Idee di viaggio

Quando andare a Zanzibar? Cosa Vedere e Come Arrivare

Guida a cosa vedere e come arrivare a Zanzibar

Zanzibar MARE Shutterstock
5/5

Zanzibar è un arcipelago della Tanzania, nell’Africa Orientale, famoso per le sue spiagge bianche e il mare turchese.

La sua isola principale, Unguja, viene comunemente chiamata Zanzibar, ma, oltre ad alcune isolette minori, c’è anche Pemba, luoghi di relax e vacanze dai colori accesi e i profumi di spezie. Cosa dovete sapere su Zanzibar? Ecco la nostra guida.

LEGGI ANCHE: OFFERTE VACANZE 2021

Cosa vedere a Zanzibar

Citando Zanzibar vengono subito in mente spiagge di sabbia finissima e mare cristallino. In realtà questa è solo una parte dell’esperienza indimenticabile che regala una vacanza nell’arcipelago della Tanzania.

Questi luoghi infatti sono ricchi di storia e cultura, profumi e colori, sorrisi e accoglienza. Non è raro infatti ritrovarsi a chiacchierare con gente del luogo o essere accolti da bimbi con sorrisi indimenticabili. Vi stupirà forse, ma troverete forte l’influenza indiana e orientale, soprattutto tra le strade della città di Stone Town, questo perché Zanzibar è un punto importante nei commerci tra Asia e Africa.

  • Stone Town

Tra un bagno di sole e l’altro, Stone Town merita sicuramente una visita. Il dedalo di viuzze che la forma ha uno stile che, come abbiamo detto, è un mix tra quello arabo e quello indiano. Le innumerevoli influenze straniere hanno modellato e cambiato la città a livello sia architettonico che culturale. Stone Town infatti è passata da essere un Sultanato dell’Oman a un protettorato britannico, per poi unirsi nel 1964 alla Tanzania. Visitate le moschee, fate un giro al Mercato delle Spezie, divertitevi ad ammirare le aste del pesce e i prodotti alimentari colorati e bizzarri dell’isola, o ad acquistare souvenir, in particolare i sandali in pelle fatti a mano di Surti & Sons, un’istituzione dell’isola. Non perdete poi la House of Wanders, o Casa delle Meraviglie, uno dei più importanti edifici storici di Zanzibar, l’Old Fort, il Forte arabo, e, se siete interessati, la casa nativa di Freddie Mercury.

  • La spiaggia di Nungwi

Se cercate mare meraviglioso siete nel posto giusto. Segnatevi di fare una tappa alla spiaggia di Nungwi, nel punto più a nord di Unguja, dove godere di bagni e nuotate. È uno dei pochi luoghi che infatti non sono soggetti al fenomeno delle maree. E se rimanete fino a sera potrete ammirare tramonti dai colori spettacolari, che virano dal rosa all’arancione. Da questa spiaggia ogni mattina partono molti dhow, le imbarcazioni tipiche di Zanzibar, verso l’isola di Mnemba e la sua barriera corallina. I colori anche qui sono altrettanto emozionanti: il turchese del mare e del cielo contrasta con il bianco della sabbia. I tour prevedono pranzo di pesce in barca e la possibilità di immergersi con maschera e pinne. 

Lungo la spiaggia si può raggiungere anche il Nungwi Mnarani Aquarium, una laguna che ospita e protegge le tartarughe marine dai predatori e aiuta a ripopolare la specie. Ogni anno a febbraio c’è il giorno in cui i piccoli esemplari vengono liberati in mare.

  • Le maree a Matemwe

Un luogo che cambia aspetto ogni giorno: è Matemwe, una grande distesa di sabbia che permette di passeggiare proprio in mezzo al mare. Ogni sei ore infatti cambiano le maree e il livello dell’acqua, alzandosi e abbassandosi, mostra paesaggi sempre diversi. Quando l’acqua è più bassa è possibile scoprire coralli, stelle marine e meravigliose conchiglie, oltre a rilassarsi camminando o prendendo il sole in piccole e basse piscine naturali. 

  • Nakupenda Beach

La spiaggia di Nakupenda è su un atollo definito l'isola che non c'è. Questo perché si tratta di una lingua di sabbia che scompare durante l’alta marea. Anche qui troverete sabbia bianca e acqua cristallina. 

  • Prison Island

È conosciuta anche come Changuu e si tratta di una piccola isola dell’arcipelago a circa 20 minuti di distanza dal porto di Stone Town che ospita il Parco zoologico delle tartarughe giganti. Sono centinaia! Prison Island si può raggiungere con escursioni organizzate che prevedono anche dello snorkeling. 

  • Jozani Forest

Il Parco Nazionale di Jozani Chwaka Bay è la casa di una scimmia chiamata colobo rosso, presente solo qui in tutto il mondo. Si trova nella zona dell’entroterra di Zanzibar: si passeggia su una passerella di legno sospesa circondati dalle mangrovie con lo sguardo agli alberi alla ricerca delle scimmie. 

  • Visitare una spice farm

Letteralmente “fattoria di spezie”, le spice farms sono luoghi molto particolari a Zanzibar dove, attraverso un tour guidato, potrete scoprire tutti i segreti delle spezie e delle erbe aromatiche, tra profumi e colori che esistono solo qui.  

  • Pranzare al The Rock Restaurant

Uno dei ristoranti più particolari che avrete mai visto. È costruito sopra una roccia in mezzo al mare ed è raggiungibile a piedi se c’è bassa marea o con una piccola imbarcazione in legno quando è alta. Nella parte posteriore della roccia si trova una meravigliosa terrazza circondata dal mare con un panorama da favola. 

Clima a Zanzibar: Quando andare?

A Zanzibar il clima è tropicale e non c’è una grossa escursione termica, trovandosi poco più a sud dell’equatore. La temperatura minima non scende quasi mai sotto i 20°C, fino ad arrivare a momenti di caldo secco e intenso, con punte massime che variano dai 29°C ai 32°C. Il periodo ideale per programmare una vacanza a Zanzibar è il nostro inverno, tra dicembre e febbraio, anche per scappare dal freddo italiano, oppure l’estate, da luglio a settembre. I restanti mesi sono quelli in cui è più probabile imbattersi nelle piogge: evitate dunque marzo, aprile e maggio. L’acqua del mare invece è sempre piacevole, con temperature che si aggirano attorno ai 26°C.

Come raggiungere Zanzibar

Zanzibar è una meta piuttosto gettonata per gli italiani ed è facile raggiungerla. L’aeroporto si trova nella capitale Stone Town, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, e da lì è possibile raggiungere le varie località di mare dell’isola.

Chi desidera risparmiare solitamente invece acquista un volo per Dar es Salaam, una città sulla costa della Tanzania, e prende poi un traghetto per raggiungere Stone Town in circa due ore. 

Offerte

Ci sono numerosi pacchetti volo+hotel per raggiungere Zanzibar ma potrete anche scegiiere di organizzare la vacanza da soli, cercando il volo più convieniente e scegliendo soggiorni, bungalow in zone non troppo turistiche. Per risparmiare sul prezzo del biglietto potrete scegliere di volare a Dar es Salaam. Tra le migliori offerte su google Flight segnaliamo 

  • Ethiopian a partire da 561 euro a marzo 
  • Blue Panorama da 697 ruto 
  • Neos da 840 euro

 

Mappa

Autore: Paola Toia