Idee di viaggio

Castello di Brolio: come visitare il regno del Chianti

Vicino Siena c'Γ¨ un castello dove Γ¨ stato inventato il Chianti e che vi farΓ  innamorare della sua bellezza e magnificenza.

WEEKEND Shutterstock
5/5

A Gaiole in Chianti, a 20 km da Siena, c'è un castello antichissimo che risale all'epoca longobarda e che è legato alla nascita ed alla produzione di uno dei vini più apprezzati del mondo: il Chianti.

Da oltre 10 secoli il Castello di Brolio domina le vallate nella parte meridionale del Chianti Classico, da un'alta e solitaria collina. Oggi si può visitare per assaporare a pieno il Chianti e i suoi segreti.

Castello di Brolio

Sin dal 1141 il castello appartiene alla famiglia toscana dei Ricasoli. Già in epoca rinascimentale era stato trasformato in una signorile residenza ed a metà del '600 alcuni documenti attestano già la produzione di vini pregiati, venduti in tutto il mondo.

La vera svolta nella viticoltura avviene però con Bettino Ricasoli, il Barone di Ferro. Sul finire dell'800, dopo anni di studi e sperimentazioni, il Barone definì l'uvaggio per il Chianti Classico.

Secondo la leggenda nelle notti di luna piena, nei dintorni del castello, si aggira il fantasma di Bettino Ricasoli che passeggia da solo o a cavallo seguito da una muta di cani da caccia. Addirittura sembra che il letto del barone sia stato trovato disfatto in più occasioni dopo la sua morte, proprio come se qualcuno ci avesse dormito.

Cosa vedere 

I giardini all'italiana con le caratteristiche forme geometriche e il parco romantico che circonda il castello sono alcuni dei gioielli di Brolio. Dal giardino la vista spazia su vigneti a perdita d'occhio fino al profilo, quando il cielo è particolarmente sereno, di Siena. 

All'interno del Castello si può visitare la Cappella di San Jacopo con la cripta affrescata ed un museo con le armi appartenute alla famiglia e documenti e oggetti di Bettino Ricasoli.

Come visitare il Castello di Brolio

Qui trovate tutti i tour (tutti a pagamento) per visitare il castello. Ci sono i tour dei vigneti, le degustazioni, i picnic...

Il tour classico prevede la visita libera e senza guida ai giardini del castello.

Mappa e cartina

Scopri
​