Italia

Valeggio sul Mincio, il borgo di cui stai per innamorarti

Valeggio
07-04-2023

Valeggio sul Mincio è una splendida cittadina in provincia di Verona che si trova sulle dolci colline moreniche.

È conosciuta anche come “Città d’Arte” ed è un luogo di cui è davvero difficile non innamorarsi.

A Valeggio sul Mincio è possibile, infatti, godere di una pace e di un relax senza fine, concedersi una passeggiata a piedi o in bicicletta nei diversi percorsi che partono dal centro e si diramano nelle colline che abbracciano il borgo e arrivano al vicino lago di Garda.

Valeggio sul Mincio
Valeggio sul Mincio

Itinerari perfetti per gli appassionati di natura ma anche di storia e di arte.

Valeggio sul Mincio è una città di frontiera, proprio sul confine tra Veneto e Lombardia e, come tutti i posti di frontiera, è riuscita a mixare perfettamente la cultura e le tradizioni delle due regioni, prendendone il meglio e conservano nel corso del tempo la sua anima.

Valeggio sul Mincio, storia ed origini

Valeggio sul Mincio
Valeggio sul Mincio

Le origini di Valeggio sul Mincio risalgono molto probabilmente all’età del Bronzo. Nella zona conosciuta come l’Isolone della Prevaldesca, infatti, è possibile scoprire più di sedicimila reperti dell’epoca.

Qui si sono fermate poi le tribù celtiche provenienti dalla Francia centrale e, più tardi, gli etruschi. Il fiume Mincio ha sempre avuto un’importanza strategica per tutti i popoli antichi e Valeggio fu un importante centro anche in epoca romana.

All’arrivo dei Longobardi, poi, si deve la costruzione del centro abitato vero e proprio, un centro arricchito poi in epoca medievale con fortificazioni importanti come il Castello Scaligero e il Ponte Visconteo.

Dopo il passaggio alla Repubblica di Venezia il borgo assume una connotazione tipicamente agricola. In epoca risorgimentale a Valeggio sul Mincio è teatro di numerose e importanti battaglie.

Valeggio sul Mincio ha conservato perfettamente la sua identità tipicamente medievale, conservandone cultura e architettura e diventando uno dei borghi più belli d’Italia.

Castello Scaligeo
Castello Scaligero Valeggio sul Mincio

Cosa vedere a Valeggio sul Mincio

Chi arriva a Valeggio sul Mincio può concedersi immediatamente una rilassante e interessante visita al suo centro storico.

Passeggiando tra le strade e i vicoli del borgo, infatti, si trovano numerose testimonianze del passato di questa splendida cittadina. La Curtis Regia è una di queste. Risalente al VIII secolo, è stata costruita proprio vicino l’antico guado del fiume e aveva funzioni di difesa.

Continuando nella passeggiata si incontra poi il ponte Visconteo, esempio irripetibile di architettura militare europea del tardo medioevo e costruito intorno al 1393-1395 per volere del signore di Milano Gian Galeazzo Visconti dopo la conquista di Verona.

Valeggio
Valeggio

É un ponte-diga oggi purtroppo non ben conservato, lungo 650 metri, largo 25 metri e con il piano stradale innalzato di 9 metri dal livello delle acque. Gli abitanti di Valeggio sul Mincio lo chiamano “Pontelungo”, e collegava un tempo il centro al Castello Scaligero andando così a formare il cosiddetto “Serraglio Castellano”, un complesso fortificato che si estendeva per circa 16 chilometri e dominava tutto il territorio.

Proprio il Castello Scaligero è una delle attrazioni principali di Valeggio sul Mincio. Si tratta di fortificazione medievale eretta sulla cima di una delle colline che circondano il borgo e dalla quale è possibile osservare tutta la valle del fiume.

Ponte Visconteo
Ponte Visconteo

Il Castello Scaligero è stato edificato a partire dal XIII secolo dagli Scaligeri e nei secoli successivi è stato sottoposto a numerosi interventi di recupero.

VEDI ANCHE 10 cose da fare nei dintorni di Verona Italia10 cose da fare nei dintorni di Verona

La parte più antica del castello venne completamente distrutta da un terremoto nel 1117 e fu poi ricostruita nel 1285, aggiungendo alla fortificazione le tipiche torri scudate scaligere, alcune delle quali ancora in piedi e la Rocca. Della costruzione originaria resta solo la Torre Tonda risalente al X secolo e la Rocca.

Il centro storico di Valeggio sul Mincio è un susseguirsi di antiche costruzioni perfettamente conservate che ospitano case private, botteghe, locali, ristoranti e trattorie dove concedersi una pausa di relax e provare le specialità locali.

Da vedere, poi c’è anche la bellissima chiesa dedicata a San Marco Evangelista e i tantissimi mulini ad acqua, alcuni dei quali ancora in funzione che una volta servivano per la molitura del grano e per la pilatura del riso e adesso sono stati trasformati suggestive attività commerciali. Non perdete una visita al bellissimo Parco Giardino Sigurtà, un tesoro verde dalla storia antica.

Spostatevi poi nella piccola frazione di Borghetto, un antico villaggio fatto da poche costruzioni e qualche mulino a poca distanza dall’imponente Ponte Visconteo.

Cosa si mangia a Valeggio sul Mincio

La tradizione culinaria di Valeggio sul Mincio è uno dei punti di forza di questo borgo ed è anche uno dei motivi per i quali è impossibile non innamorarsi di questa splendida cittadina.

Il piatto tipico sono i tortellini – chiamati agnolìn – e fatti con sfoglia sottile e ripieno a base di carne.

Da assaggiare anche il riso maridà, un risotto preparato con il brodo di bovino, condito con un ragù di carne mista e prosciutto cotto e formaggio. Ottimi anche i pesci di acqua dolce, come il luccio in salsa o le guancette di Sona, vitello brasato con il bianco di Custoza.

Tra i dolci tipici di Valeggio sul Mincio ci sono la Torta delle Rose e la Coppa al Bagno, una crema alla nocciola gelata servita con un preparato liquoroso dalla ricetta segreta.

Mappa e cartina

Riproduzione riservata