Portogallo

Nord del Portogallo, itinerario e mete da visitare

Nord del Portogallo

Cosa vedere nel Nord del Portogallo?

Dalle affascinanti città storiche come Porto e Braga alle meraviglie naturali del Parco Nazionale di Peneda-Gerês, passando per i vigneti terrazzati della Valle del Douro.

Il Nord del Portogallo affascina per il suo patrimonio storico e culturale, la natura rigogliosa, le tradizioni secolari e la gastronomia locale. Ecco cosa vedere e cosa fare nel nord del Portogallo.

Porto

Cosa vedere a Porto
Porto

Porto è considerata la “capitale del nord” ed è rinomata per il suo vino omonimo, prodotto qui da alcune cantine che sorgono sulla sponda sud del fiume Douro e lo esportano nel mondo.

Concedetevi del tempo quindi per una visita guidata delle cantine e chiaramente una degustazione di Porto.

Sarà difficile poi riprendere la visita della città, ma dirigetevi alla Ribeira, il quartiere più turistico dove passeggiare tra gallerie d’arte all’avanguardia, musei e ristoranti.

Dalla Ribeira si può fare una bella camminata in salita fino alla Sè do Porto, la cattedrale della città, dove si trova una terrazza panoramica da cui ammirare Porto, il fiume Douro e la zona delle cantine.

A Porto poi meritano una visita anche la Igreja de Sao Francisco, dall’interno in oro, la stazione di Sao Bento, piena di azulejos, l’elegante Avenida dos Aliados, salotto buono della città, il tradizionale Mercado do Bolhao, la Torre Dos Clerigos, da cui ammirare una bellissima vista.

Se avete tempo fate una gita in barca sul Douro per ammirare il panorama delle gole fiancheggiate da secolari vigneti terrazzati.

GUARDA ANCHE: CAMMINO PORTOGHESE DELLA COSTA

Braga

Braga
Braga

Braga è la seconda città più importante del nord del Portogallo, ed è soprannominata “la Roma Portoghese” per la sua importanza storica.

VEDI ANCHE Borghi e castelli del Portogallo, l’itinerario per scoprirli PortogalloBorghi e castelli del Portogallo, l’itinerario per scoprirli

È una rinomata città universitaria che merita una sosta. Iniziate dalla Cattedrale di Braga, costruita nell’undicesimo secolo in un mix di stili: dal romanico al gotico, dal manuelino al barocco.

Ammirate poi il Palazzo Episcopale, risalente al XIV secolo, e la Torre de Menagem, ciò che resta delle antiche mura della città. Interessante la Casa dos Crivos, un tipico edificio del XVI secolo che oggi ospita la Galleria Civica.

Nel Palazzo Biscainhos invece si trova il Museo Biscainhos con interessanti collezioni di arti decorative. Il Palazzo Raio invece è una residenza settecentesca con facciata rococò rivestita di azulejos blu.

Bisogna visitare poi il Santuário do Bom Jesus do Monte, in stile neoclassico d’ispirazione italiana, e il Santuário do Sameiro, il luogo di culto mariano più visitato del Portogallo. Infine, nei dintorni di Braga si trova il Parco Nazionale di Peneda-Gerês.

Guimarães

A meno di mezz’ora da Braga sorge Guimarães, cittadina di origine celtica, tra le più antiche del Portogallo, che divenne capitale della contea di Portucale nel 1095. Guimarães è anche la città natale del primo re del Portogallo.

Merita una visita quindi il suo centro storico, dichiarato patrimonio Unesco. Tra i suoi monumenti più interessanti si possono vedere il Castello di Guimarães con le sue splendide mura merlate, il palazzo dei Duques de Braganca risalente al XV secolo e la chiesa di Nossa Senhora de Oliveira, ricostruita nel XIV secolo dove prima sorgeva un vecchio monastero.

Visitate anche la Igreja de São Miguel do Castelo, la Igreja de São Gualter del XVII secolo, considerata la chiesa più importante della città, e la Plataforma das Artes e Criatividade, un progetto di trasformazione dell’antico mercato in uno spazio multifunzionale, dedicato ad attività artistiche, culturali e sociali.

Viana do Castelo

Viana do Castelo
Viana do Castelo

Viana do Castelo è una pittoresca città costiera ancora poco conosciuta dal turismo di massa. Affacciata sull’oceano Atlantico, Viana do Castelo sorse grazie ai guadagni delle attività pescherecce e agli scambi commerciali con il Brasile.

Quindi iniziate a visitarla dal suo porto, dove si svolge ancora un’intensa attività marinara. Nei pressi del porto sorge il Castelo de Santiago de Barra, risalente al XV secolo.

La città inoltre è conosciuta per i suoi eleganti palazzi in stile manuelino e barocco, oltre che per il suo ricco patrimonio culturale.

Il santuario di Santa Luzia, situato su una collina con vista panoramica sulla città e sul fiume Lima, è una delle attrazioni principali, che offre una vista mozzafiato sulla città e sull’oceano. Per un’altra vista insolita della città camminate lungo le antiche mura.

Inoltre tra i musei visitate il Museu de Artes Decorativas, in un palazzo del XVIII secolo, che ospita una collezione di mobili e ceramica del XVII-XVIII secolo, e il Museu do Traje, che mostra i costumi tradizionali utilizzati per l’agricoltura, la pesca e la raccolta di alghe. Viana do Castelo infine è famosa per le vivaci celebrazioni folcloristiche, come la festa per la Madonna dell’Agonia che si celebra il 20 agosto.

Amarante

Amarante
Amarante

Amarante è un incantevole borgo situato nella regione del nord del Portogallo, noto per la sua atmosfera romantica e il ricco patrimonio culturale.

Il borgo si sviluppa lungo le rive del fiume Tâmega, dove il maestoso ponte São Gonçalo collega le due sponde, offrendo una vista suggestiva.

Amarante è celebre per il suo splendido centro storico, caratterizzato da stradine acciottolate, case tradizionali e l'iconica chiesa di São Gonçalo, dedicata al santo patrono della città, che è anche il fulcro delle celebrazioni annuali a giugno.

Ad Amarante è anche possibile visitare la casa dove visse Teixeira de Pascoaes, uno dei più importanti poeti e scrittori del XX secolo.

La città è immersa in un paesaggio naturale di grande bellezza, circondata da colline verdeggianti e vigneti che producono il famoso vino verde della regione. Non dimenticate di assaggiare nelle pasticcerie storiche i dolci tipici chiamati "papos de anjo".

Barcelos

Barcelos
Barcelos

Barcelos è una vivace città situata nel nord del Portogallo, famosa per la sua ricca tradizione artigianale.

Questa città, adagiata sulle rive del fiume Cávado, è rinomata per il suo colorato mercato settimanale, uno dei più grandi e antichi del Portogallo, che attira visitatori da tutto il Paese con una vasta gamma di prodotti artigianali, ceramiche e cibi locali.

Il centro storico di Barcelos è un affascinante labirinto di stradine acciottolate, dove si possono vedere le mura di cui resta la Torre da Porta Nova, il Paço dos Duques e la Igreja Matriz. Fate caso poi alle residenze e alle case storiche, come il Solar do Pinheiros o la Casa do Condestável.

Meritano una visita anche le chiese settecentesche del Bom Jesus da Cruz e di Nossa Senhora do Terço.

Interessanti il Museu da Olaria e il Centro de Artesanato de Barcelos, dove vedere una variopinta rappresentazione del gallo di Barcelos, adottata come simbolo del turismo del Portogallo.

Lamego

lamego
Lamego

Lamego è una città molto antica che era abitata già dai Visigoti nel VII secolo.

Si trova nel cuore della regione vinicola del Douro e ha conosciuto un’epoca di grande prosperità quando qui veniva prodotto il “vino fino”, che diede poi origine al famoso vino Porto.

Del periodo medievale rimangono oggi il castello, la cattedrale e la chiesa di Santa Maria de Almacave. Visitate anche la Igreja do Convento de Santa Cruz con vista sulla città.

E non perdete il Santuario di Nossa Senhora dos Remédios, una splendida chiesa barocca situata su una collina e raggiungibile attraverso una monumentale scalinata di quasi 700 gradini decorati con azulejos e statue.

La Festa de Nossa Senhora dos Remédios attira migliaia di pellegrini ogni anno dal 6 all’8 settembre.

Valença do Minho

Valença do Minho è una suggestiva città fortificata a forma di stella situata lungo il fiume Minho, che segna il confine con la Spagna.

Non perdete il giro dei bastioni, che offrono un bellissimo panorama della città. Quindi visitate la Fortaleza de Valenca do Minho: circa 800 anni fa iniziò la costruzione della fortezza, costituita da mura e un castello medievale.

Poi durante la guerra da Restauração, divenne un’imponente roccaforte in stile Vauban. Nell’antico ospedale militare poi si può visitare il Museu Do Bombeiro, che ripercorre la storia dei pompieri della zona durante i secoli passati. Infine scoprite l’Elos da Montanha, un bellissimo percorso pedonale, che si snoda tra le colline e le montagne del nord del Portogallo.

Parco Nazionale di Peneda-Gerês

Valença do Minho
Valença do Minho

Quella di Peneda-Gerês è l’unica area protetta portoghese classificata come parco nazionale. Si estende su circa 700 chilometri quadrati e offre una varietà di scenari che spaziano da montagne imponenti a valli verdeggianti, attraversati da fiumi cristallini e punteggiati da cascate pittoresche.

Ospita una ricca flora e fauna, inclusi specie rare come il lupo iberico e il cavallo selvaggio di Garrano. Il parco è anche ricco di antichi villaggi di montagna, come Pitões das Júnias e Tourém, dove le tradizioni secolari sono ancora vive, e siti archeologici che testimoniano la presenza umana sin dai tempi preistorici.

I visitatori possono esplorare una vasta rete di sentieri escursionistici che portano a scoprire dolmen e cromlech, castelli medievali, monasteri e santuari immersi nella natura.

Oppure ci si può dedicare al birdwatching e al canyoning, o semplicemente rilassarsi nella tranquillità della natura incontaminata.

Vila Real

Vila Real
Vila Real

Vila Real è un’affascinante città fondata nel 1289, che incanta per le sue stradine acciottolate, gli antichi palazzi e le imponenti chiese, tra cui la Cattedrale di Vila Real.

Uno dei gioielli della città è il Palácio de Mateus, un magnifico esempio di architettura barocca con splendidi giardini all'italiana, noto per essere raffigurato sulle bottiglie del celebre vino Mateus Rosé.

Circondata dalle montagne della Serra do Marão e dalla Valle del Douro, Vila Real offre paesaggi mozzafiato e numerose opportunità per attività all'aperto, come escursioni e passeggiate nella natura.

La città è anche un importante centro culturale, che ospita vari festival, musei e manifestazioni tradizionali che riflettono la ricca eredità della regione.

Valle del Douro

Valle del Duoro
Valle del Duoro

La Valle del Douro, situata nel nord del Portogallo, è una regione di straordinaria bellezza e di grande importanza vitivinicola, famosa in tutto il mondo per la produzione del vino Porto.

Questo paesaggio spettacolare, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco, è caratterizzato da colline terrazzate ricoperte di vigneti che si affacciano sul fiume Douro, creando un panorama mozzafiato.

La valle è punteggiata da pittoreschi villaggi, storiche quintas (aziende vinicole) e antichi monasteri che testimoniano la lunga tradizione vinicola della regione.

Il fiume Douro, uno dei fiumi più lunghi della penisola iberica, che attraversa la regione fino a gettarsi nell’oceano, è navigabile a bordo di crociere panoramiche che permettono di ammirare la bellezza del paesaggio da una prospettiva unica.

La regione è anche nota per la sua eccellente gastronomia, che si abbina perfettamente ai suoi celebri vini. La Valle del Douro è una destinazione imperdibile per gli amanti del vino e della natura.

Cosa mangiare nel nord del Portogallo?

Il nord del Portogallo è rinomato per la sua ricca gastronomia a cui abbinare eccellenti vini locali. Ecco le specialità da assaggiare: bacalhau (il baccalà è un’istituzione del Portogallo, secondo la tradizione ci sono 365 modi diversi per cucinarlo), sardine alla griglia, servite con pomodori e peperoni grigliati, açorda de mariscos (zuppa di pane con aglio, uova, coriandolo, gamberi, vongole e spezie), caldo verde (minestra di patate e cavolo sminuzzato con salsiccia speziata o fettine di lingua affumicata), carne de porco alentejana (stufato di suino speziato cotto insieme alle vongole), tripas a moda do Porto (trippa di Vitello di Porto con testa e orecchie di maiale), frango no churrasco (pollo cotto alla brace), frango na Pucara (pollo cotto in una pentola di terracotta con prosciutto, burro, senape, Porto e spezie), feijoada de chocos (fagioli rossi con calamari), feijoada a trasmontana (fagioli bianchi cotti insieme a pezzi di maiale con tante spezie), arroz de mariscos (una specie di paella di solo pesce e crostacei), amêijoas à Bulhão Pato (vongole aperte e farcite con spezie e aglio).

Per finire pasteis de nata (tartellette di pasta sfoglia ripiene di crema e spolverate con cannella), queijadas de Sintra (una specie di cheesecake), bolo de arroz (tortine di farina di riso), bolas de Berlim (dolci fritti ripieni). Accompagnate le vostre cene con i vini del Douro e concludete con il famoso Porto.

Come arrivare e spostarsi nel nord del Portogallo?

Il modo più veloce per arrivare nel nord del Portogallo dall’Italia è un volo per Porto, che ha uno degli aeroporti più grandi del Portogallo, il terzo per traffico di passeggeri dopo quelli di Lisbona e Faro.

Dista circa 10 km dalla città di Porto, e il centro può essere raggiunto con diversi mezzi, come auto, metropolitana, treno, autobus e taxi.

Altrimenti noleggiate un’auto se volete spostarvi in modo autonomo nel nord del Portogallo. Un’ottima alternativa all’auto è il treno, che vale la pena prendere soprattutto quando è panoramico.

Scoprite per esempio la Linha do Douro, un’antica linea ferroviaria che percorre la Valle del Douro a bordo di storiche locomotive da cui ammirare il paesaggio.

Quando andare nel nord del Portogallo

Il Portogallo vanta temperature miti anche d'inverno, ma il periodo migliore per visitare la regione del nord è comunque la primavera o l’estate. Per scoprire le tradizioni folcloristiche andateci in occasione delle festività locali.

Riproduzione riservata