Sicilia

Sperlinga e il suo castello rupestre

Testo alternativo

In Sicilia, tra i monti Nebrodi e le Madonie, a meno di 50 km da Enna, c’è un borgo bellissimo tra i meno conosciuti d’Italia.

Sperlinga in dialetto significa spelonca. Non a caso il castello è scavato nella roccia a formare tante spelonche.

GUARDA ANCHE: L’ARTE CLANDESTINA IN SICILIA, IL PERCORSO CHE TI FARA’ AMARE L’UMANITA’

sperlinga-borgo

Castello di Sperlinga

Le prime stanze e fortificazioni del castello di Sperlinga furono scavate probabilmente dai Siculi, prima dell’arrivo dei Greci e dei Romani. I Normanni aggiunsero poi altre costruzioni esterne e ne scavarono di altre. I castelli rupestri sono rari e quelli di Sperlinga è uno dei più belli del genere.

sperlinga_1

Ai piedi del castello nacque sul finire del ‘500 il borgo omonimo. 

Le “frazzate” sono coloratissimi tappeti tessuti a mano su vecchi telai in legno secondo trame tradizionali. Nei laboratori artigianali del borgo le producono ancora come un tempo.

Foto e immagini

#sperlinga #sicilia #italia #borghipiubelliditalia

Una foto pubblicata da Minnaert Mike (@conoscitore) in data: 6 Gen 2016 alle ore 09:57 PST

Mappa e cartina

#castellomedievale #sperlinga #sottolaneve

Una foto pubblicata da Filippo Altomare (@filippoaltomare) in data: 17 Gen 2016 alle ore 05:53 PST

#sperlinga #sottolaneve

Una foto pubblicata da Filippo Altomare (@filippoaltomare) in data: 17 Gen 2016 alle ore 05:50 PST

#italy

Una foto pubblicata da Salvatorefoto1970 (@salvatorefoto1970) in data: 27 Dic 2015 alle ore 22:36 PST

Riproduzione riservata