Idee di viaggio

I Trekking più belli delle Cinque Terre

Ecco quali percorrere assolutamente

Trekking alle Cinque Terre: i sentieri più belli da percorrere TREKKING Shutterstock
5/5

Tra i luoghi più suggestivi, ammirati e visitati d’Italia ci sono le Cinque Terre. Uno spicchio di Belpaese in cui cielo, mare e monti si fondono. E in cui colori e sapori così disparati danno vita a una vera e propria oasi di bellezza. 

Le Cinque Terre che hanno da sempre raccolto migliaia di turisti, negli ultimi anni hanno aperto i loro orizzonti allo slow tourism: il turismo lento delle passeggiate naturalistiche, che porta alla scoperta dei luoghi più remoti che spesso si nascondono attorno alle località principali. Ecco allora quali sono i 3 Trekking più belli (+1) delle Cinque terre, per riuscire ad ammirare questo territorio a tutto tondo.

Trekking più belli delle Cinque Terre

  • Il sentiero Azzurro
  • Via dei Santuari
  • Alta via delle Cinque Terre
  • Riomaggiore - Portovenere
  • Passeggiando in bicicletta 

cinque-terre_5

Il sentiero Azzurro

Il sentiero azzurro collega Riomaggiore a Monterosso al mare, attraversando anche i territori di Manarola, Corniglia e Vernazza. Si tratta di un itinerario lungo 12 km che si percorre in circa 5 ore, alternando vie più dolci a tratti più complessi che prevedono anche l’arrampicata. 

La vista sulle colline e a picco sul mare, però, ripaga di tutta la fatica. Questo sentiero è stato dichiarato patrimonio Unesco, sotto il nome di itinerario 592. Per attraversare il sentiero azzurro è necessario pagare un ticket di ingresso (7 euro per gli adulti, 5 per i bambini). Tutte i compensi derivanti dalle entrate sono poi reinvestiti nella manutenzione del sentiero stesso.

Via dei santuari

A differenza del sentiero Azzurro, la via dei santuari non è particolarmente adatta a una tipologia di camminante inesperto, visto che il percorso è piuttosto tortuoso. Una particolarità di questo itinerario è quello di essere un percorso a tema: le varie tappe e località, infatti, sono collegate da una serie di Chiese e luoghi di culto, come è facilmente intuibile dal nome della via stessa. 

Si tratta nello specifico dei santuari più celebri della zona delle Cinque Terre: Nostra Signora della Salute a Manarola, Nostra Signora delle Grazie a San Bernardino, Nostra Signora di Montenero a Riomaggiore, Nostra Signora di Regio a Vernazza e Nostra Signora di Soviore a Monterosso.

LEGGI ANCHE: TREKKING SUL MARE IN LIGURIA

Alta via delle Cinque Terre

Questo itinerario collega Portovenere a Levanto, attraversando buona parte del parco nazionale delle Cinque Terre. Si tratta di un sentiero di circa 40 km che raggiunge anche gli 800 metri d’altezza nel suo punto più alto. 

Solitamente si percorre in non meno di due giorni, prevedendo piccole soste in cinque tappe intermedie: Campiglia, Colle del Telegrafo, Monte Marvede, Foce Drignana, Colle di Gritta. Per accedere all’Alta via delle Cinque Terre non occorre pagare alcun biglietto d’ingresso.

Sentiero dell'Infinito

Il sentiero che va da Riomaggiore a Portovenere misura circa 12 km e si percorre in circa 6 ore di cammino. Il cammino inizia a Riomaggiore e passa il santuario di Montenero giungendo fino a Portovenere. 

Passeggiando in bicicletta 

Un percorso ciclabile – ma attraversabile anche a piedi – che attraversa le Cinque Terre e ne offre un ulteriore e affascinante punto di vista. La pista in questione è stata ricavata da vecchie gallerie ferroviarie, parte da Framura e arriva fino a Levanto. 

L’intero percorso è lungo 5 km, è possibile attraversarlo in sella alla propria bike o, nel punto di partenza, è possibile noleggiare una bici. Lungo tutto il sentiero è consigliato fermarsi, scegliendo alcuni punti di sosta strategici tra calette, spiagge e alture panoramiche. 

Mappa sentieri 

Autore: Paola Toia

Scopri