Piemonte

Borghi del Monferrato: i più belli da scoprire

Borghi Monferrato

Colline verdi coltivate a vite, boschi di frassino, stradine bianche e tanti piccoli borghi di stampo medioevale caratterizzano il magnifico territorio del Monferrato in Piemonte.

Incastonato tra le province di Asti e Alessandria, il Monferrato è una zona collinare scrigno di tradizioni riconosciuto come Bene Patrimonio dell’Umanità Unesco. 

I numerosi borghi circondati da vigneti come Cella Monte, Olivola, Moleto, Vignale, Trisobbio, Tagliolo, Rocca Grimalda, Tagliolo, Frassinello, Molare o i boschi di Ovada sono perle che rendono il Monferrato una meta ideale per un tour tra paesaggi morbidi e ricchi di panorami incantevoli, atmosfera sospesa nel tempo, botteghe artigiane e attrazioni sotterranee come i famosi Infernot, le tipiche grotte scavate sotto le case dove venivano conservati i vini.

Castelli e fortezze di origine medievale, musei che raccontano la storia locale o cantine dove degustare vino eccezionale sono il tesoro di un territorio autentico ancora fuori dai grandi circuiti turistici.

Moncalvo, Asti

Moncalvo
Moncalvo

Il borgo storico di Moncalvo detiene il primato di città più piccola d'Italia, ma è nonostante le sue dimensioni compatte è pieno di meraviglie con un centro abitato medioevale dove si trovano ancora sezioni del vecchio castello, da cui si gode di una vista panoramica sulle colline del Monferrato.

Passeggiando tra le sue vie s’incontrano botteghe, palazzi storici come Casa Lanfrancone, la casa dei marchesi del Monferrato e Palazzo Testa Fochi, piazze e chiese come quelle di San Francesco e della Madonna delle Grazie.

Al tramonto poi il centro storico di Moncalvo si tinge di tutte le sfumature cromatiche del sole che si spegne regalando una suggestiva luce che bacia i tetti delle sue case. 

Cocconato

Cocconato
Cocconato

Tra i Borghi più belli d’Italia e quindi anche tra quelli del Monferrato Cocconato vanta stretti vicoli acciottolati, scalinate, portici, chiese come quella di Santa Caterina antiche e palazzi storici come il Palazzo Comunale affacciati su scorci panoramici delle colline circostanti.

Imperdibile durante la visita di Cocconato è la tappa presso l’antica farmacia in centro rimasta intatta e carica di fascino fin dal ‘700.

Rosignano Monferrato, Alessandria

Rosignano Monferrato
Rosignano Monferrato

Compatto e romantico il borgo di Rosignano è tra i più rinomati del Basso Monferrato grazie all’antico Castello di Uviglie che, con la sua torre merlata, domina il paese dalla cima di una collina immersa nel verde.

Quando si visita il castello è anche possibile prendere parte a visite guidate che includono anche il tour delle cantine storiche, dove ancora oggi si producono gli squisiti vini del Monferrato.

Tra i vicoli intrecciati del centro abitato si alternano edifici storici affacciati sulla Piazza Sant’Antonio e antiche chiese come quelle di Sant’Antonio e San Vittore, mentre la suggestiva Chiesetta di Sant’Eusebio è  nel cuore parco. Da segnalare c’è anche una simpatica panchina gigante da cui si scorge un magnifico panorama.

Cella Monte, Alessandria

Cella Monte
Cella Monte

Cella Monte è un altro tra i borghi del Monferrato a essere ufficialmente inserito tra i più belli d’Italia. Il paese mantiene intatta la sua affascinante atmosfera medioevale con massicci edifici in pietra lambiti da stradine acciottolate costellate da ornamenti e cantine storiche come quelle scavate nei sotterranei e ancora visitabili.

Qui si può visitare l’Ecomuseo della Pietra da Cantoni, che racconta la storia della pietra locale con cui è stato costruito il centro abitato oppure si può camminare lungo i diversi e panoramici percorsi di trekking che si snodano dal borgo.

Ozzano Monferrato, Alessandria

Ozzano Monferrato
Ozzano Monferrato

Bandiera Arancione del Touring Club per le sue doti di eccellenza e tradizione il borgo di Ozzano è conosciuto come la sede degli Infernot, ovvero delle cantine sotterranee scavate nella pietra che ancora utilizzate per custodire le bottiglie di vino alla giusta temperatura e grado di umidità.

Queste cantine nascoste sono un patrimonio culturale tutelato dall’Unesco ed è possibile visitarle con dei tour che includono imperdibili degustazioni del vino locale prodotto da aziende agricole.

Anche in superficie Ozzano ha tanto da offrire a chi la visita come la Casa Bonaria – Simonetti, in stile tardo gotica e la chiesa di San Salvatore adornata con affreschi cinquecenteschi che regala una spettacolare vista dall’alto sui tetti di Ozzano.

Montiglio Monferrato, Asti

Montiglio Monferrato
Montiglio Monferrato

Il borgo di Montiglio Monferrato è un caratteristico borgo nell’astigiano arroccato in collina sulla Valle Versa tra castelli, pievi romaniche, chiese e palazzi nobiliari. Qui gli enti locali organizzano una fiera del tartufo con stand all’aperto allestiti nel suggestivo centro storico.

Montiglio è noto anche come il paese delle meridiane, con oltre cinquanta esemplari rintracciabili sulle facciate delle case o all’interno dei cortili.

Acqui Terme, Alessandria

Acqui Terme
Acqui Terme

Acqui Terme è un piccolo comune in provincia di Alessandria nell’alto Monferrato, rinomato per i suoi centri termali.

In questo luogo salute e benessere sono i benefici effetti derivanti da bagni solforici e curativi già attivi in epoca romana.

Oggi l’intera località sembra ancora rappresentare un ottimo mix tra strutture organizzate intorno alle fonti di acque termali, rovine storiche come i resti di un antico acquedotto romano e ovviamente succulente prelibatezze della cucina piemontese.

Nizza Monferrato, Asti

Nizza Monferrato
Nizza Monferrato

Piccola gemma nascosta nel Monferrato è il borgo di Nizza Monferrato in provincia di Asti.

Situato ad un’altezza media di 138 metri s.l.m., il comune si trova nella Valle Belbo, circondata dagli splendidi paesaggi collinari del Monferrato.

Il borgo custodisce una serie di edifici storici e palazzi nobiliari come Palazzo Crova di Vaglio, Palazzo del Gusto e Palazzo De Benedetti e chiese monumentali da non perdere come il duomo del borgo, San Giovanni Battista in Lanero, la Madonna della Neve, Sant'Ippolito e San Siro.

Da non perdere c’è anche l’insolito Museo Bersano delle Contadinerie e Stampe Antiche del Vino, che racconta la fasi produttive e l’impatto socio culturale del vino in questa zona.

Gavi, Alessandria

Gavi
Gavi

Tra i più antichi centri del Monferrato, il borgo di Gavi, ha grande valore storico come uno dei feudi più importanti di tutta la regione.

Il paese è dominato dall’imponente Forte di Gavi, che da un’impronta inconfondibile a un centro abitato costellato da luoghi sacri come la chiesa di San Giacomo Maggiore, la dimora del compositore Lavagnino e il santuario di Nostra Signora della Guardia.

Oltre che per le sue attrazioni storiche Gavi è famoso per la produzione del suo eccellente vino DOCG Gavi, il vino bianco ottenuto dal vitigno autoctono Cortese da sorseggiare in una delle sue osterie o cantine.

Trisobbio, Alessandria

Trisobbio
Trisobbio

Nella suggestiva e paesaggistica area del Monferrato conosciuta come Ovadese, facciamo tappa nel piccolo borgo feudale di Trisobbio.

Simbolo indiscusso del borgo è il suo prominente castello medioevale che domina il centro abitato. Da segnalare c’è anche l’antico edificio nobiliare palazzo Rossi Dogliotti, oggi sede dell'Unione dei Castelli tra l'Orba e il Bormida e anche sede del comune.

Le cantine del borgo sono la sede ideale per una serie di squisite degustazioni di vino locale.

Riproduzione riservata