Marocco

Tangeri, cosa vedere nella città bianca del Marocco

Tangeri
Tangeri è una città portuale marocchina con una ricca storia e una grande miscela di culture e civiltà. 

Situata sulla costa nordafricana adiacente allo Stretto di Gibilterra, dove il Mar Mediterraneo incontra l'Oceano Atlantico, Tangeri è una delle città più grandi del Marocco settentrionale, un centro multiculturale dove si mescolano comunità, segni di diversi imperi passati e turismo.

Tangeri sta vivendo un grande sviluppo urbano trasformandosi in una città moderna, fedele alle tradizioni marocchine ma con una forte influenza europea.

Tangeri è anche una destinazione turistica molto popolare e ricca di luoghi da vedere con tortuose stradine, una medina in cima alla collina e le spiagge vicine.

Tangeri, la città bianca del Marocco

Tangeri
Tangeri

Per visitare i suoi punti salienti e le attrazioni storiche basterà fare un tour della moschea della Kasbah ed esplorare il Grand Socco e il Petit Socco nell'area della Medina.

Come molte altre città marocchine, Tangeri ha diversi suk dove fare acquisti di spezie, tappeti e prodotti artigianali tradizionali.

Per approfondire storia e passato invece si possono visitare le sale del Museo di Arte Marocchina, del Museo Forbes o del Dar el Mahkzen, l'ex palazzo del sultano che ospita un'impressionante collezione d'arte e inestimabili antichità marocchine.

La città è anche ricca di ottimi ristoranti e di hammam  tradizionali dove spendere qualche ora in pieno relax.

Il trafficato porto pullula di traghetti diretti da e per la Spagna, Tangeri infatti è spesso il primo avamposto del Marocco per chi arriva dal mare e oltre al fascino urbano e ai siti storici, è la porta d'accesso alle pittoresche montagne del Rif e alla città dipinta di blu di Chefchaouen.

Grazie al suo fascino cosmopolita e la posizione strategica al crocevia tra Africa ed Europa Tangeri ha rapito negli anni l'immaginazione di viaggiatori, artisti e scrittori di fama mondiale come Henri Matisse che qui nel 1913, dipinse varie immagini inclusa la "Finestra a Tangeri " della chiesa di Sant'Andrea dipinta dalla finestra del suo balcone, oppure come il poeta e attore Peter Orlovsky con il suo collega scrittore Irwin Allen Ginsberg e nel 1954 William Burroughs trascorse 4 anni a Tangeri dove scrisse il suo romanzo Pranzo nudo .

Periodo migliore per visitare Tangeri

Tangeri
Tangeri

A Tangeri e nel resto del Marocco ci sono estati molto calde che rendono le visite turistiche spiacevoli e la città relativamente tranquilla fino a dopo il tramonto.

L'inverno invece può essere freddo, umido e ventoso, il che non esalta le caratteristiche della città.

Di conseguenza i periodi migliori per andarci sono da marzo a maggio e da settembre a ottobre.

In questi mesi dell'anno si potrà beneficiare del piacevole clima primaverile e autunnale ed eviterete anche l'alta stagione turistica del Marocco.

La Kasbah

Kasbah Tangeri
Kasbah Tangeri

Il cuore di Tangeri è il suo centro storico, conosciuto anche come Kasbah. Il quartiere è costruito all'interno di una fortezza murata risalente al medioevo da dove i panorami sono mozzafiato.

In questa zona, oltre a trovare una rete di stradine bianche e blu e numerosi angoli suggestivi, si trovano alcuni dei migliori punti panoramici del Nord Africa. Da lì, la vista sullo Stretto di Gibilterra e sull'Atlantico lascia senza fiato.

Nella Kasbah di Tangeri si possono anche individuare luoghi di interesse come il palazzo Dar-el-Makhzen, che risale al XVII secolo e ospita un museo dove si possono ammirare l'architettura tipica dell'epoca oltre ai resti archeologici di città romane come Volubilis e dell'artigianato marocchino.

La Medina 

Tangeri
Tangeri

La medina è il luogo più autentico da vedere a Tangeri, una rete di strade dove i visitatori possono immergersi nella cultura marocchina e visitare i tradizionali suk dove si vendono spezie, tappeti, souvenir e artigianato. Qui si possono trovare anche piccoli negozi di alimentari, panifici e laboratori di artigiani.

La medina è costellata di affascinanti piazze e angoli nascosti dove i turisti possono assaggiare la deliziosa cucina locale nei ristoranti tradizionali.

Questo quartiere operaio, che si estende attorno alla piazza 9 aprile 1947 e comprende la kasbah, costituisce il centro storico della città e come tale è molto vivace durante il giorno specialmente nei suoi luoghi di ritrovo come la moschea Sidi Bou Abib e i mercati Grand Socco e Petit Socco.

Come in tutti gli assetti urbani arabi, le strade strette non seguono un piano rigoroso e negozi e venditori ambulanti sono caratteristiche sempre presenti. 

La Corniche e le spiagge

Tangeri
La Corniche

Essendo una città portuale, il lungomare di Tangeri è un luogo molto vivo con Ville Nouvelle la parte nuova di Tangeri da un lato e la spiaggia cittadina dall'altro dove ci si può rilassare sulla sabbia o fare un giro in sella a un cammello.

Partendo dal nuovo porto turistico e da Villa Harris, una tenuta ottocentesca che oggi ospita un museo d'arte contemporanea, la Corniche è un luogo spettacolare in cui rilassarsi.

Fiancheggiata da ristoranti e caffè, questa passeggiata presenta alte palme e due spiagge: Plage Municipale e Plage Malabata.

Tangeri vanta anche un'ampia spiaggia urbana che corre parallela al lungomare molto frequentata di giorno e al tramonto e diverse altre spiagge come la principale spiaggia comunale, chiamata Tangier Beach abbracciata dalla Corniche e facile da raggiungere con una lunga distesa di sabbia dorata perfetta per una giornata di relax.

Fuori dal centro abitato si trovano alcune spiagge premiate con la Bandiera Blu. Merkala Beach , chiamata anche "Casino Beach" per la sua vicinanza al Tangier Casino Hotel è ideale per lo snorkeling, o a Playa de la Alcazaba per piacevoli nuotate.

Riserva del Cap Spartel

Cape Spartel
Cape Spartel

La "Réserve du Cap Spartel" è un luogo incantevole di natura incontaminata.

Situato alla confluenza dell'Atlantico e del Mediterraneo regala panorami pittoreschi e i tramonti suggestivi all’ombra di un iconico faro posto a sud della riserva che un tempo era un punto di riferimento per le navi provenienti da tutto il mondo.

Qui inoltre si può praticare birdwatching e osservare animali al pascolo in libertà nella natura.

Grotte di Ercole

Grotte di Ercole
Grotte di Ercole

Nelle Grotte di Ercole di Tangeri stupiscono per la loro bellezza naturale mozzafiato, l'ingresso è caratterizzato da una "mappa dell'Africa" ovvero  un'apertura che si affaccia sul mare scolpita dai Fenici che assomiglia molto alla forma del continente africano ​​e da formazioni rocciose simili a sculture artistiche. 

Dar el Makhzen

Dar el Makhzen
Dar el Makhzen

Il Dar el Makhzen è l'ex palazzo del sultano ed è uno splendido esempio di architettura marocchina. È circondato da splendidi giardini e ospita il Museo delle Arti Marocchine e il Museo Archeologico.

Museo della Legazione Americana

L'American Legation Museum è l'unico monumento storico nazionale degli Stati Uniti situato al di fuori del loro stesso territorio nazionale.

Mette in mostra la storia delle relazioni diplomatiche tra gli Stati Uniti e il Marocco.

Tombe fenicie 

Dalle Tombe Fenicie in cima alla collina si può ammirare uno spettacolare tramonto. Le tombe si trovano vicino allo storico Café Hafa e si affacciano sulla costa settentrionale della città.

Tangeri fu fondata dai Fenici e qui ci sono innumerevoli tombe che furono riesumate circa un secolo fa.

Molte delle tombe fenicie sono state scavate direttamente nella roccia e i numerosi manufatti e strumenti romani recuperati al loro interno sono esposti nel Museo della Kasbah.

Mappa e cartina

Riproduzione riservata