Bologna

Cosa vedere nei dintorni di Bologna

Rocchetta Mattei
24-03-2021

Lucio Dalla cantava che nel centro di Bologna non si perde neanche un bambino e, in un altro brano, dedicava a Piazza Maggiore delle parole da vero innamorato. Perché, come tanti artisti e cantautori prima e dopo di lui, ha mantenuto sempre un forte legame con la sua terra di origine dove ha scelto di vivere.
Ma Bologna, che già da sola ha un fascino immenso, è immersa in un territorio altrettanto affascinante che ha mille diverse possibilità da offrire ai viaggiatori che hanno voglia di programmare una vacanza di qualche giorno o anche una semplice fuga nel weekend.
GUARDA ANCHE: I POSTI SEGRETI DI BOLOGNA

Ecco cosa c’è da fare e vedere nei dintorni di Bologna.

Dintorni di Bologna

Un borgo medievale caratterizzato da case arroccate e multicolore che si affacciano sulla antica via degli Asini. La particolarità di questo piccolo centro, però, è quella di essere sovrastata da tre colli, ognuno dei quali “presieduto” da un guardiano. Si tratta della Torre dell’Orologio, del Santuario della Madonna di Conticino e della Rocca Manfrediana. La prima aveva anticamente funzioni difensive e la particolarità dell’orologio in essa custodito è quella di segnare solo 6 ore. Il Santuario dedicato alla Vergine, invece, conserva una statua di ceramica che raffigura la Madonna e risale al 1626. Ma è soprattutto la Rocca Manfrediana, che sorge sul pinnacolo centrale, ad avere rilevanza storica e culturale: in passato è infatti appartenuta a Cesare Borgia e oggi è un luogo in cui, in condizioni di normalità che prescindono dalle restrizioni sanitarie, si può assistere a rievocazioni storiche o organizzare gite e percorsi didattici.
brisighella_2

  • San Lorenzo in collina

È la frazione più antica del comune di Monte San Pietro, composto da 14 diverse piccole comunità. Si tratta di un borgo di collina a circa 20 km dal capoluogo di Regione. San Lorenzo in collina è il luogo ideale per respirare aria pulita e in cui restare a contatto con la natura, a contemplare la quiete.

Tra agriturismi e percorsi in mezzo al verde, qui si ci può dedicare a qualche giorno di vero relax. In questo borgo, nei mesi estivi è anche possibile visitare una delle più grandi e belle fioriture di lavanda e respirare l’aria della Provenza pur rimanendo a pochi passi da Bologna. Uno dei campi è gestito da un gruppo di pensionati che si dedicano alla coltivazione e alla cura del profumatissimo fiore lilla.

  • Lago di Suviana

Nel cuore dell’Appennino, un’altra meta da raggiungere se vi piace l’idea di un week end green. Si tratta in realtà di un bacino artificiale attorno a cui sorgono numerose spiaggette e parchi in cui rilassarsi per staccare dalla frenesia e dalla routine.
Attorno al lago ci sono poi diverse trattorie e locali in cui gustare i piatti tipici della zona bolognese: dai tortelli ai salumi. Il Lavo di Suviana è la meta ideale per le famiglie con bambini: su una delle due sponde, infatti, sorge il Parco Avventura Saltapicchio in cui dedicarsi a passeggiate panoramiche sui tronchi sospesi, arrampicate in mezzo al verde e percorsi a ostacoli nella natura.
suviana

Un luogo più unico che raro, la Rocchetta Mattei: appartenuta ed edificata per volere del conte Cesare Mattei che la costruì sulle rovine di un altro monumento risalente al XIII secolo. Il Castello è oggi di proprietà della fondazione Carisbo che, in collaborazione con il comune di Grizzana Morandi e altri enti, organizza visite guidate in questi luoghi fiabeschi. Lo stile di arredamento delle ricche sale e quello architettonico dei cortili interni è un misto di liberty e moresco.
LEGGI ANCHE: COLLI BOLOGNESI, COSA VEDERE?

Due curiosità su questo castello alle porte di Bologna: il cortile dei Leoni è ispirato nei colori e nelle costruzioni a quello dell’Alhambra di Granada e al centro sorge una fontana sorretta da quattro leoni.

La sala dei Novanta invece, che doveva essere costruita come mausoleo in onore della regina Vittoria, cambiò poi destinazione d’uso nel corso degli anni: Mario Venturoli ne fece un salone da ballo. In questa sala è conservato un enorme ritratto di Cesare Mattei con la sua data di nascita, egli scelse questa denominazione perché avrebbe voluto festeggiare in quelle stanze i suoi 90 anni, circondato da altri ottantanove novantenni.
rocchetta-mattei_3

Borghi più belli vicino Bologna

  • Dozza
  • San Pietro di Ozzano
  • Brisighella
  • Selva Malvezzi
  • Monteveglio
  • Verucchio
  • La Scola
  • Castelvetro di Modena
Riproduzione riservata