Italia

I Musei da visitare almeno una volta nella vita in Italia

Musei italiani

Nella lista delle cose da fare almeno una volta nella vita c’è un capitolo che non solo non infrange il codice penale e non questiona quello morale, ma è una forma di nutrimento culturale alla portata di tutti, ovvero visitare i musei più importanti d’Italia.

La ricerca del senso del bello e il rifugio consolatorio nell’arte offrono da sempre la possibilità di allargare la portata del respiro, di allenare la sensibilità e di risvegliare appetiti intellettuali.

In fatto di bellezze artistiche l’Italia è luogo ideale per immergersi in un mondo senza uguali sul pianeta, sul suo territorio sono concentrati e custoditi il più alto numero di siti del patrimonio dell’Unesco e alcune delle opere d’arte più significative del mondo. 

Centinaia di incredibili musei e capolavori sparsi nelle città italiane testimoniano una sterminata eredità culturale, figlia di antiche civiltà e della storia millenaria dell’arte, che raccontano la cultura del paese dal suo più lontano passato alla contemporaneità. 

Da sempre culla creativa dei più grandi artisti della storia l’Italia vanta una grande varietà di musei famosi o poco conosciuti, enormi o piccoli, fastosi o minimali, monumentali o gallerie che espongono opere e manufatti di ogni epoca, genere e movimento artistico e costituiscono una fonte capace di soddisfare qualsiasi sete d’arte.

Tra i tanti imprescindibili musei italiani si possono citare ad esempio: il Museo dell’Accademia, il Bargello a Firenze, Galleria Colonna e la Galleria nazionale d’arte moderna (Gnam) a Roma, il Museo Capodimonte a Napoli, Il Museo Archeologico di Reggio Calabria dove si trovano i Bronzi di Riace, il Museo della Fabbrica del monastero dei benedettini a Catania o la Cripta dei Cappuccini a Palermo.

Una lista potenzialmente infinita che abbiamo dolorosamente ristretto ad una selezione di quelli da vedere almeno una volta nella vita, il meglio del meglio dei musei da visitare assolutamente in Italia.

In attesa di tornare a visitare l’enorme patrimonio culturale italiano in presenza, diversi importanti musei hanno deciso di rendere fruibili i propri spazi e le proprie collezioni in modo virtuale, per immergersi nella bellezza dell’arte comodamente da casa.

Musei da visitare almeno una volta nella vita in Italia

  • Galleria degli Uffizi, Firenze
  • Collezione Peggy Guggenheim, Venezia
  • Galleria Borghese, Roma
  • Museo Egizio, Torino
  • Pinacoteca di Brera, Milano
  • Museo Archeologico Nazionale, Napoli
  • Musei Vaticani, Città del Vaticano
  • Biblioteca Ambrosiana, Milano 
  • Galleria dell’Accademia, Firenze
  • Bargello – Firenze
  • Galleria Colonna, Roma
  • Galleria nazionale d’arte moderna (Gnam), Roma
  • Museo Capodimonte, Napoli
  • Museo Archeologico, Reggio Calabria
  • Museo della Fabbrica del monastero dei benedettini,  Catania 
  • Cripta dei Cappuccini, Palermo

uffizi-diffusi

Musei più belli d’Italia

La Galleria degli Uffizi è uno dei più antichi e prestigiosi musei del mondo, con una collezione di arte rinascimentale senza uguali. Al suo interno è esposta una sbalorditiva serie di dipinti e opere d’arte firmate dai più illustri maestri del Rinascimento italiano e non solo.

In genere si possono visitare dalle 45 alle 60 sale espositive disposte sui due piani del Palazzo che contengono capolavori di inestimabile valore come ad esempio: La Nascita di Venere e la Primavera del Botticelli, Ritratto dei duchi di Urbino di Piero della Francesca, la fragile Madonna del Cardellino di Raffaello e Bacco e la Medusa di Caravaggio, il Tondo Doni di Michelangelo e poi ancora opere di artisti eterni come Giotto, Cimabue, Mantegna, Leonardo Da Vinci, Tintoretto, Velasquez, Goya, Rembrandt e Rubens per una lista che lascia senza parole. Tale è la quantità e la forza espositiva degli Uffizi che una visita qui può durare molto a lungo e mettere a dura prova chiunque, per questo è bene programmare in anticipo su quali opere concentrarsi e magari recuperare le altre in un’altra occasione.

La Galleria merita una visita già a partire dallo storico edificio degli Uffizi progettato dal Vasari per la famiglia Medici nel cuore di Firenze, tra Piazza della Signoria e Palazzo Vecchio con una vista panoramica sull’ Arno e sulla chiesa di Santa Felicita. Della struttura fa parte anche il magnifico Corridoio Vasariano, che collega Palazzo Vecchio con Palazzo Pitti passando per lo spettacolare Giardino di Boboli.

uffizi-di-firenze

  • Collezione Peggy Guggenheim – Venezia

Navigando in gondola lungo il Canal Grande, tra gli edifici di imponente bellezza che emergono dalle acque, se ne nota uno che spicca per la sua diversità, un palazzo incompiuto del XVIII secolo conosciuto come Palazzo Venier dei Leoni. All’interno di questo edificio, in affascinante contrasto con il barocco veneziano, è ospitata la più grande e significativa collezione d’arte moderna in Italia, quella della celebre Collezione Peggy Guggenheim. 

In circa trent’anni a partire dal secondo dopo guerra la leggendaria mecenate americana ha assemblato all’interno della sua dimora veneziana un’incredibile raccolta di opere d’arte con il meglio dell’arte occidentale del XX secolo, raccogliendo i capolavori di maestri del calibro di Max Ernst, Picasso, Braque, Magritte, Giacometti, Duchamp, Kandisky, De Chirico, Mondrian, Magritte, Pollock e molti altri.

Visitare questa galleria è una tappa imprescindibile per vedere da vicino alcuni dei più noti artisti e movimenti artistici del ‘900, dal cubismo al futurismo, dalla pittura metafisica alla scultura di avanguardia, surrealismo ed espressionismo, in un percorso ricco di suggestioni.

Piccola di dimensioni ma enorme come rilievo artistico è la splendida Galleria Borghese a Roma all’interno di uno degli spazi verdi più belli in città, i giardini di Villa Borghese. All’interno di un palazzo del 1600 finemente decorato da affreschi, a cui si accede in piccoli gruppi a numero limitato, è esposta una delle collezioni di arte barocca e rinascimentale più importanti al mondo. Per opera del cardinale Scipione Borghese nei secoli qui sono stati custoditi fino a oggi capolavori della scultura firmati da Gian Lorenzo Bernini come la magnifiche statue raffiguranti il David, il Ratto di Proserpina, Enea, Anchise e Ascanio o come la famosa scultura neoclassica di Paolina Borghese ad opera di Antonio Canova. Le sale della Galleria inoltre ospitano capolavori del Caravaggio come il celebre Ragazzo con canestro di frutta, di Raffaello, Rubens, Tiziano e Pinturicchio.

Secondo solo a quello del Cairo per importanza e dimensioni Il Museo Egizio di Torino è da non perdere per la sua impressionante collezione di arte e archeologia egizia. La mostra è organizzata all’interno dell’ampio spazio espositivo come fosse un percorso lungo il fiume Nilo, secondo un moderno sistema di scale mobili e sale disposte su tre livelli. In mostra ci sono migliaia di manufatti, statue in pietra come quelle raffiguranti   “ l’ Assemblea dei Re”, tessuti, sfingi, stele, papiri come quello del “Libro dei Morti”, sarcofagi dipinti, la tomba con le mummie di Kha e Merit con relativi accessori funerari, un dipinto su tela datato 3500 a.C., affiancati alla ricostruzione minuziosa delle più importanti spedizioni archeologiche che si sono tenute nei secoli.

Un tesoro storico di enorme fascino che ora è possibile scoprire anche in modo virtuale accedendo al database della collezione online e con tour in 3D di una parte della mostra.

museo-egizio-visite

Costruito in stile barocco sui resti di un antico collegio gesuita del XVII con un cortile che alloggia la statua in bronzo di Napoleone, Palazzo Brera ospita la sede dei tesori artistici di Milano: la Pinacoteca di Brera.

Nelle sue 38 sale è esposta una fantastica collezione che spazia dall’arte medievale al surrealismo, dalle pale d’altare rinascimentali ai dipinti di scuola veneziana e barocchi ad opere manieriste per un viaggio nel tempo tra capolavori iconici del calibro de il Cristo morto del Mantegna , La Pietà di Giovanni Bellini, Il dibattito di Santo Stefano di Carpaccio, Lo Sposalizio della vergine di Raffaello, Cena in Emmaus di Caravaggio, Vergine con il bambino di Piero della Francesca, Il Bacio di Francesco Hayez, Miracolo di San Marco del Tintoretto e Enfant gras di Modigliani.

pinacoteca-di-brera_1

Per ammirare una delle più significative collezioni al mondo di antichità greche e romane ci spostiamo a Napoli, all’interno del Museo Archeologico Nazionale. Qui è custodita una spettacolare collezione di manufatti di epoca greca, romana e rinascimentale, in particolare provenienti dai vicini scavi di Pompei, Stabia ed Ercolano. La preziosa raccolta vanta affreschi dai colori ancora vivi e mosaici complessi come il celebre “Cave Canem” (“Attenti al cane”), l’imponente gruppo scultoreo in marmo “Il Toro Farnese” del 200 ac che raffigura il mito greco di Dirce e alcune delle più belle statue antiche recuperate dai siti archeologici di tutta Europa. Da vedere poi ci sono anche i preziosi papiri di Ercolano, carbonizzati dall’eruzione del Vesuvio e rinvenuti nella magnifica domus romana Villa dei Papiri a Ercolano, una vera rarità.

museo-archeologico-nazionale-di-napoli

Anche se tecnicamente Città del Vaticano non si trova sul territorio italiano, una volta a Roma, non si può prescindere dal visitare i Musei Vaticani, un’eccellenza mondiale da vedere almeno una volta nella vita. 

Il maestoso complesso museale composto da ben 100 gallerie e oltre 1400 stanze è uno dei più estesi al mondo per dimensioni e portata delle opere. Facilmente raggiungibili a piedi da Piazza San Pietro i musei Vaticani rappresentano un’immersione profonda e impegnativa in un tesoro artistico di immenso valore.

Per questo è bene programmare con la dovuta organizzazione una visita possibilmente in compagnia di una guida esperta, per godere e selezionare il meglio della sterminata esposizione.

Nelle sue sale sono raccolti secoli di arte sacra antica, sculture classiche come “Laocoonte e i suoi figli”  o “Apollo del Belvedere”, arte rinascimentale, appartamenti con decorazioni papali, stanze affrescate da grandi artisti rinascimentali, dipinti di Raffaello come la “Madonna di Foligno “(1511) o di Caravaggio come la ” Deposizione di Cristo “(1602). Un viaggio unico che porta dritti verso uno dei capolavori più alti della storia dell’arte: la Cappella Sistina con le volte affrescate da Michelangelo per uno spettacolo senza uguali da ammirare in religioso silenzio a testa in su.

musei-vaticani-foto_1

Riproduzione riservata