Italia

Borghi da visitare a Settembre: i più belli da scoprire

Borghi da visitare a Settembre: i più belli da scoprire

A settembre tornati dalle vacanze al mare o in montagna c’è ancora spazio per visitare alcuni piccoli e incantevoli borghi che costellano il territorio italiano.

Quando il clima si fa meno torrido e le località più turistiche si svuotano, programmare una gita in un borgo italiano può essere il modo migliore per addolcire la fine delle ferie e il ritorno alla vita di tutti i giorni.

L’Italia vanta un patrimonio tale di piccoli comuni, villaggi incantevoli e borghi medioevali da rendere facile e divertente la scelta di una meta in ogni sua regione. Una vera collezione di gioielli che a settembre sembrano dare il meglio della loro capacità di accoglienza a chi li raggiunge tra celebrazioni religiose e feste tradizionali a base di musica e buon cibo.

Ma quali borghi visitare a settembre? In questa lista abbiamo raccolto una serie di suggerimenti e idee per trovare i dieci borghi ideali da visitare a settembre. 

Borghi da visitare a Settembre: i più belli da scoprire

  • Figline Valdarno – Toscana
  • Dozza – Emilia-Romagna
  • Follina – Veneto
  • San Felice Circeo – Lazio
  • Sepino – Molise
  • Stilo – Calabria
  • Cingoli – Marche
  • Bussana Vecchia – Liguria
  • Scanno – Abruzzo
  • Castelsardo, Sardegna

scanno-strade

Figline Valdarno – Toscana

Figline Valdarno è uno dei borghi più popolari e visitati tra quelli della provincia di Firenze, ideale da visitare a settembre per scoprire la bellezza naturalistica del territorio circostante, le strade del suo centro storico e per il Palio di San Rocco che solitamente si tiene nella prima settimana del mese con corse di cavalli, tiro con l’arco, giostre e possibilità di gustare la squisita cucina locale.

Il suo antico centro abitato prende forma intorno alla grande piazza Ficino con le sue maestose mura medievali, tra numerosi monumenti come il Palazzo Pretorio, la Collegiata di Santa Maria e la Chiesa di San Francesco e musei interessanti come quello di Arte Sacra e l’Antica Spezieria.

Facilmente raggiungibile da Firenze in circa mezz’ora Figline è una meta ideale da visitare a settembre per scoprire le bellezze del Valdarno.

Dozza – Emilia-Romagna

dozza_4

Appollaiata su una collina tra Bologna e Imola, Dozza, è un classico borgo medievale conosciuto per una sua particolarità sorprendente. L’intera località è una vera galleria a cielo aperto con centinaia di opere d’arte esposte ovunque. 

Le sue mura, i suoi edifici e ogni parete disponibile sono ricoperte di variopinti Murales che ne adornano e colorano le strade. Molti artisti internazionali si ritrovano qui per decorare i muri del posto, ognuno secondo il suo stile, nel festival della Biennale del Muro Dipinto. Passeggiare per le vie di Dozza a settembre rappresenta un’esperienza diversa e speciale, da soli o accompagnati da una guida si può entrare nel cuore dell’avanguardia della street art.

(Foto: © Vivida Photo PC/Shutterstock)

Follina – Veneto

follina_1

Follina è un piccolo borgo del Veneto situato nell’Alta Marca Trevigiana, in un territorio a ridosso delle Prealpi Trevigiane caratterizzato da un paesaggio naturale di grande bellezza e impreziosito da incantevoli paesi e centri storici. 

Da poco insignito dell’ambita Bandiera Arancione, Follina, si sviluppa intorno alla magnifica abbazia cistercense di Santa Maria che custodisce opere di rilievo e uno splendido chiostro dove si tengono concerti di livello internazionale. Grazie alla sua conformazione Follina è ideale da visitare a settembre sia per conoscere i suoi storici edifici come palazzo Barberis sia per inoltrarsi in bici o a piedi lungo affascinanti percorsi immersi nella natura. Follina inoltre è noto per la tradizionale arte della lavorazione della lana e della seta, per le sue colline ricoperte di vigneti e patrimonio Unesco importante tappa della strada del Prosecco. 

(Foto: © REDMASON / Shutterstock.com)

San Felice Circeo – Lazio

san-felice-circeo

Questo borgo marinaro del Lazio si trova al termine della spettacolare strada di Via del Faro arrampicata su una scogliera a picco sul mare con un panorama unico sulla macchia verde che ricopre il Monte Circeo. Il centro storico di questo suggestivo borgo di origine medioevale è cinto da antiche mura di protezione ed è attraversato da stradine e vicoli panoramici sul Golfo di Gaeta e fino alle Isole Pontine. Nella sua piazza centrale si innalza la Torre dei Templari con un caratteristico orologio e il portone d’ingresso del palazzo baronale che da sull’antico cortile del palazzo della famiglia Caetani. 

Lungo la scogliera del promontorio si trovano le quattro torri papali erette come difesa dai pirati: Torre, Moresca, Cervia, Fico e Torre Paola l’unica che conserva ancora la sua struttura originaria di forma rotonda.

Visitare San Felice Circeo può voler dire anche cogliere l’occasione per gli ultimi bagni a mare di stagione grazie alla sua alternanza tra costa sabbiosa e rocciosa con calette e spiagge di grande bellezza quali Torre Fico lambita da acque cristalline malgrado la prossimità al porto turistico, quella rocciosa de La Rinascente ideale per abbronzarsi sugli scogli o quella che sbuca sotto la Grotta delle Capre in un ambiente marino suggestivo.

Sepino – Molise

sepino_3

Tra i piccoli tesori da scoprire in Molise a settembre c’è il borgo di Sepino, in provincia di Campobasso, inserito nella lista dei Borghi più belli d’Italia. Adagiato nella scenografica vallata Tammaro, Sepino è un borgo incantevole, ricco di storia antica, tradizioni e acque termali. 

Sul suo territorio si trovano due importanti aree archeologiche, quella del villaggio sannita (Terravecchia o Saipins) e quella romana (Saepinum-Altilia), un centro di stradine, vicoli e chiese come la centrale Santa Cristina, campanili, torri, porte d’ingresso al paese e le storiche sorgenti termali delle Tre Fontane. In più dai boschi verdi che circondano Sepino si diramano numerosi sentieri e percorsi di trekking.

Stilo – Calabria

cattolica-di-stilo_2

Uno dei gioielli di Calabria che risplende soprattutto alla luce di settembre è il borgo di Stilo in provincia Reggio Calabria, inserito nella lista de I Borghi più belli d’Italia. 

Si tratta di un paese dalle antiche origini bizantine in posizione ideale tra le pendici del Monte Consolino e la costa ionica, il suo centro storico racchiude un labirinto di vicoli, antiche case ammassate, cortili nascosti, palazzi secolari, antiche mura di cinta con ancora porte e torri e soprattutto la splendida chiesa bizantina con cupole rivestite di piastrelle risalenti al IX secolo de La Cattolica.

Cingoli – Marche

cingoli

Il borgo di Cingoli, neo-bandiera arancione, è anche noto col nome di “Balcone delle Marche” grazie alla sua magnifica posizione panoramica sull’alta valle del Musone, un territorio ricco di sentieri e percorsi tra boschi e scorci suggestivi, come La Macchia di Tassinete e il Bosco di Montenero e il lago di Castreccioni. 

La sua intatta cinta muraria medioevale racchiude un centro storico costellato di monumenti, stradine tranquille e luoghi da visitare tra cui il Museo archeologico statale, diversi palazzi storici di grande rilievo e la fontana di Maltempo mentre per visitare la Chiesa collegiata di Sant’Esuperanzio, il più importante edificio religioso di Cigoli, si deve uscire appena fuori dalla zona della città vecchia.

Bussana Vecchia – Liguria

bussana-vecchia_3

Nei pressi di Sanremo e non distante dal confine francese Bussana Vecchia è un antico borgo (quasi) fantasma rimasto abbandonato per gran parte del 20 ° secolo dopo un tremendo terremoto. 

Negli ultimi anni il piccolo paese sta trovando una nuova vita grazie alla pulsante attività di una comunità di artisti che ha ridato linfa alle stradine acciottolate del centro con gallerie d’arte e piccole botteghe. 

Passeggiare tra i vicoli pedonalizzati del villaggio a settembre significa immergersi in un’atmosfera particolare tra vecchie rovine, la chiesa originale del posto rimasta senza tetto, giardini fioriti e studi d’arte.

Scanno – Abruzzo

scanno_7

Il borgo di Scanno conserva un’identità più spiccatamente montana grazie alla sua posizione panoramica sulle colline ricoperte di foreste degli Appennini nei pressi della rigogliosa e suggestiva valle del Sagittario.

Scanno presenta un centro storico ricco di vicoli, strade acciottolate, antiche case in pietra e numerose chiesette che rendono molto caratteristica l’atmosfera del paese. Anche a settembre la sua grande attrazione resta l’incantevole Lago di Scanno incastonato tra il verde delle montagne con il suo specchio d’acqua color smeraldo completamente balneabile. Qui si può ancora godere di una giornata sulla spiaggia attrezzata anche per bambini in pieno relax, solcare le sue acque a bordo di pedalò o canoa, passeggiare nel bosco circostante o noleggiare una bici per pedalare su un percorso nella natura o dedicandosi alla pratica del birdwatching alla ricerca di una delle aquile che volano in zona.

Castelsardo, Sardegna

castelsardo3

Situato nella Sardegna nord-occidentale, al centro del Golfo dell’Asinara, in una zona di incredibile bellezza, Castelsardo è un borgo da visitare a settembre subito dopo l’esodo di turisti che affollano la regione in estate. 

Questo incantevole borgo medievale dalle stradine acciottolate con un centro storico vivace e caratteristico si sviluppa intorno al Castello dei Doria dalle possenti mura e 17 torri, oggi sede del Museo dell’Intreccio Mediterraneo, uno dei musei più visitati dell’isola, dedicato all’antica tradizione della cestaia.

Autore: Giorgio Calabresi

Riproduzione riservata