Idee di viaggio

Isole Canarie da sola, cosa sapere e quale isola scegliere

Ecco cosa sapere per viaggiare da sola

Isole Canarie da sola, cosa sapere e quale scegliere DA SOLA Shutterstock
5/5

Per una viaggiatrice che sta pianificando un viaggio in solitaria, le isole Canarie – a largo dell’Oceano Atlantico – sono la meta perfetta. 

Spesso si tende a essere preoccupate per una partenza in totale solitudine, ma questo arcipelago – entrato ormai a far parte delle destinazioni turistiche più ambite e frequentate del mondo durante tutto l’anno – è adatto a ogni tipo di vacanza. E una viaggiatrice da sola trova il modo per passare dei momenti meravigliosi e scegliere il tipo di vacanza che preferisce. 

Le Canarie sono il luogo ideale per chi ama le spiagge, i locali, la movida e il divertimento ma anche per chi invece desidera concedersi qualche giorno alla scoperta della natura più selvaggia e all’insegna del relax. 

Isole Canarie da sola, cosa sapere e quale isola scegliere

  • Clima 
  • Partenza e viaggio 
  • Quale isola scegliere

Il clima

Per un viaggio in solitaria è necessario innanzitutto sapere come equipaggiarsi. Le isole Canarie sono note soprattutto per il loro clima particolarmente mite – tanto da essere definite Isole Fortunate – e questo vuol dire che si può viaggiare molto leggere. Sebbene, infatti, ogni isolotto abbia un microclima a sé, in via generale tutto l’arcipelago è caratterizzato da temperature che ricordano quelle di una primavera costante. 

Nei mesi estivi, inoltre, i gradi centigradi si alzano maggiormente e rendono il clima torrido e perfetto soprattutto per la spiaggia. Cosa portare quindi in valigia? Sicuramente shorts, diversi top, qualche prendisole, tanti costumi e una giacca non troppo pesante per ogni evenienza. Da non dimenticare anche una crema solare dalla protezione elevata e uno spray antizanzare, utilissimo su qualsiasi isola dell’arcipelago dove la vegetazione e la natura regnano sovrane.

La partenza e il viaggio

Se si viaggia da sole è più comodo e anche più sicuro non dover affrontare scali intermedi nel corso della propria vacanza. Per questa ragione è preferibile pianificare la propria partenza per le Canarie da una città come Roma, Milano o Napoli in cui i voli diretti per l’arcipelago non mancano. 

Arrivate sul posto, invece, per spostarsi all’interno dell’isola prescelta – o anche per passare da un’isola all’altra – è opportuno noleggiare una macchina. Muoversi agevolmente è infatti fondamentale, soprattutto se si sceglie di viaggiare da sole e le isole rischiano di essere servite da mezzi pubblici in maniera non troppo eccellente.

Quale isola scegliere?

Soprattutto, però, qual è l’isola dell’arcipelago delle Canarie da scegliere per un viaggio da sola? In realtà bisogna chiedersi quali sono la tipologia di vacanza e il paesaggio più adatti per sé. 

Sicuramente, però, tra le otto isole che compongono l’arcipelago, Tenerife è la più adatta per chi viaggia da sola. È infatti in assoluto la più “turistica” tra tutti gli isolotti, nonché la più grande, la più popolata e la meglio collegata. 

Ha il vantaggio di poter offrire a chi la sceglie come meta, una vacanza a tutto tondo: le spiagge sono spaziose, dorate e molto frequentate; le cittadine sono parecchio fornite, affascinanti e caratteristiche. A Tenerife, inoltre, non manca il modo di stare a contatto con la natura. Oltre a essere ricca di zone verdi e riserve naturali, l’isola ospita il Monte Teide, alto più di 3.000 metri, sui cui vengono organizzate diverse escursioni durante il corso dell’anno.

Autore: Paola Toia

Scopri