Idee di viaggio

I 20 nuovi Luoghi del Cuore FAI

Ecco le nuove meraviglie da tutelare

Luoghi del Cuore FAI 2021: le 20 new entry WEEKEND Shutterstock
5/5

Sono appena stati annunciati i 20 nuovi Luoghi del Cuore. Dopo il censimento lanciato nel 2020, ecco quali sono le nuove meraviglie da tutelare.

20 meraviglie per 13 regioni che saranno oggetto di progetti di restauro e valorizzazione grazie ai con 370.000 euro messi a disposizione per il censimento 2020 da FAI e Intesa Sanpaolo. 

Quali sono i nuovi Luoghi? Scopriamoli insieme.

I 20 nuovi Luoghi del Cuore

  • Ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza
  • Castello di Brescia
  • Chiesa di Ignazio Gardella ad Alessandria
  • Eremo di Sant’Onofrio al Morrone a Sulmona (AQ)
  • La Via delle Collegiate, Modica 
  • Chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore, Modica
  • Ponte Acquedotto, Gravina in Puglia 
  • Chiesa Santa Maria Gesù Lo Piano, Polizzi Generosa
  • Forte Aurelia, Roma 
  • Tempio di Hera, Bernalda (MT) 
  • Bacino del Rio Grande, Amelia 
  • Fescina, Quarto (NA) 
  • Borgo di Monesteroli, La Spezia 
  • Tempio internazionale del Donatore, Pianezze di Valdobbiadene
  • Giardino degli Angeli, Castel San Pietro Terme
  • Chiesa di Santa Eufemia, Corte Franca 
  • La Floridiana, Napoli 
  • Cortile di San Cosimato, Roma
  • Chiesa e Museo di San Cassiano di Controne, Bagni di Lucca 
  • Portovecchio – Zona Militare, Mirandola 

Resta invece congelato il contributo di 45.000 euro per il Castello di Sammezzano a Reggello (FI), al 2° posto della classifica nazionale con 62.690 voti, la cui attuale situazione proprietaria – a fine 2019 è tornato proprietà della Sammezzano Castle Srl, uscita da una procedura di fallimento, società di cui non sono noti programmi di lungo termine e in particolare l’intenzione di mantenere una fruizione pubblica, anche parziale, dell’edificio - non consente l’erogazione di finanziamenti de “I Luoghi del Cuore”. 

Come sono stati selezionati?

Dei 225 luoghi che avevano ricevuto almeno 2.000 voti (soglia minima per poter partecipare al bando), 85 hanno presentato al FAI una richiesta di sostegno, candidandosi a ottenere un contributo economico per un progetto di restauro o valorizzazione oppure istruttorie condotte dagli uffici della Fondazione per tutelare contesti minacciati. 

Le domande sono state valutate da una commissione multidisciplinare interna al FAI composta da architetti, storici dell’arte, archeologi, paesaggisti, esperti di restauro e valorizzazione, secondo 8 parametri: numero di voti raccolti, qualità e innovazione delle proposte, possibilità di effettuare un intervento duraturo, valore identitario dei luoghi, così come quello storico-artistico, archeologico o naturalistico, costruzione di reti e partnership, attività di comunicazione previste e urgenza di intervenire. Per maggiori informazioni qui. 

Scopri