Idee di viaggio

Dove andare a gennaio in Italia? Le migliori mete del mese

Ecco qualche dritta per organizzare una piccola vacanza

Dove andare a Gennaio in Italia nel 2022: le migliori destinazioni per le vacanze WEEKEND Shutterstock
4/5

Pochi turisti in giro, tariffe di voli e alberghi in grande ribasso, piste innevate e la sensazione impagabile di potersi concedere ancora una piccola vacanza mentre l’anno riparte, sono solo alcuni dei vantaggi di organizzare un viaggio in Italia nel mese di Gennaio.

Che sia per smaltire la sbornia da feste natalizie, per sfruttare i saldi di stagione o per rimandare ancora di qualche giorno il ritorno alla quotidianità, partire a gennaio offre una serie di vantaggi e l’Italia, come al solito, presenta una lunga lista di mete possibili da visitare e riscoprire con un punto di vista diverso dal solito.

Che si scelgano città d’arte, piccoli borghi, centri termali, località sciistiche o villaggi in riva al mare d’inverno, le alternative non mancano e ognuna nasconde un sapore differente e sorprendente.

Oltre a tante destinazioni chi viaggia in Italia a gennaio 2022 può scegliere anche tra una vasta gamma di cose da fare come praticare sport invernali in cornici paesaggistiche da sogno, attività culturali come visitare senza troppa folla gallerie d’arte, esposizioni e mostre disseminate nelle città italiane, dedicarsi allo shopping selvaggio grazie ai saldi di inizio anno, partecipare ad eventi e manifestazioni popolari o abbandonarsi ai piaceri della tavola riscoprendo le infinite ricette regionali e i prodotti tipici a km zero.

Vediamo allora alcuni spunti, idee e suggerimenti per godersi una vacanza a gennaio in Italia.

Dove andare a gennaio in Italia? Le migliori mete del mese

  • Breuil - Cervinia
  • Aosta 
  • Cortina d'Ampezzo
  • Madonna di Campiglio
  • San Candido
  • Selva di Val Gardena
  • Dobbiaco
  • San Martino di Castrozza
  • Castelrotto
  • Bolzano
  • Torino
  • Verona
  • Urbino
  • Etna
  • Taormina 
  • Messina 
  • Catania 

Vacanze di gennaio in Italia porta subito alla mente immagine di cime innevate, montagne bianche e piste da sci pronte ad accogliere tutti gli appassionati, se poi aggiungiamo una cornice paesaggistica mozzafiato e incantevoli borghi di montagna troviamo facilmente la prima destinazione per una settimana bianca di inizio anno.

Al confine con la Svizzera, le Alpi nel nord-ovest italiano incorniciano la fantastica Valle d'Aosta che racchiude numerose località di grande fama tra gli appassionati di sport invernali. Una di queste è senza dubbio il comune di Breuil-Cervinia ai piedi dell’imponente vetta del Cervino. 

GUARDA ANCHE: VACANZE IN INVERNO 2022

Qui si snodano alcune delle migliori piste da scii di tutta Italia, adatte ad ogni livello di abilità e incastonate in uno scenario alpino di forte suggestione. Nel mese di gennaio inoltre in tutta la regione è possibile prendere parte a divertenti ciaspolate sulla neve per esplorare i sentieri all’interno del magnifico Parco Nazionale Gran Paradiso o aggirarsi con curiosità tra gli stand e i banchi allestiti nel centro storico della città di Aosta dove si tiene la vivace fiera artigiana conosciuta come Fiera dell'Orso.

Un paradiso naturale per ogni amante di natura e sci sono le Dolomiti, una catena montuosa di rara bellezza che richiama appassionati di alta montagna in ogni stagione dell’anno e che nel mese di gennaio offre i suoi panorami mozzafiato ricoperti di soffice neve bianca. Tutto l’arco dolomitico a cavallo tra più regioni del nord est conta ben 18 cime montuose, alcune delle quali al di sopra dei 3.000 metri di altitudine, piste da sci tra le migliori in Europa e paesi, borghi e centri esclusivi di grande fascino come Cortina d'Ampezzo, Madonna di Campiglio, San Candido, Selva di Val Gardena, Dobbiaco, San Martino di Castrozza, Castelrotto. Qui si può godere della tipica atmosfera tirolese e di tante gustose ricette della gastronomia locale.

Le Dolomiti a gennaio sono anche meta ideale di chi viaggia con bambini grazie a tanti parchi divertimento sulla neve pensati per lo svago dei più piccoli come quelli di Madonna di Campiglio e Bolzano.

Proprio la bella città capoluogo del Trentino Alto Adige rappresenta un’ottima meta per una vacanza di gennaio capace di tenere insieme passione per lo sport, relax e atmosfera come poche altre, con tanto da offrire ad ogni tipologia di visitatore grazie al suo spirito vivace e coinvolgente e ad una posizione strategica che la rende ottima base di partenza per esplorare le tante attrazioni nei suoi dintorni.

Gennaio sembra essere il periodo migliore per visitare l’elegante città di Torino, che in questo mese accende le luci sui diversi aspetti della sua personalità. Per la sua posizione alla porta della Alpi la città viene incorniciata dal bianco delle cime innevati circostanti che offrono una vista di grande impatto e anche numerose piste da sci di fama internazionale facilmente raggiungibili dalla città. 

Ma il fascino di Torino sta anche e soprattutto nei suoi viali eleganti, nella raffinatezza dei suoi costumi, nei suoi musei e monumenti storici, nella sua scena eno-gastronomica, nei suoi eventi culturali e appuntamenti per celebrare l’arte come la rassegna di Luci d'Artista che, anche a gennaio, illumina l’intera città con istallazioni fantasiose firmate da grandi artisti.

La romantica Verona può essere un’altra buona idea per una tranquilla e sofisticata vacanza di gennaio. La bella città veneta è da sempre al centro di importanti rassegne culturali e di eventi eno gastronomici che richiamo molti appassionati. 

Per questo Verona non è solo una delle città più belle, artistiche e culturali d’Italia ma anche il centro di una provincia ricca di eccellenze sia della tavola che paesaggistiche. Dalle vicine sponde del Lago di Garda con i piccoli ma incantevoli borghi di Peschiera del Garda, con annesso parco divertimenti di Gardaland, Desenzano del Garda o Malcesine, ai percorsi con degustazione delle Strade del Vino in Veneto su cui sorgono i vigneti dove si producono alcuni dei migliori vini italiani come l’Amarone, il Valpolicella, il Bardolino o il Soave DOCG, il territorio è variegato e ricco di storia, sapori e bellezze naturali.

Il centro rinascimentale di Urbino può essere una piacevole e sorprendente destinazione per una vacanza di gennaio nelle Marche. Grazie al suo centro storico inserito nel patrimonio mondiale dell’Unesco, Urbino vanta un’architettura straordinaria, monumenti, opere d’arte, antichi palazzi nobiliari e mura di cinta che custodiscono una piccola città gioiello capace di mantenere intatto il suo splendore. 

Soggiornare qui vuol dire anche poter ammirare l'imponente Palazzo Ducale che ospita la Galleria Nazionale delle Marche, che espone una delle più importanti collezioni di arte rinascimentale al mondo con opere di Raffaello, Tiziano e Piero della Francesca.

Fino all’Epifania inoltre nel vicino borgo di Urbania si possono portare i bambini nella casa della Befana e partecipare a colorate feste che animano le vie del centro con artisti di strada, bancarelle di ogni tipo e spettacoli acrobatici pensati per intrattenere e affabulare i più piccoli.

Se puntiamo la bussola verso sud ci accorgiamo che sul versante orientale della Sicilia si erge il gigante di oltre 3000 metri del Monte Etna, un vulcano che anche in inverno regala scorci e paesaggi naturali impressionanti. 

Durante i mesi più freddi le sue pendici si coprono di soffice neve bianca che regala al vulcano un aspetto inedito e sbalorditivo e lo trasformano in una grande e rinomata pista da sci. Inforcare gli sci a queste latitudini significa vivere un’esperienza diversa da tutte le altre e indimenticabile, specialmente nelle due stazioni sciistiche servite da efficienti impianti di risalta come quelli di Nicolosi a sud tra i 1910-2700 metri e quello di Piani di Provenzana - Linguaglossa sul versante nord dell'Etna tra i 1800-2317 metri. 

Inoltre dall’Etna sono facilmente raggiungibili alcune delle città più rappresentative di Sicilia come Taormina, Messina e Catania che anche a gennaio mantengono il loro spirito vitale e colorato e aggiungono alla vacanza il sapore unico dell’isola.

Autore: Giorgio Calabresi

Scopri