Idee di viaggio

Terme sul lago di Garda, i centri termali più belli da visitare

Ecco i migliori spot per benessere e relax

Terme Lago di Garda: i centri termali più belli da visitare LAGO Shutterstock
5/5

Per un weekend romantico o una vacanza formato famiglia, il lago più grande d’Italia, il lago di Garda è sempre una meta ideale per le vacanze.

Oltre a borghi caratteristici, colline ideali per le escursioni a contatto con la natura e a un clima mite che lo rende il luogo perfetto per le vacanze durante tutto l’anno, il lago di Garda può contare anche sul fascino delle terme. Ecco i centri termali più interessanti da visitare

Terme sul lago di Garda, i centri termali più belli da visitare

  • Terme di Sirmione
  • Terme di Colà Lazise
  • Terme di Caldiero
  • Terme Aquardens di Verona
  • Terme di Comano

Foto: © Elena Lysenkova/Shutterstock

Terme di Sirmione

Ricca di storia e di bellezze naturali, Sirmione resta oggi una delle località termali più conosciute e rinomate della Lombardia e dell’Italia intera, soprattutto grazie alle sue acque sulfuree. Sorge nella parte meridionale del Lago di Garda, l’acqua nasce nel bacino del Monte Baldo e sgorga dalle sorgenti Baiola, Catullo e Virgilio ad una temperatura di 69 gradi. 

Queste acque, così come i fanghi, hanno proprietà terapeutiche che riescono a curare naturalmente patologie otorinolaringoiatriche, bronco pneumologiche, reumatologiche ortopediche, dermatologiche e ginecologiche.

Terme di Colà Lazise

A pochi chilometri da Verona sulle sponde del lago di Garda sorge il comune di Colà Lazise che vanta un singolare e importante primato, è infatti considerato “primo comune libero d’Italia” poiché nel 983 i suoi abitanti chiesero all’imperatore Ottone II di poter godere di autonomie giuridiche e fiscali, l’imperatore per mantenere buoni rapporti con la popolazione e usarne il territorio per la difesa delle sue truppe gliela concesse. 

Più che per la storia, Lazise è oggi conosciuta però per il meraviglioso Parco situato a Colà (frazione territoriale annessa) in cui si trova il Centro termale di Garda. Situato in un parco di 13 ettari può contare su piscine termali, fontane e grotte. 

Le sue sorgenti sono considerate acqua minerale termale “bicarbonato-calcio-magnesiaca” da bere. Quest’acqua è quindi utilizzata nella cura di malattie reumatiche, cutanee e riabilitative. All'interno del parco sorge anche la settecentesca Villa dei Cedri e un laghetto in cui convogliano le acque termali aperto ai bambini.

Foto: ©Elena Lys/Shutterstock

Terme di Caldiero

Storia e modernità si fondono nel piccolo centro del veronese di Caldiero, area anche questa ricca di acque termali. A Caldiero si trovano le Terme di Giunone con le due antiche e caratteristiche vasche di pietra: la Brentella (circolare) e la Cavalla (a forma di mezzaluna). 

Accanto alle “vasche” è possibile visitare anche il parco acquatico con piscine e scivoli che rendono Caldiero una località turistica anche a misura di bambino. L’acqua degli stabilimenti è ipotermale ed è ritenuta adatta ad essere bevuta per le sue proprietà terapeutiche. 

Terme Aquardens di Verona

Tra le dolci colline della Volpicella sorge il complesso delle terme Aquardens, un grande Parco di 5200 mq aperto tutto l’anno con 11 tra vasche e piscine, realizzate al chiuso e all’aperto. Studiata come centro benessere la struttura ha percorsi acquatici, saune, punti di ristoro e bar. 

Queste acque sono un vero toccasana per il sistema immunitario, ideali anche per curare patologie reumatiche. Nel parco sono situati inoltre spazi attrezzati per bambini e un centro wellness di 1.500 metri quadri con SPA.

Terme di Comano

A 25 km del lago di Garda, in Trentino, nel comune di Stenaco sorgono le famose Terme di Comano. Ad accogliere i visitatori, un meraviglioso parco di 14 ettari che può contare sulla fauna secolare, laghi e percorsi della salute. 

Qui, infatti, si trovano le famose sorgenti la cui efficacia terapeutica è conosciuta in tutta Europa. Le acque delle terme di Cumano oltre che ad avere proprietà diuretiche sono conosciute anche perché utilizzate per la cura di psoriasi e dermatiti.

Autore: Paola Toia

Foto: ©​​ ​​pointbreak/Shutterstock

Scopri