Grecia

Isole Selvagge della Grecia, dove andare?

Isole Selvagge della Grecia, dove andare?

Con circa 6.000 isole e isolotti di cui solo 227 abitati non è difficile scoprire il lato più selvaggio delle isole greche, scegliendo mete spesso trascurate e meno conosciute perfette per immergersi in bellezze naturali incontaminate e lontano dalle folle turistiche che ne alterano l’autenticità.

Molte di queste isole si trovano in posizioni remote e per raggiungerle occorrono lunghi viaggi in traghetto che però regalano il privilegio di vivere un’esperienza indimenticabile su località paradisiache e intatte tra spiagge deserte, panorami mozzafiato, acque turchesi, splendidi tramonti o escursioni lungo sentieri immersi nella natura selvaggia. Ma quali sono le isole greche più selvagge?

Isole Selvagge della Grecia

  • Donussa
  • Ikaria
  • Samotracia – Samothraki
  • Alonissos
  • Amorgos
  • Citera – Kythira
  • Gavdos
  • Karpathos
  • Nisyros
  • Licadonisia

donoussa

Per avere una prima idea di quali potrebbero essere le isole più selvagge da raggiungere abbiamo stilato una lista di alcune tra le isole greche più remote e incontaminate da raggiungere per le prossime vacanze. 

Donussa

donoussa_1

Questa remota isola delle Piccole Cicladi orientali conserva la sua fisionomia selvaggia e battuta dal vento in un caratteristico paesaggio fermo nel tempo. Con appena un centinaio di residenti sparsi in quattro piccoli villaggi Donussa ha un’estensione di solo 13 chilometri quadrati circa ma vanta spiagge dorate e deserte, scintillanti acque verde smeraldo, scogliere giganti, fitte zone aride, grotte sottomarine come quella di Fokospilia, piccole creste, isole aride e numerosi promontori con calette e scogliere che terminano in mare. 

La piccola isola selvaggia di Donoussa è luogo ideale per praticare birdwatching tra le nidificazioni sulle scogliere di Mavropetritis e Skoulonisi, avventurarsi lungo ottimi sentieri escursionistici, fare immersioni subacquee nei fondali di Kedros Bay o esplorare le rovine antiche nel sito archeologico di Vathi Limenari.

Ikaria

ikaria_2

Fitti boschi, spiagge nascoste con acque cristalline, calette e scogliere, laghi e montagne sono i paesaggi selvaggi che contraddistinguono la bella isola di Ikaria a galla nel Mar Egeo centro-orientale. 

Questo è un luogo dove il tempo sembra seguire un ritmo diverso, più lento regalando ai suoi abitanti una vita più sana e longeva. Per i visitatori ci sono ottime possibilità di escursionismo, passeggiate e ciclismo grazie a una fitta rete di sentieri che attraversa un magnifico insieme di fattorie, laghi, foreste e monasteri isolati, mentre le spiagge deserte e incontaminate come Na e Agios Georgios regalano momenti di impagabile spensieratezza tra sabbia bianca e acque turchesi.

Samotracia – Samothraki

samotracia_1

Nascosta nell’angolo nord-orientale del Mar Egeo, Samothraki è più vicino alla Turchia continentale che alla Grecia ed è difficile da raggiungere ma chi lo fa si ritrova davanti agli occhi una meraviglia naturale sotto forma di paesaggi selvaggi, catene montuose, cascate segrete, sorgenti termali naturali, sentieri escursionistici e spiagge bianche incontaminate. 

La sua caratteristica unica sono poi i cosiddetti piedistalli, delle “piscine naturali” dalle acque cristalline ma fredde in cui tuffarsi senza remore per lunghi bagni rigeneranti come a Gria Vathra e Fonia mentre per trovare acque più calde le spiagge sono quelle di Paxia Ammos, Kipos e Valtos. Samotracia è un luogo per escursioni tra magnifici paesaggi naturali come quella lungo il corso del torrente di Fonias, con la sua cascata di Klidosi, alta 35 metri.

Alonissos

alonissos-2

L’isola egea di Alonissos nell’arcipelago delle Sporadi è una delle più selvagge in Grecia, al riparo dai grandi circuiti turistici.  

Un luogo dove l’aspro paesaggio naturale, con i suoi ulivi e pini, sprofonda in acque azzurre e cristalline tra le più limpide in assoluto in quanto protette da decenni dal Parco Nazionale Marino delle Sporadi settentrionali, un rifugio per i delfini, la foca monaca mediterranea, rari uccelli marini e perfino barriere coralline che compongono uno degli ecosistemi marini più completi della Grecia. Nel pittoresco porto di Patitiri è possibile ammirare inoltre uno splendido lungomare lastricato in pietra e un castello medievale con ampie vedute sul mare.

Amorgos

amorgos_2

Diversa dalle altre isole delle Cicladi, Amorgos conserva un paesaggio selvaggio dove il tempo sembra essersi fermato tra spiagge deserte, antiche rovine, serpeggianti sentieri di montagna e un monastero arroccato in cima alla scogliera. 

I suoi soli 121 chilometri quadrati di estensione, la sua forma lunga e stretta, la sua natura aspra la rendono terra ideale per escursioni su percorsi d’alta quota e esplorazioni ecologiche tra la sua flora ricca di rare specie vegetali. Sull’isola esistono sette diverse escursioni tracciate con splendidi panorami lungo i percorsi sul mare tra coste rocciose e accidentate come quello che conduce verso lo scenografico monastero di Panagia Chozoviotissa, chiamato anche il monastero dei gradini.

Le stradine acciottolate di Chora e i tramonti spettacolari Tholaria contribuiscono a rendere Amorgos un’isola speciale. 

Citera – Kythira

citera

Citera o Kythira si trova nel sud del Peloponneso. È una delle isole greche più isolate e selvagge grazie ai pochi turisti che si spingono fino a qui. L’isola si caratterizza la sua natura selvaggia con cascate naturali che creano un paesaggio idilliaco e spiagge impressionanti bagnate dalle acque fredde e cristalline della cascata Fonissas a Mylopotamos, mentre più famose e accessibili sono le baie di Lagkada, Kalami e Palaiopi. 

Tutta l’isola vanta una bellezza senza fronzoli con grotte nascoste, cascate come quella delle Fate e centinaia di aspre gole rocciose come quella di Tsakonas da raggiungere tramite impegnativi sentieri escursionistici. Paesaggi naturali eccezionali, panorami di grande impatto visivo con montagne a picco sul mare e villaggi pittoreschi, la rendono selvaggia e bellissima.

Gavdos

gavdos

Nell’arcipelago di Creta, Gavdos è l’isola con la posizione più a sud d’Europa, tanto che raggiungerla via mare da Atene occorrono ben 14 ore di viaggio e più di un traghetto. Gavdos è una terra appartata e selvaggia, ideale per godere delle sue spiagge incontaminate circondate da dune di sabbia, foreste di cedri e sentieri escursionistici. 

Con pochi turisti presenti e appena 50 abitanti stabili l’isola vanta una natura intatta e spiagge deserte come quella meravigliosa di Ai Giannis e villaggi pittoreschi come Kastri, Vatsiana o Ambelos da raggiungere con una bella escursione fino al suo faro. Per la sua scarsa disponibilità di alloggi a Gavdos i visitatori amanti della natura optano per sistemazioni in tenda che esaltano il carattere selvaggio dell’isola.

Karpathos

karpathos-cosa-vedere

Situata tra Creta e Rodi, Karpathos è un’isola di aspra bellezza e vegetazione incontaminata composta da lussureggianti colline verdi e da un duro paesaggio roccioso. Lontana dalle altre isole ha intere zone ancora intatte con autentici villaggi tradizionali poco abitati spiagge sabbiose esotiche e soprattutto deserte. 

Karpathos si contraddistingue per i suoi svariati percorsi escursionistici con vecchi sentieri di pietra che conservano il loro aspetto originale e per il villaggio medievale di Olympos dove le tradizioni sono ancora molto vive con la gente indossa gli abiti caratteristici e svolge attività tipiche delle usanze del luogo. 

Nisyros

nisyros_1

L’isola di Nisyros nel Dodecaneso sorprende per il suo aspetto selvaggio dove regnano elementi quali lava, zolfo, minerali e pomice che gli conferiscono un aspetto unico. La sua particolarità morfologica è una natura montuosa e sassosa con pochissima pianura e una vegetazione lussureggiante favorita dal fertile suolo vulcanico. 

Al centro dell’isola si trova una caldera con un diametro di 4 km e un considerevole cratere idrotermale, “Polyvotis” che ha un diametro di 260 metri e una profondità di 30 m.

Nisyoros è circondata da altre quattro isole incontaminate da esplorare: Gyali, Pyrgousa, Pachia e Stroggili.

Lichadonisia

lichadonisia

A circa 200 km da Atene, Lichadonisia è un paradiso selvaggio e quasi sconosciuto. Composta da un gruppo di piccole isole vulcaniche disabitate presenta un’atmosfera irreale, quasi lunare dove paesaggi incontaminati e spettrali si alternano a spiagge incontaminate e paradisiache.

Riproduzione riservata