Grecia

Isole Greche per il trekking: le migliori per escursioni nella natura

Isole Greche Trekking
Le isole greche non sono solo il luogo ideale dove passare l’estate in spiaggia ma grazie alla loro eccezionale varietà di paesaggi sono anche un’affascinante destinazione per escursioni di trekking nella natura.

Raggiungere le isole greche per fare trekking permette di intraprendere sentieri e percorsi tra formazioni geologiche, lagune tranquille, antichi mulattiere, paesaggi boscosi, valli, gole e villaggi collinari fuori dai circuiti del turismo balneare.

Nello sconfinato panorama di isole greche tra cui scegliere si possono trovare percorsi di trekking adatti a tutti, indipendentemente dall'età, dal livello di forma fisica e dalla capacità di escursionismo e accessibili tutto l'anno.

Molti di questi sentieri sono battuti soprattutto nei mesi primaverili e autunnali quando le temperature non sono estreme e consentono uscite piacevoli.

Viaggiare in Grecia fuori stagione è più economico e anche meno affollato. Quindi ci sono ulteriori vantaggi nel pianificare un viaggio nella bassa stagione che ruota attorno all’escursionismo e alle passeggiate.

Dalla vasta isola di Creta, con le sue gole profonde e le imponenti montagne, a Milos, con i suoi paesaggi calcarei lunari e Kalymnos, rinomata per le sue arrampicate su roccia.

Samotracia

Samotracia
Samotracia

L'incontaminata Samotracia è una delle isole greche meno visitate dagli stranieri e conserva un'atmosfera autentica con spiagge deserte, tranquilli boschi di querce e centinaia di cascate naturali.

Samotracia si trova nel Mar Egeo settentrionale, vicino al confine con la Turchia.

Insieme a Paxos e ad alcune delle isole minori delle Cicladi, è considerata una delle isole greche meno commerciali e dallo spirito alternativo.

Il suo terreno montuoso è caratterizzato da dolci colline verdi, spiagge appartate e corsi d’acqua. Il monte Saos (noto anche come "Fengari") è la vetta più alta di Samotracia e raggiunge i 1.611 metri nel suo punto più alto e dalla sua vetta si possono ammirare viste incredibili sull'Egeo percorrendo  uno dei sentieri di trekking che si snodano ai piedi delle colline.

Donoussa

Donousa
Donoussa

Donoussa è una piccola isola delle Cicladi che viene spesso trascurata a favore dei suoi vicini più popolari.

È senza dubbio una delle migliori isole greche per le escursioni e una scelta perfetta per coloro che vogliono allontanarsi da tutto.

Donoussa vanta splendide spiagge con sabbia dorata e acque cristalline, oltre a numerosi sentieri escursionistici avventurosi.

A Donoussa si trovano sentieri escursionistici di varia lunghezza e livello di difficoltà. Una scelta popolare è quella di seguire un vecchio sentiero sterrato dall'insediamento principale dell'isola (Stavros) al pittoresco villaggio di Kalotartissa. Il percorso è di 4,4 km a tratta.

Quindi si può scegliere di fermarsi per un pranzo tradizionale greco a Kalotartissa prima di tornare indietro.

Un'altra ottima opzione è il sentiero da Stavrós al borgo abbandonato di Messariá, poi al villaggio di Myrsíni e infine alla spiaggia di Livádi.

Andros

Andros
Andros

La tranquilla isola di Andros nelle Cicladi si sta affermando come una delle migliori isole greche per l'escursionismo grazie ai suoi estesi sentieri.

Il percorso di Andros attraversa l'isola da nord a sud, una distanza di oltre 100 km attraverso paesaggi bucolici con ponti di pietra e ruscelli.

Si tratta di uno dei sentieri recentemente restaurati, parte di un tentativo coordinato di promuovere il turismo naturale e sostenibile sull'isola.  Qui ci sono tanti sentieri eccellenti, ben segnalati, circa 300 km di stretti sentieri interconnessi intorno all'isola.

Molti di questi sono vecchie mulattiere seguite per migliaia di anni. Uno dei migliori sentieri dell'isola inizia dal villaggio Apikia e porta alla spiaggia di Gialia oltre spettacolari rovine imbiancate dal sole, antichi templi e lungo i letti dei fiumi.

Le escursioni che partono dalla Chora camminano in un anello attraverso la valle di Livadia e tornano indietro.

Milos

Isola di Milos
Milos

La bella isola vulcanica di Milos vanta formazioni rocciose lunari come quelle della spiaggia di Sarakiniko e tante spiagge remote da raggiungere attraverso percorsi di trekking.

Un’estesa rete di antichi sentieri (anche se non sono particolarmente ben segnalati) porta alla scoperta di panorami vulcanici e percorsi degni di nota come quello da Adamas a Kilima e indietro fino alla città di Plaka in un circuito.

Anche se questo non è un sentiero designato di per sé, è un piacevole percorso a piedi che conduce davanti ad alcune delle attrazioni storiche più importanti dell'isola come le catacombe romane.

Il percorso comprende numerosi luoghi in cui è possibile fermarsi per nuotare o ammirare ampi panorami sul mare.

Vale la pena menzionare anche le escursioni al belvedere delle grotte di Kleftiko e il circuito da Plaka a Mandrakia e Sarakiniko.  

L'isola vulcanica combina tanti paesaggi diversi in un'unica piccola area. La scelta di fare un'escursione qui  porta alle spiagge e alle calette dell'isola che non possono essere raggiunte in auto.

Creta

Gole di Samaria
Gole di Samaria a Creta

L’isola di Creta ospita con buona probabilità l'escursione di trekking più popolare di tuta la Grecia, quella della Gola di Samaria, nel sud dell'isola sulle Montagne Bianche.

La Samaria è una delle gole più lunghe e profonde d'Europa circondata dalla Riserva della Biosfera mondiale e capace di richiamare migliaia di escursionisti ogni anno per percorrerne tutta la lunghezza in circa 7 ore di trekking.

La tratta più popolare è salire sulla vetta di Gigilos attraverso una salita impegnativa in ripida pendenza e ridiscendere verso una delle famose spiagge lagunari di Creta come Balos ed Elafonisi.

Un'opzione meno conosciuta è fare un'escursione dall'ingresso della Gola di Samaria fino alle montagne bianche e al rifugio Katsiveli.

Attraverso la gola si sbuca ad Agia Roumeli dove si trovano alcune gole più piccole e sezioni del sentiero escursionistico a lunga percorrenza E4.

Con le sue grandi dimensioni Creta vanta molte altre aree remote e spiagge appartate da scoprire attraverso percorsi di trekking in tutti gli angoli dell'isola, da Heraklion a Chania e oltre.

Cefalonia

Spiagge Cefalonia
Cefalonia

Cefalonia è la più grande delle isole Ionie che si trovano al largo della costa occidentale della Grecia continentale.

Sebbene Cefalonia sia conosciuta soprattutto per le sue spiagge incontaminate, anche qui ci sono numerosi ottimi sentieri di trekking immersi in uno scenario selvaggio e spettacolare.

Sebbene ci siano alcune mete turistiche intorno ad alcune delle sue migliori spiagge di ciottoli bianchi alla base di spettacolari scogliere, Cefalonia è un’isola ideale per fare escursioni giornaliere e circolari nell’entroterra e scoprire lungo il percorso natura selvaggia e chiese bizantine.

Il percorso da Drapanitika ad Assos è molto popolare e passa davanti a un affascinante villaggio di pescatori con un castello veneziano.

Il percorso da Antisamos a Poros aggira spiagge appartate e calette con acque cristalline e sabbia dorata, fitte foreste e uliveti.

Anche il Parco Nazionale del Monte Ainos si trova a Cefalonia e ospita il Monte Ainos, la vetta più alta delle isole Ionie. Puoi scegliere di fare una breve escursione lungo la base della montagna o salire fino alla cima di Megas Soros a 1628 m.

Skiathos

Skiathos panorama
Skiathos

È l'isola più popolare del gruppo delle Sporadi.

Durante i mesi estivi, è una delle destinazioni per pacchetti vacanza più ambite della Grecia.

Skiathos oltre alla sua reputazione balneare estiva vanta ben 26 sentieri escursionistici combinati per coprire una lunghezza totale di 200 km che coprono tutta la sua ridotta estensione.

Un percorso gratificante è il sentiero costiero tra la verdeggiante Kanapitsa e la famosa spiaggia di Koukounaries, ampiamente considerata non solo la migliore spiaggia di Skiathos, ma una delle migliori al mondo.

Allo stesso modo, da Koukounaries, puoi fare un'escursione al piccolo monastero boschivo di Panagia Kounistra, uno dei siti religiosi più importanti dell'isola.

Riproduzione riservata