Italia

Dove andare in vacanza al mare nelle Marche, le migliori mete per l’estate

Mare marche

Dalla Riviera del Conero alla Riviera delle Palme passando per la Riviera delle Colline, le Marche offrono spiagge di sabbia chiara e acque trasparenti, antichi borghi e un prezioso patrimonio artistico e culturale da scoprire.

Ecco perché vale la pena esplorare le Marche d’estate.

Se non avete tempo di vedere più località consigliamo indubbiamente la Riviera del Conero e l’imperdibile Spiaggia delle Due Sorelle.

Riviera del Conero: Portonovo, Sirolo e Numana

Portonovo
Portonovo

Spiagge selvagge, fitti boschi, antichi borghi e città fortificate. Il tratto di costa che dal porto di Ancona arriva fino a quello di Numana è chiamato Riviera del Conero, dall’omonimo promontorio a picco sul mare, ricco di insenature e piccole spiagge, rocciose o sassose.

Il territorio è protetto dal Parco regionale del Conero e comprende numerose località balneari perfette per una vacanza di mare.

Partendo da Ancona, città fondata dagli antichi Greci e importante porto durante l’Impero Romano, proseguite per l’antico villaggio di pescatori di Portonovo per addentrarvi nel meraviglioso Parco del Conero. Qui verdeggianti pinete ricoprono pareti di roccia bianchissima che si stagliano su acque turchesi e cobalto.

Una delle spiagge più belle di Portonovo è la selvaggia spiaggia di Mezzavalle, sovrastata dal maestoso scenario montuoso del Monte Conero.

È un’ampia distesa di ghiaia fine, lambita da acque chiare e cristalline, priva di stabilimenti balneari e raggiungibile via mare o a piedi.

Dopo un’escursione sul Monte Conero, si incontra Sirolo, piacevole località balneare a picco sul mare, e poi Numana, pittoresco borgo di pescatori che incanta per le sue viuzze e le casette colorate affacciate sulla riviera.

In questa zona si trova la celebre spiaggia delle Due Sorelle. Così denominata per i due faraglioni gemelli che emergono dal mare, la spiaggia è una delle più belle delle Marche e d’Italia, selvaggia e incontaminata, anche perché raggiungibile solo via mare, a bordo dei traghetti giornalieri che partono dal porto di Numana o da Sirolo su imbarcazioni private.

È un angolo di paradiso con sassolini bianchi e acque verde smeraldo, protetta dal monte Conero alle spalle e immersa nella macchia mediterranea. Nelle vicinanze si trova anche la spiaggia del Frate, immersa tra la bianca roccia delle scogliere e il verde del parco naturale.

È una spiaggia di ghiaia fine con zone attrezzate e zone libere, perfetta per lo snorkeling e per gli amanti delle calette, che si raggiunge a piedi dal centro di Numana o via spiaggia dal porticciolo turistico.

Meritano anche le spiagge di San Michele e dei Sassi Neri che prendono il nome dalle rocce scure del suo fondale, ed è infatti composta da ghiaia fine, ciottoli e roccia che si tuffano in acque turchesi e cristalline.

Quindi Numana e Sirolo sono due mete ideali per una vacanza di mare, altrimenti scegliete uno dei borghi e cittadine sulle colline della Riviera del Conero che si rivelano essere scrigni d’arte, storia e cultura. Per esempio Camerano è il paese delle meraviglie sotterranee e del Rosso Conero, vino tipico della zona. Castelfidardo, città della fisarmonica e della musica.

Oppure Loreto, città della fede, che ospita la Santa Casa di Maria di Nazareth, importante meta di pellegrinaggio nel mondo. Su un colle di circa 300 metri in provincia di Macerata poi si trova Recanati, la cittadina famosa per aver dato i natali all’illustre poeta Giacomo Leopardi.

Riviera delle Palme: Grottammare, Cupra marittima e San Benedetto del Tronto

Grottammare
Grottammare

La Riviera delle Palme è quel tratto di costa, nella parte meridionale delle Marche, che va da Cupra Marittima alla foce del Tronto, passando per Grottammare e San Benedetto del Tronto.

La riviera prende il nome dalla presenza di migliaia di palme, in particolare delle specie Phoenix canariensis e sylvestris.

Tra le mete di vacanza lungo la Riviera delle Palme si può scegliere San Benedetto del Tronto, una cittadina molto vivace e turistica a pochi chilometri dal comune abruzzese di Martinsicuro.

San Benedetto del Tronto ospita la palma più grande del mondo, ovvero il Mastodonte arboreo, e una lunghissima spiaggia che ha più volte ricevuto il titolo di Bandiera Blu.

Incorniciata da palme e oleandri, la spiaggia di sabbia chiara e acque pulite ha un fondale basso e numerosi servizi, perciò è molto amata da famiglie con bambini. Un’altra meta ideale per una vacanza estiva è Grottammare, definita la perla dell’Adriatico.

La cittadina sorprende il per il verde delle pinete e delle palme, lo spettacolo degli oleandri e degli aranceti, le ville liberty e le spiagge di sabbia finissima attrezzate con numerosi stabilimenti balneari. Non perdete Grottammare alta, l’originario borgo medievale a picco sul mare, arroccato sul ciglio di un colle, con rustiche case e piccole vie, inebriato dal profumo degli aranceti.

Lungo il cammino che vi conduce si trova la seicentesca villa del cardinale Decio Azzolino, dove soggiornò Cristina di Svezia. In alternativa si può soggiornare a Cupra Marittima che ha una spiaggia sabbiosa e lunga oltre 2 chilometri. Se volete vedere le tre mete potreste esplorare la Riviera delle Palme a piedi o in bici percorrendo la pista ciclo-pedonale che costeggia quasi sempre il litorale per un totale di 14 km.

Riviera della Colline: Gabicce Mare, Fano

Gabicce
Gabicce

La Riviera delle Colline è quella compresa fra Gabicce Mare e Marotta, in provincia di Pesaro e Urbino.

Lungo 50 chilometri di costa si incontrano promontori, insenature, calette, un parco naturale a strapiombo sul mare, vertiginose falesie e strade panoramiche.

Si può soggiornare a Gabicce Mare, una graziosa località della costa settentrionale delle Marche, al confine con l’Emilia-Romagna.

È una località balneare, conosciuta per un turismo familiare e sportivo, che sorge sulla Baia degli Angeli, nell'ultimo tratto del Golfo di Rimini, alle pendici settentrionali del Monte San Bartolo.

Gabicce Mare è una meta poco nota delle Marche ma dove vale la pena andare se cercate spiagge di sabbia fine, stabilimenti balneari, intrattenimenti dalla mattina alla sera, hotel in riva al mare. L’azzurro del mare è incorniciato dal verde del Parco Naturale del San Bartolo alle spalle che regala la tranquillità e la freschezza dei boschi.

Qui gli appassionati di fotografia si divertiranno a catturare scorci inediti di questi meravigliosi scenari naturali. Gli amanti dello sport, invece, possono dedicarsi a trekking, mountain bike e running lungo i sentieri che dalla collina di Gabicce Monte scendono al mare.

Fano è un’altra località balneare nel nord delle Marche, famosa per il suo Carnevale, il più antico d'Italia. Qui il litorale si suddivide in Lido e Sassonia, due spiagge dalle coste basse, la prima però è sabbiosa, mentre la seconda ghiaiosa. Lido e Sassonia sono spiagge a misura di bambino, grazie anche alla presenza di gonfiabili e alle numerose attività che vengono organizzate sul lungomare. 

La costa meridionale si suddivide, invece, in Torrette, Ponte Sasso e Metaurilia, quest'ultima fondata dopo un'opera di bonifica del territorio nel 1938. A due passi dal centro storico si trova il porto turistico di Marina dei Cesari.

Senigallia

Senigallia
Senigallia

A sud della Riviera delle Colline si trova Senigallia, rinomata meta balneare a circa 25 km da Ancona e a circa 32 km da Pesaro.

Il centro storico ricalca l'impostazione urbanistica della città romana che fu fondata su una collina a sud del fiume Misa. 

La cittadina vanta la famosa spiaggia detta di velluto, con i suoi 13 chilometri di sabbia finissima, interrotti solo dai lunghi moli del porto e dalla suggestiva Rotonda a Mare, costruita nel XIX secolo per scopi idroterapici e ricreativi e oggi sede di mostre ed eventi.

Passeggiando sul lungomare, a piedi o in bici lungo la pista ciclabile, vedrete numerosi stabilimenti balneari attrezzati con campetti di beach volley, calcio, tennis e giochi per bambini.

Le spiagge Bandiere Blu sono quelle di Levante e di Ponente. Inoltre le spiagge di Senigallia vantano anche la Bandiera Verde concessa alle località adatte ai bambini. Un’occasione speciale per visitare Senigallia è il Summer Jamboree, festival internazionale di musica e cultura dell’America anni ’40 e ’50 che si svolge ogni anno tra fine luglio e inizio agosto.

Costa del Piceno: Pedaso, Porto Potenza Picena, Porto Recanati, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio 

Porto Recanati
Porto Recanati

Nelle Marche meridionali si trova poi la fascia costiera del Piceno, dichiarata area marina protetta, che comprende le province di Ascoli Piceno e Teramo e alcuni comuni come Pedaso.

Questo è un piccolo centro in provincia di Fermo. Il faro è il suo simbolo ed è interessante visitare l’osservatorio astronomico sul Monte Serrone.

La spiaggia, di sabbia e ghiaia, è lunga oltre 2 km ed è attrezzata con tutti i servizi, perciò adatta anche a famiglie con bambini. 

Pedaso attrae anche gli appassionati delle immersioni e della pesca subacquea. Chi ama pedalare può percorrere il Lungomare dei cantautori del XX secolo, dedicato a noti cantautori italiani. Tra gli eventi più caratteristici che animano il paese ricordiamo la sagra delle cozze che si tiene ogni anno dal 12 al 15 agosto.

Risalendo la costa si trova poi Porto Potenza Picena, la più popolosa frazione di Potenza Picena,  in provincia di Macerata.

È una nota stazione balneare della costa adriatica, fra Porto Recanati e Civitanova Marche. Le sue spiagge sono sabbiose e ospitano numerosi stabilimenti balneari.

Interessante dal punto di vista naturalistico è l’oasi dei laghetti di acqua salmastra che si trovano a ridosso del tratto nord della costa. Nel borgo marinaro invece vedrete la Torre di Sant’Anna, quel che resta di una torre d'avvistamento del XV secolo, eretta a difesa dalle incursioni dei pirati, e l’omonima chiesa neogotica.

Nelle dintorni del borgo merita una visita la Villa Bonaccorsi, raffinato esempio di residenza settecentesca, dallo splendido giardino all’italiana.

Porto Recanati è il più settentrionale comune costiero della provincia di Macerata. La cittadina offre alcune importanti testimonianze del suo passato.

Nella piazza principale per esempio vedrete il Castello Svevo, donato da Federico II alla città, che ospita al primo piano la Pinacoteca Comunale "Attilio Moroni". L’ampio cortile ospita l’arena Beniamino Gigli che, durante la stagione estiva, diventa palcoscenico di molti eventi musicali.

A sud della città si trova l'area archeologica della città romana Potentia, nei pressi della quale sono visibili i resti dell’Abbazia di Santa Maria in Potenza, fondata dall'ordine dei crociferi nel XII secolo. Interessante il Villino Terni in stile liberty.

Le spiagge di Porto Recanati possono essere sassose e sabbiose. La zona, situata in prossimità del Monte Conero, è completamente pianeggiante e perciò è ideale per le famiglie con bambini e per chi ama passeggiare sul lungomare.

Porto San Giorgio è un altro comune che fa parte del parco marino del Piceno. È una località balneare dalla spiaggia di sabbia, con numerose strutture ricettive e un porto turistico ben attrezzato.

Sul centro si erge possente la Rocca Tiepolo con il Mastio e le mura merlate protette da alti pini marittimi. Bisogna vedere il teatro storico “Vittorio Emanuele” dell’inizio del XX secolo, l’ottocentesca chiesa di San Giorgio, la Villa Bonaparte, costruita su richiesta del fratello di Napoleone, Girolamo Bonaparte, che soggiornò a Porto San Giorgio tra il 1829 ed il 1832, e la chiesa barocca del Suffragio.

Numerosi sono poi i palazzi signorili nascosti nei vicoli più popolari. Sul lungomare palme centenarie si alternano a palazzine liberty. Porto San Giorgio ha poi una bella spiaggia di sabbia e ghiaia. Troverete un tratto di spiaggia libera di fronte all'Istituto delle Suore Canossiane (lungomare sud) e numerosi stabilimenti attenti alle esigenze delle famiglie. Perciò la spiaggia di Porto San Giorgio è Bandiera Verde.

Porto Sant’Elpidio è un altro comune lungo la costa marchigiana, in provincia di Fermo, situato nel distretto delle calzature.

Lo storico borgo marinaro, che ebbe origine come scalo marittimo di Sant’Elpidio a Mare, è ora diventato un’attrezzata stazione balneare.

Qui la spiaggia, di sabbia e ghiaia, si estende per oltre sette chilometri. Nel centro storico invece svetta la cinquecentesca torre dell'Orologio, usata un tempo per gli avvistamenti di mare e di terra.

Vale la pena vedere poi Villa Murri, dimora storica, edificata nei primi anni del XIX secolo dai conti Sinibaldi e Villa Barruchello, dotata di uno splendido parco con rare essenze arboree.

Queste ville vengono utilizzate, soprattutto d’estate, per convegni ed eventi culturali. Tra gli eventi nel borgo d’estate si tiene l’imperdibile Sant'Elpidio Jazz Festival e I Teatri del mondo, Festival Internazionale di Teatro per ragazzi.

Riproduzione riservata