Idee di viaggio

Maiori, cosa fare e vedere in giornata

Le migliori cose da fare nel borgo della Costiera Amalfitana

Maiori, cosa fare e vedere in giornata nel borgo della Costiera Amalfitana WEEKEND Shutterstock
5/5

Maiori è un piccolo comune della provincia di Salerno che conta solo poco più di 5.300 abitanti. È uno dei borghi che fanno parte della celeberrima costiera Amalfitana e, per questa ragione, è una località turistica rinomata soprattutto nelle stagioni più calde e in particolar modo in estate, grazie al suo meraviglioso mare

Dal 1997 – come gli altri comuni della Costiera più famosa d’Italia – è stato riconosciuto come patrimonio universale UNESCO. Ma cosa c’è da fare e vedere a Maiori? Ecco qualche suggerimento.

Maiori, cosa fare e vedere in giornata

  • Passeggiare lungo il sentiero dei limoni
  • Visitare il palazzo Mezzacapo
  • Passeggiare sul pittoresco lungomare
  • Assaggiare i piatti tipici

Passeggiare lungo il sentiero dei limoni

La zona della Campania in cui si trova Maiori è particolarmente famosa per essere la patria di limoni profumati e gustosi. Anche a Maiori si trova il cosiddetto sentiero dei limoni e collega la cittadina a un’altra località della costiera: Minori. 

Il percorso – che si attraversa interamente in circa un’ora – è caratterizzato da più di 400 scalini e lungo la strada è possibile imbattersi in tante fontane decorate dalle ceramiche locali, utilizzate anche per le soste. 

Anticamente era un sentiero molto trafficato, oggi invece resta una delle diverse zone costiere in cui si coltivano gli agrumi e consente di toccare con mano una delle tradizioni più suggestive del luogo. Non è raro, infatti, imbattersi in contadini e contadine che, nel periodo di raccolta, caricano sulle proprie spalle sacchi pieni di questi frutti.

Visitare il palazzo Mezzacapo

È il palazzo più affascinante di Maiori e attualmente è anche la sede del municipio, che sovrasta l’intera cittadina. Anticamente passò sotto il dominio di molte famiglie nobili campane fino ad arrivare nel ‘400 ai Mezzacapo.

Nel corso dei secoli i vari eredi apportarono diverse modifiche e fu in particolare Gaetano Mezzacapo – marito della Marchesa Marianna Pepoli di Castiglione – che gli conferì l’aspetto che ha attualmente. Si tratta di un grande edificio in cui pavimenti e scalinate sono interamente realizzati in marmo. All’interno è anche possibile ammirare numerosi affreschi. Particolari sono anche i grandi giardini che lo circondano che, pare, abbiamo la forma della croce di Malta in onore dell’omonimo ordine militare. L’ingresso nelle sale e nei giardini è libero e gratuito.

Foto: © DinoPh/Shutterstock

Passeggiare sul pittoresco lungomare

Chi arriva in Costiera e a Maiori lo fa principalmente per una ragione: il mare. Se tuffarsi e scoprire le scogliere e le spiaggette è un’attività prettamente estiva, passeggiare sul lungomare della cittadina è invece una cosa che si può fare tutto l’anno. 

La passeggiata accompagna le spiagge per circa un chilometro, alternando locali e bar in cui fermarsi per sorseggiare un aperitivo o mangiare un gelato, e conduce i visitatori fino alla torre normanna della città. Si tratta di una delle tante fortezze che si trovano lungo la costa campana, la torre di Maiori è una delle meglio conservate.

Gustare tutte le prelibatezze offerte dalla cucina locale, a Maiori è quasi un imperativo morale. Oltre ai tanti piatti a base di pesce fresco, si possono assaggiare anche alcune ricette tipiche e tradizionali. La minestra maritata, ad esempio, una sorta di zuppa che rappresenta il matrimonio tra verdure e carne. Per prepararla si utilizzano cicoria, scarole, verza, costine di maiale e salsicce. Tra i dessert, imperdibili il sorbetto al limone artigianale e le melanzane al cioccolato: un piatto particolare e dal sapore deciso in cui gli ortaggi vengono trasformati in un vero e proprio dolce.

Foto: ©Josef Skacel/Shutterstock 

Autore: Paola Toia

Scopri