Idee di viaggio

Monaco, la joie de vivre dell’estate mediterranea

Monaco

Scrigno di lusso ed eleganza, ritrovo del jet set internazionale, ma anche meta ecosostenibile, divertente, variegata e accessibile.

Il Principato di Monaco, eletto “Best European Destination 2024”, è la meta perfetta per un’estate in Costa Azzurra.

Arroccato su un impressionante e iconico promontorio roccioso, il Principato di Monaco è lo Stato più piccolo del mondo (appena 2 kmq), dopo il Vaticano.

La sua storia è intimamente legata a quella della famiglia Grimaldi, dinastia regnante dal 1297 ad oggi. Al suo fascino ha inevitabilmente contribuito Grace Kelly, la diva di Hollywood che nel 1956 sposò il principe Ranieri III di Monaco.

Monaco
Monaco - Port de Fontvieille Credits: ©B. Vergely

Polo di attrazione di edonisti e milionari fin dal primo XX secolo, nonché sede dell’annuale Gran Premio di Formula Uno.

Il Principato di Monaco è oggi un piccolo paradiso che promette una vacanza tra acque cristalline, esperienze gastronomiche, paesaggi mozzafiato, eventi culturali e una scintillante vita notturna.

Dalla città vecchia al moderno quartiere del Larvotto, si percepisce l’anima ricca di storia, arte e innovazione della città dei principi che vi abbaglierà di bellezza. Ecco cinque buoni motivi per visitare il Principato di Monaco quest’estate.

Le diverse sfumature di blu tra spiagge e piscine

Larvotto
Larvotto Credits: ©B. Vergely

L’estate nel Principato di Monaco vuol dire prima di tutto bagni rinfrescanti nel blu del Mediterraneo.

La prima tappa è il Larvotto, il complesso balneare firmato dall’archistar Renzo Piano e inaugurato dal principe Alberto II di Monaco nel 2021.

Il sito in riva al mare, realizzato in nome di un’eleganza ecosostenibile, offre raffinati stabilimenti balneari, una piacevole promenade lungo la spiaggia con negozi e ristoranti aperti tutto l’anno, un’area con attrezzature sportive, Fit Factory, ovvero una palestra di 600 m², una pista ciclabile, un centro estetico, un parrucchiere e il Jardin d’Eveil in grado di ospitare circa 50 bambini dai 3 e ai 12 anni. 

Il Larvotto inoltre vuol essere accessibile a tutti, quindi vanta l’Handiplage, una spiaggia riservata alle persone con mobilità ridotta e in situazione di handicap. 

Larvotto spiaggia
Larvotto Credits: ©B. Vergely

Vedrete anche una spiaggia “smoke free”, dove è vietato fumare qualsiasi tipo di sigarette, comprese quelle elettroniche.

Chi non può fare proprio a meno di fumare troverà alcune zone riservate. Oltre a tutti questi servizi, il Larvotto ospita anche un'area marina protetta di 14 ettari per lo sviluppo della fauna locale ed è un vero e proprio laboratorio per gli scienziati.

Il Larvotto è quindi una meta imperdibile del Principato, frequentato da monegaschi, amanti dell'ozio o della tintarella che qui trascorrono le loro giornate in spiaggia tra un tuffo al mare, un bagno di sole e una pausa gourmet all’ombra.

Avrete infatti un’ampia scelta di ristoranti: si può per esempio pranzare o cenare pieds dans l’eau in una delle quattro spiagge private di Falco Beach, Neptune, La Note Bleue e Miami, oppure assaggiare le deliziose specialità italiane di Giacomo, l'ultimo nato della famosa catena di ristoranti Big Mamma.

Oltre al Larvotto, chi desidera un bagno rinfrescante può raggiungere la diga Rainier III del Port Hercule, dove è stato allestito un solarium con scala di accesso al mare. Per un pausa all’ombra prenotate un pranzo al Malizia Mar.

A seguire, la cala dei pescatori, stretta e coperta di ghiaia, frequentata solo da chi la conosce e cerca un po' di calma. 

Se invece non siete amanti del mare ma volete comunque nuotare nelle acque cristalline molti hotel del Principato vantano meravigliose piscine.

Per esempio, dall'alto del 7° e ultimo piano del Fairmont Monte-Carlo la piscina del Nikki Beach vi farà immergere in una lussuosa atmosfera esotica.

Fairmont Nikki Beach
Nikki Beach Hotel Fairmont Monte-Carlo Credits: ©Fairmont Nikki Beach

Da questo rooftop lo sguardo si perde tra l’azzurro della piscina e il blu del mare, al ritmo del dj, sorseggiando un ottimo cocktail.

Anche all'hotel Méridien Beach Plaza il blu della piscina si fonde con l'orizzonte del mare e del cielo. O ancora ci si può immergere nella piscina olimpionica dell'hotel Monte-Carlo Beach con acqua di mare riscaldata e un trampolino che ha visto sfilare ospiti d’eccezione.

Se poi vi vien voglia di una passeggiata in riva al mare, sia il Monte-Carlo Beach sia il Méridien Beach Plaza vantano bellissime spiagge private.

Il Monte-Carlo Bay Hotel & Resort, invece, vanta una laguna dal fondo sabbioso, unica nel suo genere in Europa.

L'Odyssey al Métropole Monte-Carlo, una splendida location progettata da Karl Lagerfeld, offre una piscina riscaldata con acqua di mare dove rilassarsi e sfuggire alla frenesia della città.

Odyssey night Metropole
Odyssey Hotel Métropole Monte-Carlo Credits: ©Métropole Monte Carlo ©L.Galaup

Lontana da sguardi indiscreti, la piscina dell'Hôtel Columbus, situato in una zona residenziale del Principato, è ideale per chi cerca un po’ di riservatezza.

Infine, la piscina dell'hotel Novotel, nel cuore del quartiere chic e scintillante di Monte-Carlo, è un’altra oasi rinfrescante.

Bagno di cultura tra mostre, concerti ed eventi

Musée Océanographique de Monaco
Musée Océanographique de Monaco Credits: ©B. Vergely

Il Principato di Monaco vi sorprenderà con la sua vivace vita culturale.

Sono diversi i musei che si possono visitare, tra cui il Nouveau Musée National de Monaco, ospitato nell’elegante villa Belle Époque con giardino, Villa Sauber, e nella Villa Paloma.

Ci si può tuffare nel mondo marino al Musée Océanographique de Monaco.

La Collection Automobiles de S.A.S. le Prince de Monaco, invece, espone le vetture d’epoca, automobili da corsa e modelli rari collezionati dal principe Ranieri III. Inoltre, si può visitare il Palazzo dei Principi di Monaco, residenza dei Grimaldi da quasi 700 anni.

La mostra più attesa dell’estate nel Principato invece è quella del Grimaldi Forum, quest'anno dedicata al pittore britannico William Turner.

William Turner  ©Tate
William Turner ©Tate

Dopo la precedente, "Monet, in piena luce" del 2023, quest'anno il Grimaldi Forum Monaco propone un’altra mostra-evento dal titolo "Turner, l'eredità sublime", uno straordinario viaggio nel mondo di uno dei più grandi pittori europei del XIX secolo.

La mostra, ospitata in una scenografia di oltre 2.000 m2 e visitabile dal 6 luglio al 1 settembre 2024, presenta una collezione di prestigiose opere di Turner, dai suoi paesaggi alle esplorazioni primordiali della luce e dell'atmosfera di cui fu precursore e maestro.

Dal punto di vista della musica, invece, ogni estate, l'Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo si trasferisce nel cuore della Cour d'Honneur del Palazzo dei Principi, dove si esibisce in suggestivi spettacoli.

Dal 6 luglio al 16 agosto, invece, il Monte-Carlo Summer Festival invita le più grandi star del mondo a esibirsi in concerti e performance in due dei luoghi più iconici di Monaco: l'Opéra Garnier Monte-Carlo e la Salle des Étoiles con il suo tetto a cielo aperto.

Una successione di eventi, che vanno dalle leggendarie Stars 80 (a sostegno di Fight Aids Monaco), a Trevor Noah, Sam Smith e l'incredibile pianista Diana Krall.

Jamiroquai sarà onorato al Gala della Croce Rossa monegasca, mentre i Duran Duran faranno il loro grande ritorno insieme a Myriam Farès, Il Volo e Lenny Kravitz, per due concerti in configurazione stand-up.

Una new entry poi farà quest’anno la sua comparsa alla celebre kermesse: Jorja Smith per gli appassionati di hip-hop e R&B.

Shopping tra lusso e tradizione

Mercato de La Condamine Credits: ©B. Vergely
Mercato de La Condamine Credits: ©B. Vergely

Monaco è riconosciuta come capitale internazionale del lusso. I più famosi nomi della moda, della profumeria e della gioielleria hanno le proprie vetrine nel Principato.

Il Metropole Shopping Monte-Carlo è il tempio del lusso per antonomasia, inaugurato nel 1988 per volere di un viaggiatore libanese, Nabil Boustany, che si invaghì del Principato, della sua storia, del clima eccezionale e della posizione privilegiata sul Mediterraneo.

Sotto un prezioso lampadario in vetro di Murano si trovano 80 boutique e 6 ristoranti di ogni genere. L’altro indirizzo imperdibile per gli amanti del lusso è il One Monte-Carlo, il nuovo quartiere della moda con 24 boutique nel cuore pulsante del Principato.

Dalla Promenade Princesse Charlène si dipana questo quartiere ultramoderno dove passeggiare tra grandi firme come Chanel, Louis Vuitton o Cartier.

Il centro commerciale di Fontvieille invece offre tutto quello di cui si ha bisogno nel quotidiano. Un’altra elegante zona commerciale è quella dello Yacht Club di Monaco nel cuore di Port Hercule, quartiere storico di Condamine, o lungo la pedonale rue Caroline e la rue Grimaldi.

Tra palazzi colorati e piazzette, sorge poi il vivace mercato con una grande varietà di prodotti freschi e locali.

Qui potrete assaggiare le specialità monegasche più autentiche: la “socca” (farinata di ceci), i “barbagiuans” (ravioli di verdure e formaggio fritti), la pissaladière (pizza bianca alle cipolle e acciughe) e la “fougasse” (focaccia).

Cucina d’eccellenza

Amazonico
Amazonico Credits: ©Monte-Carlo SBM

Il Principato di Monaco è rinomato per la sua cucina d'eccellenza, che riflette l'eleganza e la raffinatezza del luogo.

È un viaggio nel gusto, dove i sapori di ogni angolo del mondo incontrano l'eccellenza culinaria dei più grandi chef.

Il leggendario Café de Paris propone una raffinata cucina francese in un ambiente Belle Époque appena rinnovato; mentre l'Amazónico Monte-Carlo, inaugurato ad aprile, offre un'esperienza tropicale con cucina latino-americana in una vibrante atmosfera di festa.

Amù è un gioiello culinario situato sul tetto dell’Hotel Fairmont Monte-Carlo. Una dichiarazione d’amore alla cucina della Riviera, che fonde armoniosamente le tradizioni della gastronomia italiana e francese. Al Porto di Fontvieille, il Beef Bar è il posto giusto per gli amanti della carne.

Monaco vanta, inoltre, un’ampia selezione di tavole stellate. In primis, il rinomato Louis XV-Alain Ducasse dell'Hôtel de Paris, tre stelle Michelin, che celebra i sapori della Riviera attraverso i migliori prodotti locali abbinati a pregiati vini delle cantine dell'hotel. Ma vale la pena citare tanti altri.

La Table d'Antonio Salvatore, una stella Michelin, offre una cucina creativa con influenze dell’Italia meridionale e della Francia. Il Blue Bay del Monte-Carlo Bay Hotel & Resort propone un viaggio nell’alta gastronomia monegasca guidata dallo chef Marcel Ravin, premiato con 2 stelle Michelin, che fonde influenze creole e mediterranee.

Infine Les Ambassadeurs by Christophe Cussac, 2 stelle Michelin, situato presso lo storico Hôtel Métropole, promette una cucina mediterranea, semplice, contemporanea e autentica.

Yoshi all’hotel Metropole, 1 stella Michelin, propone una cucina giapponese contemporanea. All’ottavo piano dell’Hôtel de Paris Monte-Carlo, il ristorante stellato Le Grill offre un panorama eccezionale che abbraccio il principato fino alle coste italiane.

Infine, il Pavyllon Monte-Carlo nel mitico Hôtel Hermitage Monte-Carlo è il ristorante di Yannick Alleno, tre volte stellato e tra i più grandi chef al mondo.

MONTE CARLO BAY RESORT
Monte-Carlo Bay Hotel & Resort Credits: ©Monte-Carlo SBM

Oltre a questi rinomati ristoranti gastronomici e stellati vale la pena scoprire anche altri locali, tra terrazze al sole, tavole vista mare e giardini profumati.

Scoprite per esempio l'Orange Verte al Monte-Carlo Bay Hotel & Resort che propone un’eccezionale cucina rinfrescante nel suo dehors o nell’esotica veranda. 

Oppure accomodatevi in una terrazza dello stesso hotel al ristorante Las Brisas, dove lo chef Marcel Ravin vi farà scoprire una cucina piena di sole dai sapori mediterranei.

Per chi ama i frutti di mare consigliamo invece Les Perles de Monte-Carlo, che si trova nel porto di Fontvieille.

Appollaiato sulla Rocca di Monaco, sospeso tra cielo e mare, Castelroc propone una cucina mediterranea in una cornice idilliaca con vista sul Palazzo dei Principi e un panorama mozzafiato sul Porto di Fontvieille.

Altrimenti il Tavolo dell’hotel Columbus offre sapori mediterranei sulla bella terrazza con vista sul Giardino delle Rose della principessa Grace.

Scintillante vita notturna

Jimmy'z Monte-Carlo Credits: ©Monte-Carlo SBM
Jimmy'z Monte-Carlo Credits: ©Monte-Carlo SBM

Le notti estive monegasche scintillano tra club iconici, bar glamour e rooftop panoramici. Gli amanti della birra possono iniziare la serata alla Brasserie de Monaco, dove degustare la sua birra artigianale.

Se invece volete iniziare con il ritmo giusto andate a La Note Bleue, un locale senza tempo al Larvotto dove sorseggiare un drink sulle note del funk, soul, jazz e live music dal mondo.

Il Monte-Carlo Summer Festival porta qui di solito artisti in piena ascesa e leggende del panorama internazionale.

Sul tetto del Mercato della Condamine si trova poi Norma, dove gustare specialità italiane. Per un aperitivo rilassante dopo una giornata di mare, il Muse del Méridien Beach Plaza è un ottimo cocktail bar dove iniziare la serata.

Per un aperitivo al tramonto o un cocktail dopo cena salite sul rooftop del Café de Paris, dove si trova il recente Amazonico Monte-Carlo.

Lasciatevi trasportare in un viaggio festivo nel cuore dell'Amazzonia, a suon di dj "elettro-tropicali", tra profumi esotici e cocktail rinfrescanti. Chi vuole continuare la serata può trasferirsi al club dell’Amazonico, un locale esclusivo abilmente nascosto dietro una scalinata leopardata.

Inoltre, La Rascasse, situato sulla curva del Gran Premio di Monte-Carlo, è un altro leggendario locale e punto di incontro per serate con musica dal vivo, aperitivi con dj set e serate di salsa.

Per una cena con musica e spettacoli sono tanti poi gli indirizzi. L’iconico Billionaire approda nella leggendaria Salle des Étoiles dello Sporting Monte-Carlo per il secondo anno consecutivo. Ideato nel 1998, il Billionaire propone una cena spettacolo con una trentina di artisti di caratura internazionale.

Per un’altra cena con live music andate a La Môme Monte-Carlo, sul tetto dell'hotel Port Palace, dove gustare piatti mediterranei con una vista mozzafiato su Port Hercule e sul Palazzo dei Principi.

Per chi ama l'atmosfera latino-americana il Coya Monte-Carlo è l’indirizzo per cenare e fare festa. Aperto da aprile a ottobre, questo locale regala indimenticabili serate dai ritmi tribali con vista sul Mediterraneo.

Coya
Ristorante Coya Credits: ©Monte-Carlo SBM

Gli amanti del Buddha Bar non potranno rinunciare poi a provare l’indirizzo monegasco. L’atmosfera lounge, dove l'Asia incontra l'Occidente, si fa sempre più incandescente nell’arco della serata. Da Valentino offre un viaggio culinario nel Bel Paese e una festa in stile italiano.

Nel prestigioso Hotel de Paris Monte-Carlo, invece, Em Sherif invita a scoprire la cucina libanese e a concedersi balli sfrenati sotto le stelle. Per far le ore piccole spostatevi al leggendario Sass’ Café dove sfrenarsi tra luci soffuse, divanetti e specchi.

Chi invece vuole far festa e ballare fino alle prime luci dell’alba, ecco i club da non perdere. Il MK Club Monaco è il luogo di ritrovo dei giovani festaioli della Costa Azzurra il venerdì e il sabato.

Cercate anche di entrare nell’esclusivo privé, la Red Room, aperta occasionalmente nei fine settimana o per eventi privati.

Il Twiga Monte-Carlo è un altro must della vita notturna monegasca e vanta una posizione eccezionale davanti al Mediterraneo.

Per concludere in bellezza fate un salto al Jimmy'z Monte-Carlo, il tempio del clubbing che quest’anno festeggia il suo 50° anniversario con una stagione ricca di eventi e DJ esclusivi che vi faranno scatenare fino all’alba.

Riproduzione riservata