Idee di viaggio

Dove trascorrere il Capodanno in Italia

Piccole ma incantevoli città che sembrano essere il giusto bilanciamento di vita urbana, bellezza e tranquillità

Lecce CAPODANNO Shutterstock
5/5

La prima buona notizia di questo 2021 è che sta per finire. La seconda buona notizia è che quest’anno non saremo in preda alla solita ansia da prestazione già due mesi prima colti da evidente imbarazzo difronte alla domanda “che fai a Capodanno?”

Quest’anno siamo tutti chiamati a partecipare al grande gioco a premi indetto dal governo con un percorso a ostacoli verso l’agognata meta del 1 gennaio 2022. Abbiamo raccolto qualche suggerimento per trascorre un capodanno tra le bellezze d’Italia. 

Iniziamo con alcune piccole ma incantevoli città che sembrano essere il giusto bilanciamento di vita urbana, bellezza e tranquillità.

Dove trascorrere il Capodanno in Italia

Lecce è la capitale del Barocco pugliese, visitarla in pieno inverno significa vederla sotto una luce diversa, più tersa che si riflette nelle pietre dei suoi magnifici palazzi del centro storico e nei suoi luoghi simbolo come Piazza Duomo, la Chiesa di San Matteo o il Teatro Romano. Perfetta per essere esplorata a piedi tra le sue antiche vie, le sue piazzette, le piccole corti che nascondono alcuni dei palazzi più belli della città, è patria di cultura e buon cibo. Lecce è circondata dal paesaggio naturale del Salento che anche lontano dalla stagione estiva e dalle folle di bagnanti sa regalare le suggestioni uniche del mare d’inverno, con spiagge, insenature, baie e costoni a picco sul mare mozzafiato, ideali per mettere a fuoco i buoni propositi del nuovo anno.

Un’altra meta ideale da visitare fuori stagione con la scusa del capodanno è la bella Taormina. Se la Sicilia intera merita sempre un posto nella nostra lista dei viaggi, Taormina è uno dei suoi luoghi di maggior richiamo, anche a Gennaio. Adagiata su una terrazza rocciosa a picco sul Mar Ionio sulla costa orientale della Sicilia, Taormina è incastonata in una cornice spettacolare tra mare e il monte Etna. Costellata da case adornate di fiori tra stradine, vie pedonali e scorci panoramici che rendono unica l’atmosfera la città è anche sede di splendide chiese barocche e del più bel anfiteatro greco dell'isola: il Teatro Greco.

Se per brindare a mezzanotte preferite il limoncello allo champagne allora la vostra destinazione è l’incantevole città di Sorrento. Arroccata su un costone a picco sul mare nel Golfo di Napoli e circondata da  limoneti e aranceti offre un’atmosfera calda e accogliente anche durante le festività invernali. Carica del tipico fascino della Costiera Amalfitana, Sorrento ha un caratteristico centro storico che si irradia dalla centrale Piazza Tasso, con stradine, case nobiliari e scorci panoramici unici. Lungo la sua costa si trovano i due porti di Marina Grande e Marina Piccola dove alloggiano pescatori e ristoranti affacciati sul mare e da dove ci si può imbarcare alla volta delle isole di Capri, Ischia e Procida per una romantica fuga di inizio anno.

Spostandosi al nord, più precisamente nel cuore della Pianura Padana, Mantova è una piccola città d'acqua con un paesaggio urbano unico da riscoprire anche all’alba del nuovo anno. Si tratta di un comune rinascimentale con un centro storico ideale da esplorare in lente passeggiate o in bicicletta. Le meraviglie disseminate tra le sue vie, esempi di architettura rinascimentale e urbanistica, come Piazza delle Erbe, Piazza Brolleto e Piazza Sordello, la maestosità e la grazia del Palazzo Ducale e del Palazzo del Te, la Casa del Mercante e la Torre dell'Orologio Astronomico gli sono valse l’inserimento nella lista dei siti patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Per un capodanno all’inseguimento delle gioie del gusto è difficile immaginare una meta più attraente della bellissima campagna delle Langhe in Piemonte, terra di produzione di alcuni tra i migliori vini italiani come Barolo, Barbera d'Alba e Nebbiolo e di grandi eccellenze come il tartufo bianco. Barolo è una pittoresca cittadina con molti ottimi ristoranti ma è anche al centro di una zona tranquilla tra dolci colline, vigneti e stradine che si snodano nella natura con itinerari ed escursioni alla scoperta di castelli, borghi fortificati e ovviamente cantine.

Capodanno in Campagna

Tra le strutture più ricercate per festeggiare la fine dell’anno ci sono ville, casolari e agriturismi disseminati tra i dolci pendii della campagna italiana, tra scenari bucolici e atmosfera genuina. Se si amano questo tipo di paesaggi il primo nome da scrivere sulla lista è quello della campagna Toscana e in particolare della Garfagnana una valle situata a nord di Lucca e Pisa nella parte settentrionale della regione. Questa zona ricoperta di boschi è generalmente meno turistica rispetto ad altre aree della regione e comprende al suo interno una gran varietà di paesaggi con i parchi naturali delle Alpi Apuane e il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano. Sul suo territorio ci sono poi 16 incantevoli borghi nascosti da riscoprire come Castiglione di Garfagnana, tra imponenti fortezze e gustose ricette locali a base di castagne, cinghiali e funghi. La Garfagnana è anche l’ideale per chi vuole iniziare il nuovo anno immerso nella natura selvaggia esplorando la zona con percorsi di trekking tra boschi, torrenti di ciottoli, grotte e monasteri.

LEGGI ANCHE: CAPODANNO SULLA NEVE

Per rimanere in Toscana ma più sul versante costiero la meta da scegliere per fine anno potrebbe essere la Costa degli Etruschi, un territorio ricco di paesaggi naturali della macchia mediterranea tra mare e colline, borghi e siti storici. I comuni di Populonia e San Vincenzo, le riserve naturali di Monterufoli e il Parco Geotermico delle Biancane e tutta la Val di Cecina offrono numerose opportunità di festeggiare l’anno in armonia con la natura.

Spostandoci in Abruzzo tra Rocca Calascio e la Valle dell’Orfento troveremo invece paesaggi più montani ma altrettanto carichi di atmosfera genuina. I borghi antichi di Rocca Calascio o Santo Stefano di Sessanio e la Riserva Naturale della Valle dell’Orfento offrono paesaggi cinematografici e la suggestione di ritrovarsi a celebrare la fine dell’anno in una situazione quasi sospesa nel tempo tra natura incontaminata e tradizioni mistiche.

Capodanno in Monastero

Per i più estremi o semplicemente per chi volesse dare addio a questo lungo anno lontano da tutto e tutti suggeriamo la possibilità di trascorre il periodo delle feste in alcuni conventi, monasteri e abbazie aperti al pubblico che offrono ospitalità, tranquillità e paesaggi mozzafiato. In Italia esistono numerosi edifici di culto di epoca medioevale che garantiscono riparo dagli affanni della vita comune e che sono aperti alla condivisione, per chi volesse, della loro quotidianità fatta di meditazione, preghiera, passeggiate nella natura e pasti condivisi. Tra i luoghi più indicati per questo tipo di soggiorno alternativo dove scegliere di condividere o meno la vita monastica, vi segnaliamo il monastero di Santa Maria del Monte a Bevagna, vicino Perugia, gestito dalle monache benedettine, il monastero di Bose in provincia di Vercelli. Quello di San Cipriano a Trieste è aperto solo ai single mentre i frati Minimi del convento di San Francesco di Paola in provincia di Cosenza e i francescani del convento S. Maria Santissima di Gibilmanna a Cefalù ospitano solo uomini predisposti a prendere parte alle preghiere. Verso Rieti per i non cattolici c’è il monastero buddhista di Santacittarama a Frasso Sabino, aperto a uomini e donne invitati a seguire le regole dalla disciplina e dalle consuetudini monastiche buddiste. 

In barca a vela

Un’alternativa altrettanto isolata ma decisamente più avventurosa è decidere di festeggiare l’arrivo del nuovo anno in barca a vela e guardare il futuro da una prospettiva diversa, tra le luci delle stelle e quelle della costa che si rispecchiano sul mare, cullati dallo sciabordio delle onde sullo scafo e dal fruscio del vento sulle vele per un’esperienza nuova ed esaltante. Di solito chi sceglie di imbarcarsi in inverno mette sulla propria mappa destinazioni esotiche dall’altra parte del mondo dove l’estate riscalda ancora l’atmosfera, ma anche nei mari italiani si possono trovare rotte marine senza risentire eccessivamente del calo delle temperature. 

LEGGI ANCHE: CAPODANNO NEI BORGHI DI MONTAGNA

Basti pensare alle acque che circondano la Sicilia dove il Mediterraneo offre clima mite spiagge paradisiache, acque turchesi, villaggi di pescatori e meraviglie tutto l’anno. Le isole Egadi, l’arcipelago al largo di Trapani, Favignana, Levanzo e Marettimo sono luoghi incantevoli che offrono navigazione protetta e scenari unici con coste rocciose, grotte marine e natura selvaggia. A Favignana inoltre si può trovare anche tutto il fascino dell’archeologia industriale con le vecchie tonnare dismesse in un contesto naturale di acque cristalline, riserve naturali e tracce di un passato glorioso.

Scopri