Indonesia

Sumatra: cosa vedere e quando andare

Sumatra cosa vedere

Sumatra è un'isola indonesiana situata nell'arcipelago malese a ovest di Giava, è una delle isole più grandi del mondo e vanta un paesaggio vario, perfetto per chi desidera uscire dai sentieri battuti e per esplorare lussureggianti foreste pluviali, scoprire antiche culture tribali o dirigersi verso spiagge remote e isole tropicali.

Sumatra è relativamente poco conosciuta e spesso trascurata a favore delle più popolari e occidentalizzate isole di Bali o di Giava, questo fattore ha contribuito a mantenerla più autentica e meno affollata, con le culture locali non arruffianate verso modalità turistiche, anche nelle zone più visitate.

Per contro le infrastrutture turistiche non sono ottimali e le grandi distanze da una località all’altra possono creare complicazioni per chi la visita.

Sumatra

Sumatra cosa vedere
Sumatra

Il restare fuori dalle rotte turistiche di massa rende Sumatra, in Indonesia, una destinazione ancora più interessante, soprattutto per gli amanti della natura selvaggia che troveranno un paradiso da esplorare nelle sue profonde vallate, immensi laghi scintillanti e fitte foreste che ospitano una fauna selvatica rara e in via di estinzione come mandrie di elefanti, rinoceronti e l'orango arancione.

Senza tralasciare vulcani attivi, splendide barriere coralline brulicanti di vita marina e siti archeologici con templi ed edifici antichi.

Sumatra
Sumatra

Le destinazioni più popolari si trovano nel nord di Sumatra. In località come Bukit Lawang si possono osservare gli oranghi selvatici e gli elefanti che si spruzzano nei fiumi, mentre presso Danau Toba si può esplorare il più grande lago vulcanico del sud-est asiatico.

L'isola di Sumatra è anche sede di numerosi parchi nazionali come quello di Gunung Leuser National Park con la sua fitta giungla tropicale e di località balneari dove trascorrere giornate rilassanti o emozionanti sessioni di surf come l'isola di Samosir, quella di Nias, le Isole Mentawai o Pulau Weh (nota anche come Sabang) considerate tra i migliori siti d’ immersione in Indonesia.

Le città di Medan, Bada Aceh o Palembang offrono invece uno sguardo sulla vita urbana dell’isola e la possibilità di saperne di più sulla cultura e la storia della regione.

Quando andare a Sumatra?

Sumatra
Sumatra

Il periodo migliore per visitare l'isola di Sumatra è durante la stagione secca da maggio a ottobre, quando il clima è relativamente confortevole e con minori possibilità di precipitazioni e temperature medie intorno ai 27 gradi C

Da tenere presente ci sono i monsoni che tra novembre e marzo spesso portano a forti piogge che rendono le strade inaccessibili.

Cosa vedere a Sumatra?

Sumatra
Sumatra cosa vedere
  • Medan
  • Bukittinggi
  • Bada Aceh
  • Palembang
  • Berastagi
  • lago Toba
  • lsola di Samosir
  • Gunung Leuser National Park

Date le sue considerevoli dimensioni Sumatra è divisa in sette diverse province più la provincia autonoma di Aceh, ognuna con il proprio governo locale e le proprie attrazioni.

La provincia di North Sumatra è la più popolata e battuta dai turisti stranieri anche per la presenza dell'aeroporto internazionale nell'enorme e caotica città di Medan.

La maggior parte dei tour inizia e finisce proprio a Medan che ospita la Grande Moschea o Masjid Raya Al Mashun e il Palazzo Maimun di costruzione olandese, l'ex residenza reale del Sultanato di Deli e un ottimo esempio di architettura coloniale.

Medan
Medan

Bukittinggi, era la sede del vecchio quartier generale dell'esercito giapponese durante la seconda guerra mondiale e si trova in una posizione speciale tra vulcani attivi avvolti nella nebbia a 930 m sul livello del mare, nei pressi dello spettacolare lago vulcanico di Sangkar.

Qui oggi si possono visitare il Palazzo del Re, la Moschea Tuo Belimbing e soprattutto la casa culturale del popolo Minangkabau, la più grande società matriarcale del mondo e unica tra le comunità musulmane dell'Indonesia.

Anche la città di Berastagi regala viste mozzafiato sui vulcani fumanti come il Monte Sibayak e quelle dal punto panoramico di Gundaling, senza tralasciare la cascata Sipiso-Piso e le numerose sorgenti termali locali.

Con l'azzurro brillante delle sue acque che riflettono cime vulcaniche e la cascata più alta dell'Indonesia il lago Toba offre uno spettacolo mozzafiato.

Lago Toba
Lago Toba

All'interno di questo sconfinato lago si erge una montagna che costituisce l'isola di Samosir dove vive la vivace popolazione dei Batak Toba, una comunità autoctona con la propria lingua, i propri colorati costumi e un proprio stile architettonico testimoniato da case con grandi tetti spioventi. Qui si può assistere a uno spettacolo di danza tradizionale Batak, visitare il Museo Siminando (in una casa tradizionale) e rendere omaggio alle antiche tombe dei re Batak nel villaggio di Tomok.

Per non perdere altri spettacolari luoghi naturali incontaminati si può fare tappa anche presso lo scintillante Lago Maninjau, alla cascata di Mertua a Pekanbaru e al parco nazionale di Kerinci, che vanta una notevole collezione di rinoceronti di Sumatra.

Per incontrare gli oranghi e altri animali allo stato brado invece la meta ideale è il Gunung Leuser National Park nel nord dell’isola, ai suoi margini si trova il piccolo villaggio di Bukit Lawang immerso nella foresta tropicale e punto di partenza per avventurosi percorsi di trekking nella giungla.

Gunung Leuser National Park
Gunung Leuser National Park

Vicino allo stretto di Malacca si trova invece la Burbak Wildlife Reserve, dove si possono vedere leopardi nebulosi, orsi del sole malesi, lontre e gibboni.

Spiagge e isole

Pulau Weh
Pulau Weh

Oltre a l’ entroterra lussureggiante e selvaggio Sumatra ha anche una costa impressionante da cui partire alla scoperta delle sue magiche isole al largo.

Davanti la punta settentrionale di Sumatra c’è la piccola isola di Pulau Weh conosciuta anche come Sabang, un'isola vulcanica collinare ricoperta dalla giungla tropicale e costellata da sorgenti termali, cascate nel mezzo della giungla tropicale e spiagge di sabbia bianca con alberi di cocco come a Padang, lambite da acqua cristallina ideali per emozionanti immersioni tra vita marina, coralli e canyon.

L'isola di Cubadak a West Sumatra offre splendide spiagge, snorkeling al largo delle barriere coralline e un interno selvaggio da esplorare senza folla intorno.

Pulau Banyak significa "Molte isole" in indonesiano. L'arcipelago si trova a 29 km dalla costa occidentale di Sumatra.

Alcune isole sono davvero minuscole e per lo più sono disabitate. Un vero paradiso con spiagge di sabbia bianca, alberi di cocco e acqua cristallina.

Pulau Banyak ha alcuni dei punti di snorkeling più belli dell'Indonesia che possono essere raggiunti solo nuotando dalla spiaggia.

Nias è una destinazione chiave per il surf con gli spot più noti della zona come Sorake Bay e Lagundri Bay.

Questa affascinante isola vanta anche una ricca storia culturale, con resti preistorici che si pensa risalgano all'età della pietra megalitica.

Non mancano poi vivaci feste tradizionali come le danze di guerra eseguite dalla gente del posto con musica tradizionale che è per lo più cantata da donne. Le attività popolari oltre al surf includono le immersioni subacquee e lo snorkeling nelle acque limpide, che pullulano di una ricca vita marina.

Situate appena a sud dell'isola di Nias, le isole Mentawai sono un arcipelago al largo della costa di Sumatra.

Queste isole sono una destinazione popolare per i turisti grazie a spiagge incontaminate e spot di surf  famosi in tutto il mondo.

Sulle isole vivono anche popolazioni indigene che le abitano da migliaia di anni e offrono ospitalità per conoscere usanze e tradizioni locali. Oltre alle spiagge e alle esperienze culturali si può esplorare la lussureggiante giungla delle isole, fare trekking verso cascate panoramiche e snorkeling nelle acque cristalline.

Mappa e cartina

Riproduzione riservata