Lecce

Capodanno a Lecce, cosa fare e dove andare

Capodanno a Lecce

Città di architetti, scalpellini e artisti, Lecce è soprattutto la città del barocco e dei ricami in pietra.

Capoluogo dell’omonima provincia e centro culturale del Salento, Lecce è una delle più affascinanti città del Sud Italia.

Soprannominata “la Firenze del sud”, Lecce stupisce con le sue bellezze artistiche e architettoniche.

Lecce
Lecce a Capodanno

Le sue antichissime origini messapiche e le rovine romane, unite alla ricchezza del barocco, fanno di Lecce una città unica.

Le vie del centro costituiscono un museo a cielo aperto, dove si incontrano opere d’arte di epoca romana, medievale e rinascimentale. Ma la città è caratterizzata dal barocco, uno stile architettonico che si diffuse a Lecce nel Seicento, durante la dominazione spagnola, e fu interpretato in modo talmente originale da dar luogo alla definizione di “barocco leccese”. 

Uno stile inedito anche per l’utilizzo della pietra leccese, un tipo di materiale calcareo, dai colori caldi e facilmente modellabile.

Ne è un esempio la meravigliosa piazza del Duomo, dove si trova la Cattedrale SS. Assunta, con un campanile e due facciate, una sobria e l’altra molto decorata, il palazzo Vescovile, di epoca rinascimentale, con il suo splendido loggiato, e il palazzo del Seminario, particolare per la facciata decorata a bugnato e il chiostro interno. 

La maggior espressione del barocco leccese però è la basilica di Santa Croce, insieme all’attiguo convento dei Celestini.

Così continuando a passeggiare per il centro noterete l’esuberanza e il fasto del barocco in numerose altre chiese e palazzi.

Mentre tra le maggiori testimonianze di epoca romana Lecce conserva l’anfiteatro di forma ellittica e la colonna romana con accanto la statua bronzea del patrono. Il castello, invece, del XIII secolo, riedificato per ordine di Carlo V nel ‘500 oggi ospita numerose mostre d’arte e iniziative culturali. 

Lecce è una città molto viva, quindi un’ottima meta dove festeggiare il Capodanno in Puglia, tra arte barocca, cultura e tradizione salentina.

Capodanno a Lecce tra feste in piazza e cenoni

Lecce
Lecce

Come ogni anno in una piazza del centro storico di Lecce si festeggia con concerti e dj set fino ai fuochi d’artificio di mezzanotte.

Tutto il centro di Lecce ad ogni modo è in festa nell’ultima notte dell’anno, in attesa di accogliere il nuovo con tutta la gioia di vivere salentina.

Chi invece preferisce un cenone gourmet in una cornice elegante potrebbe scegliere una delle tante serate organizzate nelle meravigliose masserie, ville e tenute di Lecce e dintorni, tra cui la Masseria Appidé a Corigliano d’Otranto, la Tenuta Santicuti ad Acaya, Villa Zaira a Maglie, Sangiorgio Resort a Cutrofiano o Villa Elda a Ugento che ha in programma una serata a tema Belle Époque.

Inoltre, merita la dimora storica Torre del Parco, una fortezza medievale risalente al XV secolo situata nel cuore di Lecce, che attende l’arrivo del nuovo anno con un tripudio di luci, musica dal vivo, dj set e prelibatezze. 

Girovagare nel Salento 

Otranto
Otranto

Da sempre considerata la Porta d’Oriente, il Salento è una terra magica di mare, sole e vento.

Tra la costa alta e rocciosa d’Oriente e quella bassa e sabbiosa d’Occidente, un mare di ulivi, muretti a secco, masserie, città barocche e borghi millenari.

Una terra dominata da Greci, Romani, Arabi, Normanni, Svevi, Angioini e Aragonesi, il Salento è uno scrigno di storia, arte, cultura, natura selvaggia e buona cucina.

Quindi dopo aver visto Lecce, la città del barocco e dei ricami in pietra, capoluogo dell’omonima provincia e centro culturale del Salento, esplorate il Salento, che ha un suo fascino anche d’inverno. Visitate Otranto: “il punto più a Oriente d’Italia è da millenni una città porto”, disse lo scrittore jugoslavo Predrag Matvejevic.

I suoi antichi reperti archeologici raccontano dei commerci con la Grecia, Creta e tutte le civiltà del Mediterraneo.

Inserita nella lista dei “borghi più belli d’Italia”, oltre ad essere patrimonio Unesco, Otranto acceca con la sua luce del Mediterraneo quando camminerete nel centro storico, tra strade lastricate, vicoletti che conducono al mare, l’incrocio con le palle di granito delle bombarde saracene e il giro dei bastioni.

Il centro abitato più a sud della Puglia poi è Santa Maria di Leuca, ultimo baluardo del Salento, dove il mar Adriatico incontra lo Ionio, perciò conosciuta nell’antichità come il finis terrae.

Sulla costa ionica invece si trova Gallipoli, un’incantevole città a circa 40 km da Lecce. Gallipoli è divisa in due zone: il centro storico, che sorge su un’isola di natura calcarea, e il borgo nuovo, collegato all’isola mediante un ponte in muratura risalente al XVII secolo.

Nel Salento interno, invece, spiccano borghi come Presicce, città dell’olio e degli ipogei, Specchia, uno dei borghi più belli d’Italia, Acaya, tra i meno noti del Salento, ma anche Galatina, Nardò e Calimera. 

Relax in spa 

Chi invece non è in vena di veglioni e serate mondane potrebbe concedersi una pausa di meritato benessere in un hotel e resort di Lecce con spa privata, dove magari brindare a mezzanotte in una calda piscina e risvegliarsi il primo giorno dell’anno con un massaggio romantico.

A Lecce avrete ampia scelta: il ReLuxe Private Wellness con piscina privata sotto le volte in pietra di un palazzo ottocentesco, il raffinato Palazzo Lecce – Epoca Collection, il Palazzo Maresgallo Suites & Spa con elegante centro benessere tra le volte cinquecentesche in pietra leccese.

Nei dintorni di Lecce, a Ugento si trova la Masseria Fontanelle, una tipica struttura del 1600 con pareti in calce bianca e una romantica area benessere.

A Otranto, invece, l’Hotel Basiliani della collezione CDSHotels vanta il più grande centro benessere del Salento, “Il Melograno”: 2000 metri quadrati che comprendono una zona umida con tre piscine interne riscaldate a diverse temperature, di cui una di 220 mq dotata di lettini idromassaggio, sauna finlandese, bagno turco, aromarium, docce emozionali, una sala hammam e zona relax con tisaneria.

Un gioco di sentieri e vialetti nella tipica pietra pugliese conducono a questa moderna spa dove ritrovare il benessere e riscoprire l’armonia tra mente e corpo.

Chi vuole concedersi delle coccole potrà scegliere tra trattamenti al fango termale, trattamenti viso acqualuce, massaggi antistress, californiano, rilassante o rituali di benessere. Il centro vanta inoltre una spa suite dedicata alla coppia con servizi esclusivi. 

Riproduzione riservata