Italia

Vacanze in montagna senza sciare: cosa fare e dove andare

Alpe di Siusi
Amano la montagna ma non sono sciatori. Sono gli Slons (Snow Lovers No Skiers), ovvero gli amanti della neve che non sciano.

Dopotutto, oltre allo sci, sono tanti gli sport invernali e le attività outdoor da fare in montagna d’inverno. Da quelle più tranquille, come le ciaspolate e le passeggiate a bordo di slitte trainate dai cavalli, a quelle più adrenaliniche come lo snow kite, l'ice kart o l'ice climbing.

Senza dimenticare le fat bike e lo sleddog. E voi cosa preferite? Ecco dove andare in vacanza in montagna senza sciare.

Roccaraso, Abruzzo

Roccaraso
Roccaraso

Se si vuole trascorrere qualche giorno in montagna ma partendo dal sud le Alpi sono troppo lontane, Roccaraso è una buona soluzione.

A meno di due ore e mezza di macchina da Roma, Roccaraso ha un bel centro storico situato a 1200 metri che a Natale si riempie di mercatini dedicati all’enogastronomia e all’artigianato locale, addobbi e luci.

È una rinomata località sciistica dove si svolgono anche gare nazionali e internazionali, ma se non volete sciare potreste scoprire comunque le cime dell’Appennino attraverso numerosi sentieri da percorrere con le ciaspole o con escursioni di nordic walking.

Con i bambini si può trascorrere una giornata nei parchi avventura come il Kinderheim e il Coppo dell’Orso, o pattinare al Polino, il palaghiaccio della città.

Prenotate una cena in baita per poi riscendere a valle in motoslitta. Se desiderate rilassarvi, invece, prenotate un percorso termale alle Terme Alte di Rivisondoli.

Infine, l’esperienza da non perdere è una corsa sulla Transiberiana d’Italia, che da Sulmona a Roccaraso percorre una delle tratte ferroviarie più belle e panoramiche d’Italia, lasciandovi ammirare l’Abruzzo più autentico nella sua veste invernale.

Madonna di Campiglio, Trentino-Alto Adige

Madonna di campiglio
Madonna di Campiglio

In Trentino-Alto Adige una delle più rinomate località sciistiche è la zona di Campiglio-Pinzolo, nel parco naturale Adamello Brenta, che attrae per le sue bellezze naturali e per la vita mondana.

La principale località è Madonna di Campiglio, la “perla delle Dolomiti”, adagiata a 1550 metri d'altitudine, considerata una delle più importanti stazioni sciistiche del Trentino-Alto Adige e dell'intero arco alpino.

Nata come un villaggio fondato da Giambattista Righi di Strembo, Madonna di Campiglio deve la sua trasformazione a Franz Joseph Oesterreicher, che la elevò a ricercatissimo luogo di villeggiatura per la nobiltà e la ricca borghesia austriaca e mitteleuropea.

Tra il 1889 e  il 1894, ospitò la principessa Sissi e l'imperatore Francesco Giuseppe. Oggi Madonna di Campiglio conserva la sua storica eleganza ed è la meta delle vacanze invernali per eccellenza, che attrae per le leggendarie piste da sci, i personaggi dello sport e dello spettacolo, gli alberghi eleganti, le boutique di lusso e la vivace vita notturna.

La zona di Campiglio Pinzolo fa parte della skiarea Campiglio Val Rendena Val di Sole e dello Skirama Adamello Brenta, che conta 156 km di piste da sci. Chi non scia può esplorare il Parco Naturale Adamello - Brenta con ciaspolate e trekking tra boschi, laghi e ruscelli.

Oppure ci si può dedicare al benessere al centro termale di Madonna di Campiglio, il Borgo della Salute - Terme Val Rendena. Per una cena speciale ad alta quota prenotate in uno dei rifugi più chic del Trentino-Alto Adige, come per esempio lo Chalet Fiat, il Rifugio Boch bar ristorante, il Rifugio Malga Ritorto, Rifugio Nambino, Rifugio Patascoss&Lavazza, Ristorante Malga Montagnoli, il Ristorante Rifugio Giorgio Graffer o ancora il Ristorante Rifugio Stoppani. La serata poi si conclude nei mitici locali notturni come il Des Alpes Club e il Piano 54.

Bormio, Lombardia

Bormio
Bormio

Bormio è un’altra elegante località alpina ideale per un Natale in montagna.

Dista solo 3 ore di auto da Milano e si trova in Valtellina, l’ampia valle nel nord della Lombardia, situata nel cuore delle Alpi al confine con la Svizzera, circondata dalla catena retica da un lato e da quella orobica dall’altro.

Adagiata in un’ampia conca a 1.225 metri, protetta dalle vette alpine e dai boschi, Bormio, nota in passato anche come “magnifica terra”, incanta per la sua bellezza e la sua storia.

Gli amanti degli sport invernali potranno poi divertirsi nei 400 km di piste dedicate allo sci alpino e più di 200 km allo sci nordico della Valtellina. Chi non scia invece può comunque dedicarsi alle attività outdoor sulla neve.

Per esempio si possono fare camminate lungo suggestivi itinerari, come il Sentiero dei Fiocchi nella piana di Santa Caterina Valfurva o i sentieri nella Val Viola.

Si possono fare ciaspolate lungo il Sentiero delle Sorgenti a Santa Caterina Valfurva o lungo la strada dei Forni.

Bormio inoltre è anche un antico centro termale. Qui sgorgano acque termali da nove sorgenti situate a diverse altitudini, tra i 1280 e i 1421 metri s.l.m., sulle pendici di dolomia del monte Reit.

Queste acque, tra le poche naturalmente calde a sud delle Alpi, sgorgano ad una temperatura tra i 37 e i 43 °C, a seconda delle stagioni. Per godere dei benefici delle acque termali di Bormio basta scegliere uno dei vari centri a pagamento o le terme libere.

La Valtellina, inoltre, ha un grande patrimonio artistico e culturale che testimonia del suo glorioso passato di crocevia d’Europa.

Vale la pena andare alla ricerca di chiese, palazzi, torri e castelli, ma anche delle sue specialità enogastronomiche come i pizzoccheri, la bresaola e il Bitto (formaggio d’alpeggio DOP), oltre ai suoi vini e alle sue mele.

Courmayeur, Valle d’Aosta

courmayeur
Courmayeur

Capitale storica degli sport invernali, Courmayeur è una delle mete predilette per una vacanza all’insegna dello sport, del benessere e della vita mondana.

La cittadina della Valle d’Aosta sorge ai piedi del massiccio del Monte Bianco, in un anfiteatro verdeggiante circondato da foreste di conifere, montagne e ghiacciai.

Pur essendo una località turistica di rilevanza internazionale, Courmayeur conserva un’atmosfera alpina autentica.

Gli adulti e amanti dello sci, invece, a Courmayeur potranno divertirsi sugli oltre 100 chilometri di piste.

Chi non scia può fare ciaspolate ai piedi del Monte Bianco per esempio nel vallone di Youla, lungo il sentiero delle cascate di Lillaz, intorno al lago di Arpy o nella Val Ferret.

Si possono poi fare escursioni al lago del Miage, pattinare sul ghiaccio e dedicarsi all’arrampicata al Courmayeur Sport Center o rilassarsi alla terme di Pré Saint Didier. Per fare un’esperienza diversa poi nella Val Ferret potreste provare le fat bike, così chiamate per via delle ruote “grasse” con uno spessore adeguato ad aver attrito sulla neve.

Oltre alla bici formato maxi, potreste anche provare le snow bike, che al posto delle ruote hanno piccoli sci. Non perdete poi un giro sullo Skyway Monte Bianco, la funivia che collega la stazione di Pontal d’Entrèves a 1.300 metri di altitudine alla stazione di Punta Helbronner a 3.466 metridi altitudine, portandovi direttamente ai piedi dei ghiacciai e delle grandi vette delle Alpi.

Infine per godervi i piaceri di una vacanza in grande stile avrete ampia scelta tra hotel di lusso, eleganti rifugi, storici caffè e ristoranti alla moda. Scoprite infine la vita notturna di Courmayeur, in locali come Club Haus 80 e The Club.

Livigno, Lombardia

Livigno
Livigno

A un passo dal confine svizzero si trova Livigno, il secondo comune più elevato d’Italia, perla dell’Alta Valtellina situata tra lo Stelvio e l’Engadina.

Tra le più rinomate stazioni invernali d'Europa, Livigno offre agli appassionati dello sci alpinooltre cento chilometri di piste, con vari livelli di difficoltà, dai 1800 ai 2900 metri di quota.

In alternativa si possono fare passeggiate con le ciaspole, in livignasco chiamate “drezola”, oppure nordic walking e arrampicata sulle cascate di ghiaccio.

Nel centro storico si può fare shopping, approfittando dei prezzi favorevoli e tax free, dovuti a particolari sgravi fiscali e facilitazioni. Visitate poi la seicentescachiesa di San Rocco e il MUS! Museo di Livigno e Trepalle.

Per un’esperienza insolita, potreste visitare la Latteria di Livigno, poco fuori dal centro storico, e il Birrificio Livigno in Via Pontiglia. Da non perdere poi una suggestiva cena in uno dei rifugi sulle piste e un pomeriggio in una spa per affrontare meglio le rigide temperature di Livigno.

Cervinia, Valle d’Aosta

Breuil Cervinia
Breuil Cervinia

Breuil-Cervinia, una delle più famose località valdostane appartenente al comune di Valtournenche, è un’ottima meta di montagna per le vacanze.

Breuil è il nome originale in francese e probabilmente deriva dalla voce arpitana braoulè che indica i piani paludosi di montagna, mentre Cervinia è il nome italiano risalente all’epoca fascista.

Il suggestivo paesino di Cervinia, a quota 2012, si trova poi vicino ad altre rinomate località come Chatillon, Saint Vincent e Aosta (50 km).

Cervinia inoltre è il regno degli sport invernali. Il comprensorio sciistico di Breuil Cervinia è tra i più grandi e spettacolari d'Italia.

Chi non ama sciare invece può dedicarsi a camminate, ciaspolate, trekking o godersi i panorami mozzafiato dal Plateau Rosa.

Dalla terrazza d’arrivo della funivia è possibile ammirare da vicino i grandi quattromila, dal Cervino al Monte Bianco, dal Gran Paradiso al Monte Rosa a tutte le cime svizzere del Vallese, per poi ritornare con lo sguardo a volo d’aquila in Italia e ammirare l’inconfondibile sagoma a punta del Monviso, in Piemonte.

Da qui è possibile raggiungere anche a piedi, meglio se accompagnati da una guida alpina per motivi di sicurezza, la Grotta di Ghiaccio, una delle meraviglie delle Alpi dove si possono ammirare fantastiche sculture.

È situata a 4.000 metri ed è raggiungibile con la funivia del Piccolo Cervino.

Se siete in cerca di adrenalina, potreste provare il parapendio o la scalata di una parete di ghiaccio, mentre i più prudenti possono fare un’escursione in motoslitta o guidare un go-kart sul ghiaccio.

Infine, chi ama camminare nella natura non dovrà perdere il lago Bleu, un meraviglioso lago alpino che a dicembre troverete completamente ghiacciato.

San Giovanni in Fiore, Parco Nazionale della Sila, Calabria

San Giovanni in Fiore
San Giovanni in Fiore

San Giovanni in Fiore è un borgo situato a 1049 metri di quota nel Parco Nazionale della Sila, il centro montano più grande della Calabria e il secondo borgo più alto della regione.

Qui si trova il Centro Fondo Carlomagno, il più grande complesso sciistico di fondo della Calabria, dove si possono noleggiare ciaspole e attrezzatura per altre attività outdoor.

L’esperienza da non perdere è lo sleddog, ovvero la traversata della Sila sulla neve in slitte trainate da splendidi cani Alaskan husky.

Le attività si svolgono su prenotazione nei weekend da metà gennaio a metà marzo, neve permettendo.

Lo sleddog nel punto più a sud d’Europa in cui praticarlo vi farà ammirare la bellezza della Sila, tra boschi, prati, laghi, fiumi e vette che raggiungono i 2.000 metri di altezza.

A circa 11 km dal paese di San Giovanni in Fiore poi si trova la Cascata di Arvo, alta circa 30 metri e situata nella Valle di Arvo.

Vale la pena visitare, infine, l'abbazia di San Giovanni in Fiore, un importante complesso monastico ed architettonico risalente al XII secolo.

L'abbazia fu fondata da San Giovanni da Fiore e ospitò anche una scuola benedettina, che formò molti dei più grandi intellettuali del sud Italia, tra cui il famoso filosofo e teologo francescano, Girolamo Savonarola. Oggi è patrimonio Unesco e una delle destinazioni turistiche più visitate della Calabria.

Alpe di Siusi, Trentino-Alto Adige

Alpe di Siusi
Alpe di Siusi

L’Alpe di Siusi è un altopiano dolomitico, situato in Alto Adige, nella parte occidentale delle Dolomiti, a una quota compresa tra i 1680 m s.l.m. e i 2350 m s.l.m.

È l'altopiano più grande d'Europa e si estende su una superficie di 57 kmq, circondato dal gruppo del Sassolungo, dalle Alpi settentrionali, dal parco naturale Sciliar Catinaccio e dalle montagne omonime.

L'Alpe di Siusi ha un comprensorio sciistico, inserito nel Dolomiti Superski, che conta 60 km di piste da sci e 80 km di tracciati per lo sci di fondo. In primavera e in estate, ci si può allenare nella corsa al Running Park Alpe di Siusi, oppure divertirsi al campo a 18 buche del Golf Club Castelrotto oltre alle altre attività all’aperto.

D’inverno, i più romantici invece possono concedersi una passeggiata a bordo di slitte trainate dai cavalli nei favolosi paesaggi imbiancati dell’Alpe di Siusi.

L’escursione è proposta dall’Adler Lodge Alpe. L’Alpe di Siusi inoltre vanta più di 60 km di sentieri invernali per escursioni e camminate con le ciaspole alla scoperta delle Dolomiti.

Riproduzione riservata