Idee di viaggio

Maldive del Salento, come arrivare a Marina di Pescoluse

Il mare più bello a sud della Puglia: un paradiso tropicale di sabbia bianca e acque turchesi lungo 7 km

Maldive del Salento: come arrivare a Marina di Pescoluse MARE Shutterstock
2.7/5

Sabbia chiarissima, quasi bianca, acque cristalline, fondali bassi e morbide dune modellate dal vento, dove fioriscono profumati gigli bianchi. È l’immagine da cartolina del Salento che coincide perfettamente con la realtà. 

Il tratto di costa pugliese dove il mar Ionio e il mar Adriatico si incontrano è caratterizzato da ampie spiagge di sabbia lambite da incantevoli acque turchesi. Ecco perché vengono chiamate Maldive del Salento. È un tratto di costa che si estende lungo circa sette chilometri tra Torre Pali e Torre Vado, in provincia di Lecce, sul litorale ionico della Puglia. Marina di Pescoluse è il cuore di questo paradiso tropicale a due passi da casa.

Maldive del Salento, come arrivare a Marina di Pescoluse

Il nome Maldive del Salento è in realtà quello di uno storico stabilimento balneare, nato nel 2000 e tuttora aperto, che si trova appena a nord di Pescoluse, fulcro di questo tratto di costa dalla bellezza tropicale. Negli anni poi il nome Maldive del Salento è stato comunemente associato alle spiagge e all’intera zona lungo questo tratto di litorale.

Lo stabilimento Maldive del Salento a Pescoluse

Lo stabilimento balneare che per primo ha usato il nome di Maldive del Salento si trova, da 22 anni, a Marina di Pescoluse. È un lido facilmente accessibile a tutti, che offre lettini e ombrelloni, oltre a wi-fi libero, una fornita edicola, un tabacchi, docce calde e fredde, un ristorante e un bar in spiaggia. 

Chi invece desidera la tranquillità di uno spazio più riservato con tutti i comfort dello stabilimento balneare può prenotare uno dei gazebo in legno con tende bianche, posizionati nelle prime file della spiaggia davanti al mare paradisiaco delle Maldive del Salento.

Le altre località lungo la costa delle Maldive del Salento

Pescoluse è indubbiamente il cuore delle Maldive del Salento, ma l’intero tratto di costa, in alcune località come Lido Marini, Torre Pali e Posto Vecchio di Salve, Torre Vado o la marina di San Gregorio è altrettanto suggestivo. 

Il tratto di costa delle Maldive del Salento comprende infatti numerosi altri stabilimenti balneari. Oltre lo storico lido di Pescoluse vale la pena vedere: il Lido Le 5 vele Maldive del Salento sempre a Pescoluse, dotato di un giardino attrezzato con uno spazio adatto ai più piccoli; il Lido Sunrise I-Beach ancora a Pescoluse; il Lido Venere a Torre Vado con una vasta scelta di servizi. Alcuni di questi eleganti stabilimenti balneari la sera diventano il fulcro della movida.

Se invece preferite le spiagge libere, camminate lungo la spiaggia per trovare il vostro angolo ideale tra le dune di sabbia bianca e il mare turchese. 

Cosa vedere nei dintorni delle spiagge 

Se non siete tipi da spiaggia tutto il giorno e il clima lo consente, potreste esplorare i dintorni delle Maldive del Salento. Per esempio il territorio di Salve, è uno scrigno di importanti tesori archeologici, dove vedere grotte preistoriche, monumenti megalitici, necropoli e antichi insediamenti umani.

In particolare, la zona di contrada Fani, con un passato di circa 70 mila anni, vanta reperti come i dolmen Argentina e Cosi. A Salve quindi i siti archeologici da vedere sono: la Chiusa dei Fani, insediamento messapico abitato negli anni che vanno dal 1550 a.C. al 470 a.C.; Spigolizzi, villaggio dell’Età del Bronzo Medio (XVI-XV secolo a.C.); la Grotta Montani e la Grotta Febbraro; i Tumuli in località “don Cesare” e Tomba Megalitica in località “Montani”. 

Altrimenti si può visitare il Parco Astronomico San Lorenzo a Casarano, dove vedere il Planetario Digitale 3D, osservare il cielo con potenti telescopi e visitare il Museo del Cosmonauta. I viaggiatori invece interessati a tour gastronomici potrebbero visitare i frantoi ipogei nascosti nel sottosuolo salentino. Vicino alle Maldive del Salento potreste vedere il Frantoio Gallipoli nel sottosuolo di Palazzo Granafei, i frantoi di Presicce, di Morciano di Leuca o di Noha.

Come arrivare alle Maldive del Salento

La macchina è sicuramente il mezzo ideale per arrivare alle Maldive del Salento. 

Per raggiungerle si può scegliere tra due itinerari che partono da Gallipoli: potreste prendere la SS274, uscire al paese di Salve e proseguire per Pescoluse, oppure prendere la litoranea (SP215, SP88) che collega Gallipoli a Santa Maria di Leuca e una volta attraversata Torre Pali sulla SP19 siete arrivati a destinazione. A circa metà strada tra Torre Pali e Pescoluse troverete lo stabilimento omonimo.

Quando andare alle Maldive del Salento

Potendo scegliere, non andate alle Maldive del Salento ad agosto, ma durante i mesi estivi in cui di solito sono meno affollate, l’ideale è giugno o settembre. 

Autore: Francesca Ferri

Scopri