo un importante porto marittimo mentre oggi è una metropoli moderna piena di bar, club, ristoranti e palazzi moderni affiancati da antichi edifici francesi come la cattedrale di Notre Dame, pagode cinesi, templi decorativi e musei. Non mancano poi parchi alberati o punti di shopping come il vasto mercato di Ben Thanh e il mercato dei fiori di Ho Thi Ky. Saigon è anche il luogo per conoscere più da vicino la drammatica storia recente del paese e in particolare della guerra che lo ha insanguinato nel secolo scorso visitando posti come l’emozionante Museo dei resti della guerra e il Palazzo della Riunificazione oppure calandosi dentro ai claustrofobici tunnel di Cu Chi dei Vietcong e conoscere le trappole esplosive che usavano per respingere i soldati americani.

Passando dalla moto alla barca il Vietnam offre numerose e impressionati opportunità di esplorazione sull’acqua, navigando in luoghi carichi di suggestioni e storie.

Crociera nella baia di Halong

halong-bay

Nella zona nord-orientale del Vietnam e in particolare nella Provincia di Quang Ninh, si trova uno dei paesaggi naturali di maggior fascino del paese: la baia di Halong, votata patrimonio mondiale dell’UNESCO e una delle nuove sette meraviglie del mondo. 

Con una suggestiva crociera a bordo di un’imbarcazione tradizionale si può navigare sulle acque placide della baia e ammirare un contesto naturale mozzafiato composto da migliaia di rocce calcaree secolari, formazioni rocciose uniche come l’isolotto Dinh Huong, tanto noto da comparire sulla banconota da 200.000 Dong vietnamiti e ancora grotte spettacolari come Sung Sot, la Grotta Incredibile che ha enormi camere ed è piena di stalagmiti e stalattiti secolari, isole ricoperte di foreste, spiagge sabbiose e punti panoramici sulle montagne. La crociera tocca anche quattro villaggi galleggianti e la grande isola di Cat Ba con le sue spiagge dorate, un parco nazionale e un fortino francese.

Risaie a Tam Coc

risaie-tam-coc

Sulle acque dei fiumi della Provincia di Ninh Binh si trovano invece le variopinte risaie galleggianti di Tam Coc, con un’escursione lungo il fiume attraverso le tre famose grotte da cui prende il nome Tam Coc si  incontrano commercianti locali su barche di legno e pescatori che raccolgono gamberetti in una cornice di contrati cromatici tra il verde delle risaie e il bianco delle montagne calcaree. 

Per avere una veduta aerea di questo paesaggio unico, si può arrivare fino alla grotta di Mua e poi proseguire verso i templi rupestri della Pagoda di Bich Dong. Più lontano si trova Bai Dinh, il più grande complesso di templi buddisti del paese e le rovine di una delle ex capitali del Vietnam, Hoa Lu, mentre nella vicina vallata si può visitare , Cuc Phuong parco nazionale più antico del Vietnam con il suo tesoro unico di flora e fauna.

Mercati galleggianti sul delta del Mekong

mekong_1

Scendendo verso la parte meridionale dl Vietnam non si può mancare una visita presso i mercati galleggianti sul delta del Mekong, un’area fertile di canali e lussureggianti risaie verdi dove Le barche sono il mezzo di trasporto principale. In questo labirinto di fiumi, isole e paludi ci si immerge in un paesaggio suggestivo tra villaggi lungo il fiume, antiche pagode e frutteti da visitare tra agricoltori, pescatori e le botteghe artigiane che costellano i numerosi mercati galleggianti.

Ancora in acqua ma stavolta in navigazione lontano dalla terra ferma si può raggiungere la magnifica isola a Phu Quoc al largo della costa del Vietnam meridionale. Diventata rapidamente una delle destinazioni di maggior richiamo del paese, l’isola di Phu Quoc è ricoperta di giungla e palme che punteggiano baie paradisiache di sabbia bianca e acque cristalline brulicanti di barriere coralline e vita marina ideali per suggestive immersioni sottomarine. La spiaggia più conosciuta è quella di Long Beach con una lunga distesa di sabbia dove rilassarsi mentre la cima del Monte Chua, il punto più alto dell’isola regala un panorama mozzafiato. Gran parte del territorio isolano è all’interno del Parco Nazionale di Phu Quoc, un’area protetta ricca di biodiversità da esplorare con escursioni nella giungla.

Sapa

sapa

Parlando di escursioni non si può infine non citare la città di montagna di Sapa nell’estremo nord del Vietnam, vicino al confine cinese dove cimentarsi in percorsi di trekking lungo i sentieri che attraversano profonde terrazze di foreste di riso e bambù e villaggi delle tribù delle colline. Grazie alla sua posizione in cima a una profonda valle circondata da montagne ha reso Sapa una mecca turistica che offre viste magnifiche delle terrazze di riso e delle cime innevate del Fansipan, la montagna più alta del Vietnam. 

La vera bellezza di Sapa risiede però nella campagna circostante, dove si trovano ancora villaggi di tribù di colline rurali, scalinate di riso, cascate e foreste.

Spiagge del Vietnam

  • Mui Ne
  • Phu Cuoc
  • Bai Ky Co
  • Bai Bac
  • Bai Nam 
  • Doc Let
  • Minh Chau
  • Lang Co Beach
  • Nhat Le Beach
  • China Beach
  • Sam Son
  • Con Dao
  • Bai Truong

 

Mappa e cartina

Riproduzione riservata