Italia

Le 10 città italiane da vedere in inverno

Lecce
13-10-2022
Chi ha detto che l’inverno non abbia il suo fascino nel regalare delle giornate da turisti? 

Alcune città sono ancor più belle sia con i cieli tersi e la brina invernale, che con i colori tipici dei periodi più freddi.

Ecco alcuni suggerimenti sulle città italiane da vedere in inverno.

GUARDA ANCHE: I BORGHI PERFETTI PER L'INVERNO

torino_3

Torino

Torino

Viene spesso definita come una città buia, ma Torino è un’imperdibile meta di viaggio. Il suo centro storico è un mix di belle piazze e palazzi nobili: Piazza Castello, Palazzo Reale e Palazzo Madama.

Il suo fascino bohémienne si esprime al meglio tra caffè e musei. Da visitare sicuramente c’è il Museo del Cinema, che si trova nella Mole Antonelliana, dalla quale anche godere di una vista incredibile sulle montagne intorno, e il Museo Egizio

Napoli

napoli_10

Una delle città più antiche d’Europa, con un centro storico ricchissimo di monumenti artistici. Si parte da Spaccanapoli, la strada caotica che taglia al centro la città, dai Quartieri Spagnoli al Quartiere Forcella.

Per visitare Napoli ci vogliono almeno due giorni, così da poter godere di una passeggiata sul lungomare con il Maschio Angioino sullo sfondo, oppure da ammirare piazza Plebiscito. 

Roma

roma_13

Romantica e intramontabile, Roma è un museo a cielo aperto che merita una visita in ogni momento dell’anno. L’inverno poi qui è abbastanza mite per cui difficilmente soffrirete il freddo. 

Oltre ai luoghi simbolo della capitale, come il Colosseo, i Fori Imperiali, Piazza Navona, perdetevi tra piazze e stradine, quartieri storici, mercati, case colorate. Non dimenticate il Ghetto ebraico con la sua atmosfera di altri tempi.

GUARDA ANCHE: SOLSTIZIO D'INVERNO

Palermo

palermo_8

Palermo è un’esperienza folgorante. Caotica, chiassosa, affascinante, ospitale, travolgente. È tutta da ammirare, tra il Palazzo dei Normanni, Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, e il Teatro Massimo, teatro lirico di fama internazionale. Non perdetevi i mercati e la spiaggia di Mondello.

Trento

Trento Fontana di Nettuno

Trento è un gioiello da esplorare tutta a piedi per ammirare al meglio la sua architettura tipicamente asburgica. E se sentite freddo potete rifugiarvi al MUSE, Museo delle Scienze di Trento, meta davvero interessante sia per i grandi che per i piccoli.

Chi cerca il relax invece lo trova alle Terme di Comano o a quelle di Pejo.

Alba

Alba Piemonte

Siete più tipi da turismo enogastronomico? Nessun problema, l’Italia offre tante opzioni anche per voi! Il Piemonte in particolare, con Alba e le Langhe, è il luogo giusto.

Alba, con il suo centro storico di origine medievale, le tante torri e la Cattedrale gotica di San Lorenzo, invita a passeggiare, scegliendo poi un ottimo ristorante per assaggiare un piatto di tagliatelle con il tartufo o dei ravioli con il plin. 

Alghero

alghero-centro-storico

Alghero è uno splendido borgo nel nord ovest della Sardegna, un centro storico medievale animato e vivace, con un porticciolo e una vista sul mare che vi delizierà. 

Trieste

Cosa vedere a Trieste

Certo, se la Bora soffia Trieste diventa una città gelida, ma ci sono tante attrazioni da visitare al riparo dal freddo. Dopo aver passeggiato per la Piazza dell’Unità e il Molo Audace, potrete visitare la chiesa barocca di Santa Maria Maggiore, il castello medievale di San Giusto con la sua cattedrale e i resti del Teatro Romano. 

Genova

Genova

Tra focaccia e caruggi, Genova regala vie strette che dal porto salgono fino al centro storico. Passeggiate per via Garibaldi, strada realizzata nel 1500, che può vantare alcuni tra i più bei palazzi d’Europa.

E se fa troppo freddo ci si rifugia all’Acquario oppure, se visitare in famiglia, a due passi da lì, alla Città dei Bambini e dei Ragazzi, per giocare, sperimentare e scoprire cose nuove. 

Lecce

Lecce

Capoluogo della zona del Salento, Lecce è regina del Barocco, tra chiese, statue e monumenti ottocenteschi. Con i suoi colori caldi e l’atmosfera ospitale tipica del sud, è il punto ideale per procedere poi nella visita della costa, sia adriatica che ionica. 

Riproduzione riservata