New York

Cosa vedere a New York: attrazioni, luoghi e cose da fare

New York, cosa vedere e quando andare? Ecco la guida completa alla Grande Mela

Capitolo Primo: adorava New York, la mitizzava smisuratamente, per lui in qualunque stagione questa era ancora una città che esisteva in bianco e nero e trovava vigore nel febbrile andirivieni della folla e del traffico.

Per lui New York significava belle donne e tipi in gamba che apparivano rotti a qualsiasi navigazione, una metafora della decadenza della cultura contemporanea. New York era la sua città e lo sarebbe sempre stata.

New York

New York attrazioni

Le parole d’amore che aprono Manhattan, il film manifesto di Woody Allen sono la migliore introduzione possibile per una città che appartiene all’immaginario collettivo mondiale, New York il luogo dove tutto diventa possibile, dove l’immaginazione più sfrenata si accavalla alla realtà spietata, città di contrasti di sogni e illusioni, dove tutto gira vorticosamente intorno.

Un luogo che non conosce sentimenti tiepidi o intermedi, dove ti sembra di essere sempre stato anche se la vedi per la prima volta e allo stesso tempo ti sorprende a ogni passo, come l’amore di una vita.

Pochi posti al mondo sono circondati da un’aurea così potente e mitologica come New York City, un palcoscenico così ricco di attrazioni e cose da fare che regala opzioni incredibili ogni giorno con la possibilità di sperimentare le cose migliori e più nuove nel mondo dell’arte, del teatro, della musica, della cucina proveniente da tutto il mondo, dove anche solo passeggiare per strada, (rigorosamente a passo spedito) ti fa sentire parte di un mondo variegato e fluido.

New York è una città mondo così grande e così varia che è difficile da conoscere fino in fondo sperimentando tutte le cose straordinarie che ha da offrire in una vita sola, con grandi musei, siti storici, parchi, università, edifici dall’architettura iconica, spiagge, isole, funivie e l’atmosfera distintiva che caratterizza in modo peculiare ogni diverso distretto.

Cosa vedere a New York

  • The Metropolitan Museum of Art
  • Central Park
  • National 9/11 Memorial and Museum
  • Empire State Building
  • Statua della Libertà
  • The Museum of Modern Art (MoMA)
  • Rockefeller Center
  • Brooklyn Bridge
  • Broadway
  • One World Trade Center Observatory
  • High Line
  • Staten Island Ferry
  • Times Square
  • Grand Central Terminal
  • Top of the Rock
  • Guggenheim Museum
  • New York Public Library
  • Bryant Park
  • Ellis Island National Museum of Immigration
  • Fifth Avenue
  • Metropolitan Opera House
  • Tenement Museum
  • Brooklyn Heights
  • Coney Island
  • Prospect Park
  • Battery Park
  • Greenwich Village
  • Whitney Museum of American Art
  • Flatiron Building
  • Union Square
  • American Museum of Natural History
  • Washington Square Park
  • Madison Square Garden
  • Radio City Music Hall
  • St Patrick’s Cathedral
  • SoHo
  • Chelsea
  • United Nations
  • Brooklyn Bridge Park
  • New York Botanical Garden
  • Chrysler Building
  • Yankee Stadium
  • Chelsea Market
  • Bronx Zoo
  • Chinatown
  • South Street Seaport
New York

Viste panoramiche e passeggiate iconiche

Il primo istintivo movimento da fare per le strade di New York è alzare la testa al cielo e ammirare un ininterrotto profilo irregolare di sagome di imponenti grattacieli che disegnano uno dei panorami più famosi al mondo.

Un paesaggio urbano in cui spiccano le cime di edifici mitici come l’Empire State Building, il Chrysler Building, il Top of the Rock al Rockefeller center oppure guardare lo skyline della città da uno dei suoi nuovi punti di osservazione come The Edge at Hudson Yards, nel West Side di Manhattan, la piattaforma di osservazione all’aperto più alta posta al 100° e al 101° piano di un grattacielo, Summit One Vanderbilt che domina la Grand Central Station con un ponte di osservazione rivestito di specchi che affaccia sul cuore di Manhattan.

Molti di questi scorci e altri si incontrano, praticamente dietro ogni angolo, semplicemente camminando sui marciapiedi della città, il punto di vista migliore su uno spettacolo itinerante e in continua evoluzione.

Nonostante le sue dimensioni, gran parte di New York si può esplorare a piedi anche grazie alla ramificata rete di linee metropolitane che arrivano in ogni quadrante e restano in servizio h24.

Una delle passeggiate più simboliche in assoluto è quella da o verso Brooklyn attraverso il ponte di Brooklyn che regala la sensazione di trovarsi al centro del mondo, nella scena di un film o esattamente nel luogo in cui si vorrebbe stare.

Più tranquillo e rilassante è invece il percorso dedicato sulla High Line, una linea ferroviaria sopraelevata abbandonata costruita sopra la zona di Chelsea oggi trasformata in un parco pubblico con punti di osservazione e piante.

Uno dei luoghi più iconici del mondo, Times Square è un fulcro costante di eccitazione con una moltitudine di negozi e ristoranti e luci mai spente.

Girovagare tra le strade di Broadway e magari assistere a uno dei fantastici spettacoli di musical è una delle attività più gettonate prima di stare fuori fino a tardi continuando ad esplorare una città che cambia volto dopo il tramonto, fermandosi a bere in un bar e socializzando con degli sconosciuti per piacevoli conversazioni improvvisate.

Si può passeggiare sulla 5th avenue nel cuore lussuoso di Manhattan, tra le giostre e i baracchini di freaks sulla spiaggia di Coney island, nel quartiere alternativo del Lower est side o sull’isoletta piena di storia di Ellis Island per scoprire il luogo in cui sono sbarcati tanti dei nostri antenati in cerca di fortuna nel “Nuovo Mondo” e approfittare per avere un punto di osservazione speciale sulla Statua della Libertà.

Prince Street nel quartiere di SoHo si estende per 10 isolati, da Bowery a MacDougal, pieni di atmosfera e storia. La passeggiata conduce all’antica cattedrale di San Patrizio, la prima cattedrale della città, e al suo splendido vecchio muro di mattoni. A pochi passi a ovest c’è McNally Jackson, una meravigliosa libreria indipendente.

I 5 DISTRETTI DI NEW YORK CITY

New York è composta da cinque aree principali o “distretti” (boroughs), alcuni separati da fiumi e collegati tramite traghetti o ponti: Manhattan, Brooklyn, Queens, Staten Island e il Bronx, ciascuno dei cinque distretti contiene dozzine di quartieri con la propria atmosfera, esperienze e paesaggi.

MANHATTAN

Strade a griglia, grattacieli, musei, taxi gialli, Central Park, Manhattan è il cuore pulsante di New York, un’isola stretta al centro dei cinque distretti che ospita tanti piccoli quartieri diversi tra loro per tenore di vita, atmosfera e abitanti.

Vivace, affollata e ricca di nuove cose da vedere e sperimentare dietro ogni angolo, Manhattan è la zona più frenetica e vivace della città di cui è diventata la parte più rappresentativa e riconoscibile.

Tanti sono i suoi quartieri che hanno acquisito fama internazionale e che meritano di essere esplorati block dopo block come il Greenwich Village sede della New York University e del Washington Square Park, con tanti ottimi ristoranti e bar frequentati da personaggi eccentrici.

Il Greenwich Village è facilmente raggiungibile a piedi con un breve tragitto sia per il centro cittadino che per il Financial District.  

Chinatown sempre gremita di persone tra negozi di ogni genere è un piccolo angolo di Cina nel centro città, l’Upper East Side con le lussuose vetrine di Madison, le storiche case a schiera nelle strade laterali della Fifth Avenue, la serie di incredibili musei come il Metropolitan Museum of Art e il Guggenheim Museum e il grande palazzo di vetro sede delle Nazioni Unite.

Dal lato opposto, quello ovest di Central Park, l’Upper West Side ospita alcuni degli immobili più belli della città tra Central Park a est e Riverside Park a ovest, l’UWS ha il fascino eterno della vecchia Manhattan con l’architettura prebellica e viste mozzafiato sul parco.

Harlem nella parte nord di Manhattan abbonda di dimore storiche di grande bellezza architettonica e di uno spirito locale unico che si respira nelle strade e nei teatri e nelle chiese del quartiere.

Soho e Chelsea sono tra i quartieri più vivaci, esclusivi e artistici in città. Le due aree sono disseminata di boutique di lusso, catene di negozi di stilisti e alcuni dei luoghi più alla moda di New York, gallerie d’arte, ristoranti di lusso tra palazzi in mattoncini con le caratteristiche scale antincendio esterne.

Nel cuore del distretto finanziario Tribeca è una delle parti più belle e comode di Ny per arrivare quasi ovunque a Manhattan e ben collegata con Brooklyn.

Financial District

Siamo nella parte sud di Manhattan che da facile accesso a Brooklyn, Staten Island e al resto della città.

Le attrazioni nelle vicinanze includono Wall Street, le statue del Toro in carica e della Fearless Girl, la Statua della Libertà, Battery Park, Staten Island Ferry, il World Trade Center, il 9/11 Memorial

Parchi di New York

Central Park

Tra grattacieli, musei, palazzi e strade a griglia Manhattan ospita anche dei sorprendenti spazi verdi che danno respiro e rifugio dal caos della città.

Central Park è il più famoso con quasi 700 acri di verde a forma di grande rettangolo dentro i quali si incontrano viali alberati, un teatro, uno zoo, parchi giochi, sculture e fontane, un lago navigabile, ponti, scoiattoli e scorci da cartolina in ogni stagione dell’anno.

Il grande spazio verde di Washington Square Park (al centro del Greenwich Village) è luogo di ritrovo di musicisti e artisti, mentre la pista di pattinaggio di Bryant Park è una delle attrazioni più affollate in inverno.

A Chelsea, Little Island al Pier 55 è stata aperta nel 2021 come parte del programma di rigenerazione dell’Hudson River Park progettato per creare uno spazio comunitario che ospita concerti gratuiti, esposizioni artistiche e eventi di varia natura.

BROOKLYN

Situato a ovest di Manhattan e raggiungibile anche a piedi attraversando l’omonimo ponte, Brooklyn è l’alter ego di Manhattan dove trovano la loro dimensione famiglie benestanti e hipster all’avanguardia delle mode.

Brooklyn è il centro dell’influenza della cultura di strada ma con un’atmosfera più rilassata rispetto a Manhattan. Sede di splendidi parchi e luoghi di cultura, i quartieri di Brooklyn offrono un po’ più di respiro e spazio da godere con una passeggiata all’interno di Prospect Park, visitando il Brooklyn Museum, o puntando verso sud fino alla grande spiaggia, al parco divertimenti, all’acquario, ai baracchini di hot dog famosi di Coney Island.

Il primo vero quartiere storico designato a New York City nasce proprio in questo distretto col nome di Brooklyn Heights tra blocchi di case a schiera, brownstone e palazzi del XIX secolo che si incontrano lungo una passeggiata che regala la migliore vista in assoluto dello skyline di Manhattan e del porto di New York dal famoso lungomare di Heights.

Una volta mecca per artisti in difficoltà e giovani creativi, Williamsburg è diventato un quartiere vivace e tra i più ambiti a livello abitativo con una fiorente scena artistica, musicale e di subculture urbane.

Prospect Park è per molti versi il Central Park di Brooklyn con grandi prati ideali per fare picnic, sentieri alberati e un lago pittoresco, una giostra, uno zoo, campi da basket e da tennis e una strada ad anello di popolare tra sportivi e ciclisti.

Park Slope e Prospect Heights: situati a ovest a nord del Prospect Park, sono due quartieri che ospitano molte famiglie giovani e professionisti che vivono circondati da splendidi spazi verdi e luoghi come Union Hall e Barclays Center.

IL BRONX

Il Bronx è un altro dei distretti che già dal solo nome evoca una lunga serie di rimandi e immagini viste in molteplici film. Casa della squadra di baseball dei New York Yankees, è la culla natia dell’hip hop e vanta il parco più grande della città.

Situato a nord di Manhattan sul fiume Harlem, il Bronx offre numerose attrazioni, tra cui il Pelham Bay Park, lo zoo del Bronx, lo Yankee Stadium e tante opportunità per vivere la cultura in spazi meno conosciuti ma di grande valore anche sociale come, ad esempio, avviene verso Arthur Avenue, la Little Italy del Bronx, molto più autentica di quella di Manhattan. ll Bronx ospita anche la maggior parte dei parchi pubblici di qualsiasi distretto e la magnifica New York Botanical Garden.

Tra i quartieri da esplorare troviamo l’area studentesca di Fordham, nella zona che circonda la Fordham University, dove si trova anche l’Edgar Allen Poe Cottage e il New York Botanical Garden.

Riverdale: uno dei quartieri più esclusivi del Bronx, con strade alberate e tipiche case in pietra dette brownstones, mentre South Bronx è la zona dello shopping dello Yankee Stadium e del Bronx Documentary Center e anche delle strade e dei luoghi chiave della nascita dell’hip hop.

Queens

Il Queens è il distretto più orientale di New York City e geograficamente il più esteso dei cinque. Con un’atmosfera rilassata e suburbana, i quartieri del Queens sono meno appariscenti ma comunque ricchi di attrazioni e diversità culturali da scoprire tra cibo etnico e concerti di ogni genere di musica.

Vasta è anche la sua gamma di musei interessanti come il Queens Museum, il Louis Armstrong House Museum e il Museo dell’immagine in movimento, dedicato alle arti del cinema, della TV, dei videogiochi.

Con un breve viaggio in metro da Midtown Manhattan si arriva nel quartiere di Astoria, fortemente caratterizzato da una grande comunità greca e oggi popolare tra i giovani professionisti che cercano affitti più bassi senza essere troppo lontani da Manhattan.

Sunnyside nel Queens occidentale è a poca distanza dall’Empire State Building, con ottimi pub e negozi dell’usato.

STATEN ISLAND

Il distretto più meridionale di New York è l’isola Staten Island. Ingiustamente spesso lasciato fuori dalle rotte turistiche Staten Island è una zona prettamente residenziale per famiglie con un grande zoo, giardini botanici e villette con piscine.

Tra i suoi quartieri si distinguono Great Kills che dà accesso al parco e alla spiaggia e a sentieri per correre o andare in bicicletta.  

St. George: sulla punta nord-orientale di Staten Island ha un facile accesso al traghetto per Manhattan, ed è caratterizzato da affascinanti palazzi vittoriani.

Musei di New York

New York è anche la città della cultura di primo livello mondiale grazie a più di 80 musei di grande rilievo.

In particolare, le zone di Midtown e nell’Upper East e Upper West Side ospitano luoghi di cultura che non hanno bisogno di presentazioni come il MoMA (Museum of modern art), il Met Metropolitan Museum of Art e il museo a spirale del Guggenheim.

Il Whitney Museum è stato trasferito nel Meatpacking District, mentre il Tenement Museum nel Lower East Side si trova in una casa popolare dove i visitatori imparano la storia di coloro che hanno vissuto qui nel corso degli anni.

Fuori Manhattan, il Brooklyn Museum ospita 1,5 milioni di opere ai margini di Prospect Park, e la sorellina MoMA PS1 del MoMA ha sede nel Queen’s, con opere di grandi artisti contemporanei.

Uno dei luoghi più importanti di tutta New York è il 9/11 Memorial and Museum, situato sul sito dell’ex World Trade Center che racconta la tragica storia di uno dei giorni più bui della recente storia degli Stati Uniti in mostre informative e toccanti.

Il Museo ha tre sezioni separate, che descrivono in dettaglio il periodo precedente, il giorno e le conseguenze degli attacchi, nonché le storie delle vite perse e le reliquie che rimangono dalle macerie. Il memoriale esterno è anche noto per i suoi caratteristici giochi d’acqua e l’illuminazione.

l’American Museum of Natural History è tra i più amati e migliori musei di New York. Attira milioni di visitatori ogni anno e comprende più di 40 diverse sale espositive permanenti che esplorano argomenti nelle scienze planetarie, geologiche, biologiche e antropologiche.

Mappa e cartina

Riproduzione riservata