Italia

Borghi della Maremma Toscana: i più belli da visitare

Borghi Maremma

I borghi più caratteristici della Maremma sono piccoli comuni toscani, luoghi da sempre sinonimo di arte, paesaggi armoniosi, buon cibo e centri storici affascinanti di stampo medievale.

Questa parte meridionale della regione si presta ad essere esplorata senza fretta dentro la dolcezza dei suoi paesaggi punteggiati da boschi, sorgenti termali e incantevoli borghi affacciati sul mare come quelli di Porto Ercole, Porto S. Stefano, Orbetello, Talamone, Castiglione della Pescaia e Follonica o posizionati in collina come Capalbio, Pitigliano, Sorano, Sovana e molti altri.

Quali sono i più belli da visitare? Scopriamolo insieme.

Pitigliano

Pitigliano

Nella parte meridionale della Maremma toscana troviamo il borgo medievale di Pitigliano.

Grazie alla sua scenografica posizione su uno sperone di roccia vulcanica il paese domina le vallate circostanti regalando un colpo d’occhio di grande impatto anche per chi lo guarda da lontano.

Il suo caratteristico centro abitato presenta un dedalo di vicoli acciottolati che serpeggiano tra case scavate nel tufo, chiese medioevali, un antico acquedotto e soprattutto un tortuoso quartiere ebraico che ha fatto conoscere Pitigliano anche con il nome di “Piccola Gerusalemme”.

GUARDA ANCHE: VIE CAVE, A PIEDI DA PITIGLIANO A SOVANA

Sovana

Sovana

A pochi chilometri di distanza da Pitigliano si può raggiungere il piccolo ma grazioso borgo di Sovana inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia secondo l’Associazione dei comuni italiani.

Pittoresco e minuto questo borgo è attraversato da un’unica strada lastricata in terracotta che conduce ai suoi luoghi principali come Piazza del Pretorio che ospita il Palazzo dell’Archivio, oggi sede del Comune e la Chiesa di Santa Maria con affreschi di epoca romanica, mentre appena fuori dal centro si trova il Duomo posto in posizione dominante al di sopra di uno sperone di tufo.

Al paese si accede dalla Porta della Rocca posta davanti al Palazzo dell’Archivio col suo grande orologio e a Palazzo Bourbon del Monte con il suo particolare porticato.

Sorano

Cosa vedere a Sorano

Arroccato in cima ad  una rupe di tufo e circondato da una spettacolare valle verde solcata dal torrente Lente tra boschi e uliveti il borgo di Sorano è un'altra tappa imperdibile tra i borghi maremmani.

La Porta Alta da accesso alla parte più antica del borgo che ha mantenuto il fascino e l’impianto architettonico di epoca etrusca in cui passeggiare senza fretta tra stradine, palazzi antichi e botteghe artigiane.

Il centro storico di Sorano è dominato dalla fortezza degli Orsini emblema di architettura rinascimentale di stampo militare al cui interno si può visitare  il Museo del Medioevo e del Rinascimento e una panoramica terrazza in pietra.

Passeggiando tra le sue stradine si incontrano poi la cattedrale di San Pietro e Paolo, la grande Torre dell’Orologio e la Collegiata di S. Nicola risalente al XIII secolo.

Negli immediati dintorni del borgo si trovano una certa quantità di tombe etrusche e un ramificato sistema di antiche grotte sotterranee.

Talamone

Talamone

Arroccato su promontorio affacciato sul golfo dell'Argentario davanti al Parco Naturale della Maremma, Talamone è un piccolo borgo marinaro di epoca medievale che vanta un magnifico panorama che spazia sull'arcipelago toscano dall'Argentario fino all'isola del Giglio.

Oltre che per la sua identità di borgo medioevale Talamone è oggi apprezzata come località balneare, specialmente da chi pratica sport marini come windsurf, kite surf e barche a vela che sfrecciano grazie ai venti favorevoli sulle acque limpide del Tirreno.

Le spiagge sono sabbiose e circondate da ampie pinete rinfrescanti, mentre nell’entroterra si possono esplorare i paesaggi ricchi di fauna e flora del grande Parco dell'Uccellina.

Scansano

Scansano

Nel cuore della Maremma posto su un poggio in provincia di Grosseto troviamo il piccolo borgo medievale di Scansano, noto ai più per essere la patria di produzione del rinomato vino Morellino di Scansano a cui è dedicato anche Il Museo della vite e del vino, presso il palazzo Pretorio in pieno centro storico.

Oltre ad una ricca degustazione nelle enoteche del borgo, visitare Scansano permette di scoprire un centro storico costellato di chiese, piccole piazze, stradine acciottolate e abitazioni in pietra che restituiscono un’atmosfera sospesa nel tempo.

In epoca medievale Scansano fu prima sotto il dominio degli Aldobrandeschi per passare nel corso dei secoli agli Sforza e ai Medici, a testimonianza di questo glorioso passato restano le sue antiche mura con la splendida torre quattrocentesca e la Porta Grossetana ed i tre castelli intorno al borgo: il Castello di Montorgiali, il Castello Montepò sapientemente restaurato e i ruderi del Castello di Cotone.

Castiglione della Pescaia

Castiglione della Pescaia, cosa vedere tra spiagge e mare

In provincia di Grosseto, Castiglione della Pescaia è uno dei borghi più rappresentativi di tutta la Maremma grazie alle sue due anime: quella turistico balneare in basso e quella storica del suo centro medioevale arroccato sul Monte Petriccio e cinto da antiche mura.

Se la parte marinara sulla costa lambita dal Mar Tirreno è caratterizzata da spiagge attrezzate, mare limpido e servizi di livello che le sono valse più volte il riconoscimento di Bandiera Blu, la parte alta del paese in cima alla collina si distingue per la sua atmosfera tipica e per l’ampia vista panoramica sull’arcipelago.

All’interno di una robusta cinta muraria si sviluppa un suggestivo nucleo storico a cui si accede tramite la porta dell’antico edificio di Palazzo Centurioni che svela un abitato di case in pietra col tetto di terracotta rossa, finestre adornate da vasi di fiori, vicoli e da un castello aragonese con il suo cortile panoramico.

Santa Fiora

Santa Fiora

Altro grazioso borgo maremmano da non perdere è quello di Santa Fiora, un piccolo gioiello nascosto sulle pendici del Monte Amiata.

Il suo valore artistico e paesaggistico lo rende ricco di luoghi da visitare sia nel centro abitato che nei suoi dintorni.

Il centro si caratterizza per il tipico impianto urbanistico di stampo medioevale, con vicoli tortuosi, palazzi nobiliari e chiese che contengono tesori come quella della Madonna delle Nevi con un pavimento in vetro da cui si può ammirare la sorgente del fiume Fiora che da il nome al paese.

Capalbio

Capalbio

Situato all’estremo sud della Regione Toscana a cavallo tra la Maremma toscana e quella dell’alto Lazio il borgo di Capalbio è una piccola gemma da riscoprire al di là della fama che la precede.

Conosciuta come “la piccola Atene”, Capalbio è l’unica città medievale interamente conservata dentro mura a doppia cinta, con due camminamenti di ronda che racchiudono una storia quasi millenaria e un panorama mozzafiato che spazia dal promontorio di Ansedonia, alla costa e alle colline che la circondano.

Nel suo minuto centro storico dall’atmosfera incantata e dai vicoli acciottolati spiccano antichi edifici come la Rocca Aldobrandesca, la Chiesa di San Nicola, Palazzo Collacchioni con le sue stanze affrescate e l’Oratorio della Provvidenza che custodisce la Madonna della Provvidenza attribuita al Perugino e al Pinturicchio.

Magliano

Magliano in Toscana è un borgo fortificato su un colle circondato dalle vigne di Morellino di Scansano e schiere di ulivi secolari.

Protetto da un’antica cinta muraria difensiva tra le meglio conservate della Maremma ha due porte di ingresso alla città, Porta San Martino e Porta San Giovanni.

Camminando lungo corso Garibaldi si scoprono edifici storici come il Palazzo dei Priori, la chiesa affrescata di Giovanni Battista, il palazzo di Checco il Bello di epoca trecentesca e la Chiesa di San Martino in stile romanico.

Negli immediati dintorni del borgo si può fare tappa in una delle diverse cantine e fattorie locali per fare degustazioni di vino e olio o fermarsi tra gli uliveti nei pressi dello storico e secolare L’Olivo della Strega, uno dei più antichi d’Europa, la cui età viene stimata tra i 3000 e i 5000 anni, ancora oggi circondato da leggende legate alla stregoneria

Massa Marittima

Massa Marittima

Massa Marittima, Bandiera arancione del Touring Club, è il borgo gioiello dell’Alta Maremma incastonato sulle Colline metallifere e a poca distanza dal mare di Follonica.

Il suo centro storico di stampo medioevale, considerato tra i più belli in Toscana, è suddiviso in tre zone distinte: la Città Vecchia, la Città Nuova e Borgo, tutte sovrastate dalla Fortezza senese.

Camminando sulle sue stradine lastricate si incontrano edifici storici e religiosi come la spettacolare Cattedrale di San Cerbone, il Palazzo del Comune, il Palazzo del Podestà, la Zecca, la Fonte Pubblica e la Loggia del Mercato tutti in prossimità della bella piazza di forma diagonale di Piazza Garibaldi.

Per conoscere ancora più a fondo le sue antichissime radici storiche si può visitare il  Museo Civico Archeologico.

Riproduzione riservata