Italia

10 Borghi Italiani da Visitare a Giugno, i più belli e meno conosciuti

Borghi giugno
24-05-2024

L’Italia è la nazione conosciuta grazie alle grandi città d’arte e di cultura come Roma, Firenze, Venezia, Napoli, Torino e tante altre ancora; ma è soprattutto la patria dei borghi.

Su 7.904 i comuni totali, infatti, ben 5.496 registrano una popolazione inferiore ai 5.000 abitanti. 

Si tratta di paesini arroccati sui monti o di piccole perle affacciate sul Mediterraneo o ancora di cittadine immerse nel verde delle pianure del centro Italia.

Molte tra queste località meritano di essere visitate e scoperte: ecco allora 10 borghi italiani che dovreste assolutamente vedere a giugno.

foto-santa-fiora-1

Neive – Piemonte

neive_1

Immerso nel verde delle colline delle Langhe piemontesi, Neive è un borgo di origine medievale che merita una visita.

La sua particolarità è però soprattutto quella di essere il paese in cui si coltivano le uve utilizzate per produrre il Nebbiolo, uno dei vini più celebri e gustosi della regione.

LEGGI ANCHE: METE DI MARE PER GIUGNO 2024

Cefalù – Sicilia

cefalu-cosa-vedere

In provincia di Palermo, Cefalù sorge ai piedi di un promontorio roccioso ed è uno dei borghi più celebri della regione.

Visitare Cefalù a giugno, quando i flussi turistici non sono ancora arrivati in questa destinazione da sogno, consente di ammirarne tutte le bellezze al meglio. Tra le tante, certamente, il Duomo, in pieno centro storico.

SepinoMolise

sepino-altilia

Gli scavi archeologici di questo paesino, risalenti all’epoca dell’Impero Romano lo rendono la meta perfetta per gli appassionati di storia.

Sepino, però, è anche il luogo perfetto in cui dedicarsi al relax e assaggiare le pietanze tipiche molisane.

Cisternino – Puglia

cisternino_4

A caratterizzare questo piccolo paese in provincia di Brindisi sono le case bianche e le grandi piantagioni di ulivo. 

Cisternino è la meta ideale per gli appassionati di tradizioni e culture locali ed è, inoltre, una località green: è infatti attraversata dalla cosiddetta ciclovia dell’acqua che consente ai turisti di visitarla per intero.

Muggia – Friuli-Venezia Giulia

muggia

Anche Muggia, in provincia di Trieste, è un borgo che si adatta alle passeggiate in bicicletta e alle escursioni a piedi.

La sua superficie di soli 3 chilometri quadrati lo rende, oltre che un borgo particolarmente affascinante, anche uno dei più piccoli d’Italia. Visitare questo gioiellino è un piacere per gli occhi.

Gardone Riviera – Lombardia

gardone-rivera

Se siete amanti di giardini, parchi e del verde curato Gardone Riviera in provincia di Brescia. Il centro storico è infatti ricco di grandi aree verdi che meritano una visita.

Il simbolo di questo luogo, inoltre, è il Vittoriale degli Italiani, uno dei mausolei più importanti d’Italia al cui interno, dal 1921 al 1938, visse il grande Gabriele D’Annunzio.

Foto: © Javen/Shutterstock

Pescocostanzo – Abruzzo

pescocostanzo

Nota località sciistica d’inverno, Pescocostanzo si presta anche alle vacanze estive, soprattutto a inizio stagione quando la ricerca del fresco diventa una necessità.

È, inoltre, uno dei paesini attraversati dalla cosiddetta Transiberiana d’Italia e guardarlo anche dai finestrini di un treno panoramico è un’esperienza da vivere.

Triora – Liguria

triora_4

Anche conosciuto come il borgo delle streghe, Triora si trova incastonato nelle Alpi Liguri, in provincia di Imperia.

È il luogo perfetto in cui dedicarsi alle escursioni naturalistiche e ai pic-nic all’aria aperta. Farlo a giugno, quando la maggioranza dei turisti non è ancora pronta a partire, può essere l’ideale per una vacanza rilassante.

Carloforte – Sardegna

carloforte_1

Sull’isola di San Pietro, nella parte sud della Sardegna, si trova Carloforte, un borghetto colorato capace di conquistare chiunque lo visiti.

Si tratta in realtà di una cittadina unica nel suo genere: se geograficamente fa parte della Sardegna, nello stile architettonico ricorda invece le città liguri e anche il dialetto parlato ricorda quello della regione in cui Genova è capoluogo.

Questo accade perché si tratta di un’antica colonia della Liguria. 

Santa FioraToscana

santa-fiora-toscana

In provincia di Grosseto, Santa Fiora è il posto ideale in cui dedicarsi a una fuga dalla routine e dal caos e rifugiarsi nella quiete. 

Si tratta di un borgo di collina che anticamente era protetto da mura difensive – di cui restano ancora oggi dei reperti – ed è caratterizzato soprattutto dai tanti palazzotti nobiliari ancora visitabili.

Riproduzione riservata