Firenze

Il Museo delle Cappelle Medicee di Firenze

Museo delle Cappelle Medicee a Firenze:

Il Museo delle Cappelle Medicee di Firenze è un complesso di spazi espositivi che fa parte della Basilica di San Lorenzo, progettata dal Brunelleschi e che ospita, tra le tante preziose opere, anche la Sagrestia Nuova di Michelangelo, capolavoro di architettura e scultura rinascimentale e luogo in cui sono stati sepolti due tra i più importanti esponenti della nobile famiglia fiorentina: Giuliano e Lorenzo de’ Medici. 

PRENOTA I BIGLIETTI PER IL MUSEO DELLE CAPPELLE MEDICEE 

Museo delle Cappelle Medicee: La struttura e l’ingresso

Il museo delle Cappelle Medicee fu fondato nel 1869 ed è composto da due parti principali che sono dei prolungamenti dell’abside della basilica di San Lorenzo. La prima è – come detto – la Sagrestia Nuova, edificata da Michelangelo dal 1519, la seconda è la cappella dei Principi, eretta secolo successivo e completamente ricoperta da marmi e pietre preziose, luogo di sepoltura dei granduchi di Toscana e dei loro familiari più stretti. 

A completare la struttura del museo c’è la cripta che è stata costruita dall’architetto Buontalenti proprio sotto la cappella dei Principi. Oltre alla basilica e alle Cappelle il complesso di San Lorenzo comprende due chiostri e la celebre Biblioteca Laurenziana, anch’essa realizzata su progetto di Michelangelo.

cappelle-medicee

La Sagrestia Nuova di Michelangelo

La parte più importante e celebre del complesso museale delle Cappelle Medicee è sicuramente la Sagrestia Nuova progettata e realizzata da Michelangelo. 

Fu eretta tra il 1520 e il 1559 ed è celebrato come uno dei massimi capolavori del maestro di Buonarroti che disegnò la Sagrestia e realizzò anche i due celebri monumenti funerari collocati al suo interno. 

La struttura è cubica, con una lanterna che domina la cupola semisferica che sovrasta la struttura; un disegno architettonico che prende spunto dal Pantheon di Roma. 

Non solo Michelangelo però, al completamento della Sagrestia collaborarono anche gli architetti Giorgio Vasari e Bernardo Buontalenti. 

Sulle pareti orientale ed occidentale del sacrario, si ergono maestosi i due monumenti funerari, con le statue di Lorenzo Duca di Urbino e Giuliano Duca di Nemours, ritratti come condottieri romani e affiancati da quattro diverse sculture che ritraggono quattro diversi momenti: il giorno, la notte, l’alba e il tramonto. La Sagrestia Nuova ospita anche la celebre statua della Madonna Medici, scolpita sempre da Michelangelo tra il 1521 e il 1534 e collocata sopra la tomba di Lorenzo il Magnifico.

SCOPRI LE ATTRAZIONI E I MUSEI DA VISITARE A FIRENZE

Le cripte

All’interno del museo delle Cappelle Medicee sorgono anche due cripte. La prima, la più grande, è stata edificata – come detto – sotto la Cappella dei Principi.

Da qui si entra nell’are museale e si può visitare la mostra permanente nella quale è esposto il Tesoro di San Lorenzo: una collezione formata da reliquari, oggetti liturgici, vasi in cristallo di rocca e pietre dure, argenti ed altri preziosi oggetti di arte applicata donati dalla famiglia dei Medici alla basilica di San Lorenzo nel corso degli anni di dominio sulla città di Firenze. 

Oltre alla cripta principale c’è anche la cosiddetta Cripta Lorenese, più piccola della prima e nicchia nella quale sono ospitate le tombe della famiglia Medici-Lorena ed il monumento funebre a Cosimo il Vecchio (1467) realizzato dall’artista Andrea del Verrocchio. 

La Cappella dei Principi

La Cappella dei Principi fu costruita tra il 1604-1640 dall’architetto Matteo Nigetti su progetto originale di Don Giovanni de’ Medici, membro influente della famiglia ed esperto di architettura. 

La struttura della Cappella è di forma ottagonale e il mausoleo è completamente ricoperto da pietre dure e marmi che accolgono i grandi sarcofagi, realizzati in granito, di sei Granduchi di Toscana. I lavori per la realizzazione durarono oltre tre secoli e furono molto complicati, sia per la lavorazione dei materiali che per il loro altissimo costo. La cappella, infine, è uno dei pochi esempi di barocco che si possono trovare nella città di Firenze. 

Prenotazioni e biglietti

Per visitare le Cappelle Medicee è preferibile prenotare una visita sul sito ufficiale. I costi variano dai 15 ai 3 euro a seconda dell’età. 

Autore Paola Toia

Foto: ©  Bernard Barroso/Shutterstock

Riproduzione riservata