Italia

Firenze Segreta: i posti meno conosciuti da vedere in città

Villa Demidoff

Firenze è una delle città più belle e visitate al mondo. È un museo a cielo aperto ed è la patria di alcune delle più grandi opere d’arte e architettoniche di tutto il mondo. 

Famosa per gli Uffizi, il Campanile di Giotto e la Cupola del Brunelleschi, Firenze ha un lato segreto e poco conosciuto che vi invitiamo a scoprire (specie se avete deciso di tornare a visitarla). Ecco i posti più belli e meno conosciuti di Firenze

SCOPRI ANCHE: FIRENZE GRATIS

Firenze Segreta: i posti meno conosciuti da vedere 

Eleganti arredi, preziosi lampadari e volte affrescate. Visitare la più antica Farmacia d’Italia è come fare un viaggio nel tempo, fino all’anno della sua nascita nel 1221. L’Officina profumo-farmaceutica di Santa Maria Novella è una gemma segreta della città la cui storia iniziò quando i monaci domenicani della vicina Basilica di Santa Maria Novella, iniziarono a coltivare erbe per fare balsami, pomate e medicine per la loro infermeria. 

santa-maria-novella-officina

Passeggiando per Firenze avete mai fatto case a delle piccole finestrelle sulle mura? Sulle facciate dei palazzi nobiliari infatti esistono numerose aperture, delle vere e proprie finestrelle di piccole dimensioni, usate per la vendita del vino: sono le Buchette del vino, utilizzate sin dal ‘500 per la vendita di vino, in bicchiere o in fiaschetta. Oggi sono in funzione quelle della gelateria Vivoli in pieno centro a Firenze, Babae in via Santo Spirito, Osteria delle Brache in piazza Peruzzi, Il Latini in via dei Palchetti.

LEGGI ANCHE: PALAZZO STROZZI

  • Grotta del Buontalenti 

Nel giardino di Boboli c’è una grotta artificiale realizzata dall’architetto Buontalenti. Interamente decorata da stalattiti, sia internamente che esternamente, la Grotta di Buontalenti venne commissionata da Francesco I de ‘Medici.

Si compone di tre ambienti comunicanti tra loro e decorati dagli affreschi di Bernardino Poccetti.

buontalenti_1

Sono più di 50.000 gli oggetti in mostra al Museo Stibbert di Firenze, uno scrigno di meraviglie ospitato all’interno di una incredibile villa. Il museo è uno dei più interessanti esempi di eclettismo ottocentesco. Frederick Stibbert ereditò una incredibile fortuna da suo nonno Giles, governatore generale del Bengala. L’uomo iniziò a raccogliere migliaia di opere che espose nella sua villa di Montughi.

A Firenze c’è un posto speciale, dove si ci cura con i libri. È la piccola farmacia letteraria e si trova in Via Ripoli, nel quartiere Gavinana. È un piccolo paradiso per chi ama leggere ma con una missione particolare: curare l’anima con i libri.

  • Anfiteatro Romano di Firenze

Sapevate che Firenze ha il suo anfiteatro? Fu realizzato nel II secolo e i suoi resti si trovano tra piazza dei Peruzzi, via dei Bentaccordi e via Tòrta.

  • Borgo San Jacopo

Verso il quartiere Oltrarno, dall’altra parte del fiume Arno, Borgo san Jacopo è il quartiere meno affollato e più bello della città. Senza folla e turisti, da una strada segreta vicino a Ponte Vecchio, potrete ammirare splendidi palazzi e godere di una vista privilegiata sul ponte e sul fiume. 

  • La street art di Clet

Passeggiando per la città, potrete ammirare le opere sulle insegne stradali dell’artista Clet. Potrete far visita anche al suo Clet Abraham Studio, il suo spazio espositivo che si trova nel quartiere di San Niccolò. 

  • Villa Demidoff

A soli 30 minuti dal centro storico di Firenze, Villa Demidoff è un’elegante villa con un bellissimo giardino dove si nasconde una maestosa statua cinquecentesca del Colosso dell’Appennino realizzato dal Giambologna. 

  • La Specola

Il Museo della Specola è il più antico museo scientifico d’Europa e ospita la più grande collezione di cere anatomiche al mondo create tra il 1770 e il 1850. Il museo si trova in Via Romana, 17 (vicino a Palazzo Pitti).

Riproduzione riservata