Italia

Dune di Piscinas, come arrivare al deserto sardo

Dune di Piscinas

Un deserto di dune giallo-ocra tra l’acqua turchese e il verde della macchia mediterranea.

Piscinas è la perla della Costa Verde, nella Sardegna sud-occidentale, che ancora molti non conoscono.

Una spiaggia meravigliosa che incanta per le imponenti dune di sabbia fine, modellate dal maestrale, che dall’entroterra si estendono per vari chilometri fino a tuffarsi nel mare azzurro e trasparente.

Le dune di Piscinas, che possono raggiungere un’altezza di 100 metri in un’area di 5 chilometri quadrati, costituiscono un vero e proprio deserto, soprannominato “il piccolo Sahara italiano”, dichiarato patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco.

Dune di Piscinas

Dune di Piscinas
Dune di Piscinas

Secondo il National Geographic Piscinas è una delle spiagge più belle al mondo, eppure stranamente è ancora sconosciuta al turismo di massa.

Probabilmente perché Piscinas è difficile da raggiungere e offre ben pochi servizi e alloggi nei dintorni.

Ma è proprio questo suo aspetto selvaggio e la sua lontananza dalle spiagge glamour della costa settentrionale sono alcuni dei motivi di maggior fascino.

La spiaggia di Piscinas si estende per 7 km ed è in gran parte libera, ma troverete zone dove è possibile noleggiare sdraio e ombrelloni, oltre a due panoramici chioschi-ristoranti.

Un tratto lungo 800 metri, invece, è dedicato ai naturisti, facendo di Piscinas una delle spiagge naturiste più grandi d’Europa.

Il fondale è profondo e scende rapidamente da due a dieci metri perciò la spiaggia non è adatta ai bambini.

Il vento costante la rende invece ideale per surf, windsurf e kitesurf. Gli amanti delle immersioni potranno esplorare il sito dove si trova da tre secoli, a 200 metri dalla riva, il relitto di una nave inglese. Infine, raggiungere Piscinas sarà già un’esperienza.

La strada che porta alla spiaggia rientra nel territorio del parco geominerario della Sardegna, vedrete quindi i resti degli insediamenti minerari dismessi come vagoni e pezzi di ferrovia in disuso.

Come raggiungere le dune di Piscinas

Dune di Piscinas
Dune di Piscinas

L’aeroporto più vicino è quello di Cagliari. Piscinas dista 90 km ed è necessario noleggiare un’auto in quanto la zona non è servita da trasporti pubblici.

Anche se si viaggia in nave, Cagliari è la città migliore per raggiungere Piscinas. Una volta arrivati in Sardegna quindi potrete raggiungere Piscinas in auto in due modi.

Il percorso più facile e breve è quello che passa da Arbus, guidate verso Fluminimaggiore e quindi svoltate per Ingurtosu-Piscinas.

Dopo Ingurtosu, borgo fantasma e parte del parco geominerario della Sardegna, che per oltre un secolo è stato centro direzionale delle miniere vicine, la strada asfaltata termina.

Dovrete quindi procedere per circa 10 km su strada sterrata ma facilmente percorribile con qualsiasi auto.

Attraverserete la  valle de is Animas tra resti degli insediamenti minerari: residenza del direttore e palazzina della direzione, chiesa e ospedale, ruderi di alloggi e di cantieri con pozzi, impianti e laverie.

La strada scende ripida tra materiali di scarto, carrelli arrugginiti e vagoni abbandonati della ferrovia usata per il trasporto dei minerali fino all’attracco in spiaggia.

La strada alternativa consiste, invece, nel percorrere la litoranea della Costa Verde e la strada sterrata che passa dalla spiaggia di Portu Maga.

Prima delle dune occorre però attraversare due torrenti che in estate sono secchi e quindi facilmente attraversabili con qualsiasi auto. È un percorso panoramico e suggestivo, ma più impegnativo.

Mappa e cartina

Dune di Piscinas, le immagini più belle

Shutterstock
1/8
Shutterstock
2/8
Getty Images
3/8
Getty Images
4/8
Enrico Spanu/REDA&CO/Universal Images Group via Getty Images
5/8
Fabiano Caddeo/REDA&CO/Universal Images Group via Getty Images
6/8
Getty Images
7/8
Luca Picciau/REDA&CO/Universal Images Group via Getty Images
8/8
PREV
NEXT
Riproduzione riservata