Italia

I Borghi sui canali, i 10 più belli da vedere in Italia

Borghi sui Canali
03-12-2022

Pensando alle passeggiate sui canali ad ammirare i tramonti, la mente corre subito a grandi e bellissime città come Venezia e Milano.

In Italia però esistono anche molte cittadine o borghi sui canali che seppure meno conosciute, sono vere e proprie bomboniere e altrettanto affascinanti. Vediamone qualcuna.

Peschiera del Garda

Peschiera del Garda è un comune veneto al confine tra Brescia e Mantova.

Il centro è ricco di bellissimi palazzi medievali, fortificazioni, ponti e canali navigabili con piccole imbarcazioni che portano il turista alla scoperta di suggestivi scorci.

Alla città si accede da due antiche porte: Porta Brescia e Porta Verona e il centro storico è ricco di bastioni, le caratteristiche opere di fortificazione a difesa dei borghi medievali.

Nei pressi di Porta Verona c’è il Bastione San Marco che nel suo “camminamento” sopra la porta, rappresenta uno dei punti panoramici più belli.

Ci sono anche il Bastione Togon con una meravigliosa vista sul lago di Garda, il Bastione Cantarane che serviva a sorvegliare il carcere militare, il Bastione Feltrin (in parte distrutto) dove c’ è ancora il Museo della Pesca e delle tradizioni locali ricco di reperti storici della tradizione e il Bastione Querini che faceva parte dell’antico porto della cittadina da cui si gode la vista del Canale di Mezzo e dell’attuale porto.

Da non perdere la passeggiata sul Ponte dei Voltoni sul Canale di Mezzo dove oltre alla bellezza del panorama si  può sostare in uno dei tanti locali o ristoranti con vista sul canale.

Chioggia

Chioggia

Chioggia è una cittadina di circa 48.000 abitanti della città metropolitana di Venezia, sorge al confine con la laguna veneta ed è bagnata dalle foci dell’Adige e del Po.

Città medievale, era famosa per la produzione del “sal Clugiae”, il sale di Chioggia, ritenuto uno dei più pregiati al mondo tanto da essere definito l’oro bianco della serenissima repubblica di Venezia.

Il centro è diviso da tre canali. Il Canal Vena, il più importante, è cavalcato da ben 9 ponti tra cui il conosciutissimo antico Ponte Vigo, simbolo della città e spesso teatro di set cinematografici.

Chioggia è anche ricca di palazzi antichi e monumenti, tra più importanti da vedere c’è il Campanile di Sant’Andrea, considerato il più antico al mondo, che all’interno custodisce il Museo dell’orologio. Ma anche la chiesa di San Domenico, la casa di Carlo Goldoni e la maestosa statua del Refugium Peccatorum raffigurante la Madonna col Bambino.

Da non perdere, infine, se si sceglie questa località come meta, è la passeggiata tra i “Calli” (sono ben 74). Lungo Corso del Popolo si snodano questi caratteristici vicoli stretti che sembrano senza via d’uscita e nascondono bellissimi angoli, torri e cortili.

Sacile

Definita la piccola Venezia del Friuli, Sacile è una città di quasi 20.000 abitanti della provincia di Pordenone. Il centro sorge su due isole fluviali del Livenza su cui si affacciano bellissimi palazzi antichi.

L’acqua è elemento caratterizzante di questa bellissima cittadina abbracciata da suo fiume sormontato da 16 ponti. Percorrendo la città, ci si imbatte tra mura, porte e torrioni di quelle che erano una volta poste a difesa del territorio.

Bellissimi i palazzotti della città come il Palazzo Ragazzoni con le sue stanze affrescate e il cortile adorno di statue antiche, il Palazzo Ettorio con quel che resta dei magnifici affreschi, il Palazzo Carli di notevole interesse storico e tanti altri.

Da visitare anche la splendida Piazza del Popolo, teatro e cuore pulsante della vita cittadina. Un giro in canoa sul Livenza, da fare assolutamente per chi visita la città, offre una visione romantica e fiabesca della città.

Valeggio sul Mincio 

Valeggio sul Mincio è un piccolo borgo veneto attraversata dal fiume Mincio e dal canale Virgilio. Se si visita Valeggio, non si può non vistare il Castello Scaligero, risalente al X secolo, che sorge su di una collina e domina l’intera vallata. Poco lontano dal Castello, c’è la bellissima Villa Sigurtà in stile palladiano e il suo meraviglioso parco.

Di grande importanza sono la Chiesa di San Pietro in Cattedrale e molti i palazzi di pregio. Uno dei luoghi più affascinanti di Valeggio è il Ponte Visconteo, una diga fortificata per difendere Verona. L’opera di grande valore ingegneristico fu infatti costruita sul fiume Mincio e su altri 4 canali per tutelare la città da ogni lato.

Borghetto sul Mincio

Borghetto è una frazione di Valeggio risalente al periodo longobardo anche se le più belle costruzioni risalgono al Medioevo. Sorge ai piedi del Ponte Visconteo e le sue piccole casette colorate si affacciano direttamente sul Mincio.

All'interno del borgo si trova la bellissima Chiesa di San Marco Evangelista edificata nel 1759 in stile neoclassico. Il borgo è solo pedonale e passeggiare tra le sue viuzze con il rumore dell’acqua in sottofondo porta indietro nel tempo.

Borghetto conserva ancora tre dei mulini fatti costruire anticamente, giunti a noi ben conservati. Alcuni di questi sono ancora oggi funzionanti e, in alcuni periodi, possono essere visitati per vederli al lavoro.

Comacchio

Comacchio

Comacchio piccolo centro dell’Emilia-Romagna nel delta del Po, è una città lagunare che incanta i visitatori.

Il centro è un susseguirsi di vicoli, ponti e canali su cui navigano piccole imbarcazioni colorate che rendono magica l’atmosfera dei luoghi.

Affacciandosi dal Ponte degli Sbirri, si può godere della vista di alcuni dei monumenti più belli della città: il Palazzo Bellini e il Trepponti (simbolo della città) da un lato, l’antico Ospedale degli Infermi (oggi Museo del Delta Antco) dall’altro.

Da vedere la Torre civica che svetta sulla città e la Cattedrale di San Cassiano. Non può mancare un giro in barca tra i canali che attraversano la città.

Rasiglia

Rasiglia è un piccolo borgo umbro, frazione del comune di Foligno, detto anche il “Borgo dei ruscelli” per i tanti corsi d’acqua di colore smeraldo che percorrono il borgo formando piccole cascate e limpidi laghetti.

Nel piccolo centro il tempo sembra essersi fermato tra viuzze di ciottoli, casette in pietra e chiesette. Si cammina con il sottofondo del rumore dell’acqua in un’atmosfera da fiaba.

Il centro storico è piccolissimo, e passeggiando tra i vicoli si giunge ad un piccolo laghetto circondato da mulini. Nel borgo si trova anche la chiesa dei Santi apostoli Pietro e Paolo e un antico lavatoio.

Burano

Burano

Burano è un piccolo centro che sorge su 4 isole della laguna di Venezia con una popolazione di soli 3.000 abitanti.

Conosciuta i tutto il mondo per i suoi pregiati pizzi artigianali, accoglie i visitatori con le sue caratteristiche abitazioni colorate e i balconi fioriti che si riflettono nelle acque dei canali. Conoscere la cittadina e vederle le bellezze che nasconde, è facile: basta addentrarsi nel labirinto delle sue stradine, tra calli, calette e vicoli.

L’isola ha un’unica piazza dove si trovano il Museo del merletto, la Chiesa di San Martino Vescovo e il Palazzo del Municipio.

Al centro della piazza c’è anche un antico pozzo che risale al 500. Alle spalle della Chiesa si trova il caratteristico Campanile storto a causa di un cedimento del terreno e variopinte bancarelle di artigianato locale. Da non perdere la passeggiata sui “Tre Ponti”, un ponte di legno che collega tre canali e tre de strade ricche di negozi, ristoranti e locali e da cui si gode una meravigliosa vista della cittadina.

Stifone

Stifone

Stifone è un piccolo borgo lungo la riva del fiume Nera, in Umbria, dove un tempo gli antichi romani costruivano le loro navi.

È una frazione del comune di Nerni abitata oggi da soli 41 persone, immerso in un’atmosfera di altri tempi. Oggi è noto per uno strano e inspiegabile fenomeno: il fiume crea sotto di esso un’ansa alimentata da una sorgente che ogni giorno riversa un’acqua limpidissima e copiosa di un colore turchese, con sfumature bluastre da incanto.

Da vedere nel piccolo centro i resti dell’antico porto romano, i vecchi lavati alimentati da acque sorgive e le caratteristiche casette in pietra viva. Nel borgo regna sovrano il silenzio rotto solo dal dolce rumore delle acque.

San Martino di Castrozza

San Martino di Castrozza è una frazione del comune di Primiero San Martino, in provincia di Trento. Si tratta di un piccolo borgo adagiato nella valle del Primerio, ai piedi delle famose Pale di San Martino, le altissime e celebri cime del complesso dolomitico.

Il paesino è una meta turistica molto frequentata in tutte le stagioni, principalmente per la sua posizione geografica e per la vicinanza alle Dolomiti.

In inverno diventa una località sciistica e anche in estate non mancano i visitatori: sia per i percorsi di trekking attorno al centro che per il famoso rally di San Martino che si corre proprio nella zona periferica di questa cittadina.

Particolarmente importanti sono anche i tanti ruscelli e fiumiciattoli che scorrono sul territorio comunale di San Martino e che spesso vengono attraversati dagli escursionisti che vogliono scoprire le bellezze naturalistiche del borgo.

Riproduzione riservata