Campania

La Grotta di Eolo, l’angolo segreto della Reggia di Caserta

Reggia di Caserta

Le meraviglie della Reggia di Caserta non smetteranno mai di stupirci. Un tesoro nascosto dagli anni ’70, torna alla luce dopo tanti anni. È la Grotta di Eolo, un tesoro segreto che presto sarà oggetto di un importante restauro. 

La grotta è tornata alla luce dopo i lavori di pulizia e ripristino degli ambienti del Parco della Reggia di Caserta. Ecco la scoperta. 

LEGGI ANCHE: POSTI POCO CONOSCIUTI DELLA CAMPANIA

reggia-di-caserta_1

Grotta di Eolo

Durante i lavori di manutenzione e restauro di alcune zone della Reggia di Caserta è tornato alla luce un luogo perduto, una grotta che custodisce un piccolo tesoro fatto di sculture, capitelli, fregi e stemmi: è la Grotta di Eolo

Si tratta di un paradiso perduto, rimasto segreto dagli anni ’70. Nella grotta, ripulita da rovi e piante infestanti, è tornato alla luce un tesoro composto da oltre 300 pezzi tra capitelli, foglie d’acanto, fregi e stemmi, appartenuti ai gruppi scultorei del Parco Reale, rinvenuti in parte anche nella macchia boschiva e nei depositi, sono riemersi dall’oblio.

I reperti sono stati fotografati e catalogati in attesa di poter tornare, dove possibile, nella loro collocazione originaria.

La grotta non è ancora visitabile perché sarà oggetto di una importante ristrutturazione. Ecco le foto e il video ufficiale dalla pagina Facebook della Reggia di Caserta. 

Riproduzione riservata