Danzica

Cosa vedere a Danzica

Danzica, cosa vedere e quando andare

Arroccata lungo la costa baltica della Polonia settentrionale, Danzica o Gdansk (secondo la pronuncia originale) è una delle città polacche più antiche, ricca di capolavori architettonici con un centro storico pieno di tesori da scoprire, un passato recente di grande rilievo storico e lunghe spiagge di sabbia bianca.

Questa fascinosa città portuale dall’antica vocazione mercantile ospita vivaci mercati pubblici, boutique locali specializzate in ambra e sta conoscendo una fiorente cultura del caffè.

Per via della sua posizione sulla costa del Mar Baltico nel corso di tutto il 20° secolo a Danzica si sono svolti eventi che avrebbero influenzato il corso della storia mondiale. È qui che è iniziata la seconda guerra mondiale nel 1939, è anche qui che è stato fondato il movimento Solidarnosc, il primo sindacato antisovietico che ha contribuito al crollo del comunismo nell’Europa orientale.

Anche per questo Danzica è molto più che una graziosa città polacca ma rappresenta un luogo simbolo della storia recente da scoprire tra i suoi edifici storici, le sue stradine acciottolate, i suoi dintorni nella regione circostante, con una vacanza ricca di spunti e a tariffe economiche.

Cosa vedere a Danzica

  • Trakt Królewski
  • Chiesa di Ssanta Maria
  • Golden House
  • Fontana di Nettuno
  • Città Vecchia
  • The Crane
  • Museo marittimo Polacco
  • Ulica Mariacka 
  • Museo della seconda Guerra Mondiale
  • Dlugie Pobrzeze
  • Zaspa

danzica

Quando andare a Danzica

Il periodo migliore per andare a Danzica è considerato il mese di giugno, quando si può godere delle sue bellezze all’aria aperta con un clima soleggiato e magari rilassarsi su una delle grandi spiagge nei suoi pressi senza incontrare troppa folla. 

Primavera e autunno rappresentano altri due parentesi favorevoli con giornate lunghe e temperature ancora non troppo fredde. Ma Danzica è anche una fantastica vacanza invernale quando le temperature scendono, grazie alla sua ricca offerta culturale e ad uno dei mercatini di Natale più caratteristici d’Europa reso ancora più particolare dal fioccare della neve.

Il centro storico a piedi

Passeggiare per le stradine acciottolate della città vecchia di Danzica è uno dei modi migliori per scoprirne bellezze e angoli nascosti, ammirando alcuni dei luoghi più iconici della città.

Iniziamo col dire che questa zona della città non è veramente antica. Danzica fu quasi completamente spazzata via dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, per questo la città vecchia è stata ricostruita per assomigliare nei minimi dettagli agli edifici precedenti, che erano tutti costruiti in stile rinascimentale olandese.

L’area della città vecchia si sviluppa tra le strade da via Dluga e si estende fino a Dlugi Targ o il Mercato Lungo con il maestoso municipio e la Corte di Artus.

In questo perimetro sono raggruppati diversi punti salienti in uno spazio relativamente compatto e alcune degli scorci più caratteristici come le belle strade Świętojańska, Ogarna e Targ Węglowy e il fiume Motława sull’altro lato. Lungo la popolare via pedonale Długi Targ s’incontrano alcuni dei principali monumenti di Danzica: il municipio, la Fontana del Nettuno o la Corte di Artus uno degli edifici più suggestivi della città, fino alla Porta verde  che a dispetto del suo nome è una grande struttura ad arco un tempo dimora dei reali che segna l’inizio della via Reale. 

Dall’altro lato della Corte di Artus rispetto al Municipio si trova un altro degli edifici più belli della città: la Casa d’Oro del 17 ° secolo con un’elegante ed elaborata facciata che presenta intagli in pietra dorata.

danzica-immagini

Uno dei tesori nascosti nel centro di Danzica è senza dubbio la via Mariacka considerata tra le strade più belle in assoluto in città. Incastonata tra la Cattedrale di Santa Maria da un lato e la Porta Mariacka dall’altro è un luogo pittoresco con bellissime facciate di edifici su cui fanno capolino statue di gargoyle e circondate da piante fiorite e gradini in pietra, una location così speciale che ospita spesso set cinematografici e le migliori boutique di ambra, l’oro della città. 

Per arrivarci si cammina lungo le sponde del fiume Motława con una passeggiata che regala una vista speciale su alcuni degli scorci più belli di Danzica come quello che guarda la quattrocentesca struttura detta Gru, uno dei simboli della città, che ospita al suo interno il Museo Marittimo Polacco. Da qui è anche possibile fare una crociera in barca qui e vedere il centro storico di Danzica da una prospettiva diversa.

Per conoscere l’aspetto più alternativo della città basta visitare il suo ex-cantiere navale dove i grandi magazzini industriali in disuso sono stati trasformati in luoghi alla moda come ristoranti, locali di musica, bar con terrazze all’aperto in una cornice insolita.

Esplorando il quartiere di Zaspa invece si entra nel cuore della straordinaria arte di strada di Danzica.

Si tratta di una zona residenziale piena di palazzi dipinti con fantastici murales giganti con temi politici e sociali per una collezione unica al mondo celebrata anche da un festival annuale.

Westerplatte

Uno dei luoghi di maggiore rilievo storico a Danzica è la piccola penisola di Westerplatte, da dove iniziò la seconda guerra mondiale nel 1939. Da qui partì l’invasione della Polonia da parte della Germania nazista di Hitler dando il via ad un lungo e drammatico conflitto mondiale.

Oggi Westerplatte è una zona molto bella e verdeggiante con una passeggiata in riva al mare che è considerata un vero museo a cielo aperto tra rovine, resti dei combattimenti e tombe dei caduti, edifici in rovina lasciati come erano dopo i bombardamenti e disseminati lungo un percorso espositivo con pannelli esplicativi, mappe, fotografie e informazioni. 

Altre opzioni a tema storico sono il Museo della Seconda Guerra Mondiale o il Museo dell’ufficio postale, l’altro luogo di Danzica in cui furono lanciati gli attacchi tedeschi del 1939 in contemporanea a quelli di Westerplatte. Il Museo storico di Danzica all’interno del municipio principale o il Museo Nazionale all’interno della Porta Verde invece espone uno dei principali tesori d’arte del paese.

Spiagge e dintorni

Grazie alla sua posizione strategica sulla costa del Mar Baltico, Danzica è anche un’ottima base di partenza per alcune fantastiche gite di un giorno nella regione. A breve distanza e grazie ai funzionali mezzi pubblici, bus e treni si possono facilmente raggiungere luoghi suggestivi come l’elegante località balneari di Sopot, con il molo di legno più lungo d’Europa (lungo oltre 500 metri) e Gdynia, nota per la sua architettura modernista. Per rilassarsi in spiaggia sotto al sole ci sono i litorali sabbiosi di Brzeźno, Jelitkowo, Stogi, Wyspa Sobieszewska o quelli sulla penisola di Hel dove oltre alle spiagge si trovano alcune rovine della seconda guerra mondiale disseminate nei boschi circostanti.

Una delle gite di un giorno più popolari da Danzica è il Castello di Malbork, situato a soli 40 minuti di treno, uno dei castelli medievali più grandi al mondo dichiarato patrimonio dell’UNESCO.

Mentre per godersi la natura della regione in modo inconsueto si può visitare Elblag e fare un giro in barca sul canale di Elblag, l’opera di ingegneria unica della metà del 19° secolo o andare nella regione di Kaszuby a sud di Danzica per esplorare la natura incontaminata della bellissima zona. 

Mappa e cartina

Riproduzione riservata