Grecia

Grecia Continentale, l’itinerario perfetto per fare un viaggio nella storia

Grecia Continentale: cosa vedere, spiagge, itinerario e mappa

La Grecia Continentale è uno dei luoghi più simbolici e affascinanti d’Europa e una delle destinazioni di viaggio più popolari al mondo. Una terra intrisa di mitologia, storia, archeologia e arte, culla della civiltà moderna e teatro di paesaggi naturali di rara bellezza.
Sul suo territorio continentale la Grecia vanta un’incredibile serie di antiche rovine, villaggi arroccati o in riva al mare, città affascinanti e natura incontaminata, cucina deliziosa e atmosfera amichevole per un’esperienza di viaggio indimenticabile.
Per comporre questo mosaico di luoghi ed emozioni abbiamo raccolto suggerimenti, spunti e idee riguardo i migliori posti da visitare in un tour della Grecia continentale.

Cosa vedere in Grecia Continentale

  • Atene
  • Mystra
  • Canyon Vouraikos
  • Valle degli Dei
  • Micene
  • Epidauro
  • Monemvasia
  • Nafplio
  • Olimpia
  • Meteora
  • Salonicco
  • Zagori
  • gola di Víkos
  • Nauplia
  • Monte Olimpo

atene_6

Atene

Il nostro viaggio nella Grecia continentale non può che iniziare dalla sua capitale e città simbolo, pochi posti al mondo come Atene possono offrire un pieno di attrazioni storiche, cultura, ottimo cibo e vivace vita sociale per un’esperienza unica e arricchente.
Dalle meraviglie della sua Acropoli alle taverne dove gustare i deliziosi piatti a base di insalata greca e pesce fresco, la città presenta una miscela di caratteristiche storiche e contemporanee con la sua parte moderna costruita attorno a monumenti antichi, come il quartiere La Plaka, il Giardino Nazionale il più grande parco pubblico di Atene, Piazza Syntagma sede del Parlamento, il quartiere di Monastiraki con il suo mercato delle pulci domenicale e ovviamente la famosa

Acropoli, il Partenone, l'Antica Agorà e il Teatro di Dioniso, solo per citarne alcuni, grazie a cui Atene è considerata una città tra le più affascinanti in Europa. A questo link trovate le isole greche che si raggiungono facilmente da Atene.

Peloponneso

peloponneso

Con la forma di una grande foglia di gelso, a ovest di Atene, troviamo l’ampia penisola del Peloponneso collegata alla terraferma dal ponte Rio-Antirrio. Costellata da templi, fortezze, chiese bizantine, palazzi micenei e vestigia archeologiche il Peloponneso racconta una lunga storia di civiltà e culture antiche dentro paesaggi naturali di grande impatto come il sito archeologico di Mystra alle pendici del monte Taigeto, il Canyon Vouraikos da scoprire a bordo di una ferrovia a cremagliera, la Penisola di Mani una zona rurale e panoramica ancora non battuta dal turismo di massa, la meravigliosa Valle degli Dei attraversata da incredibili sentieri per escursioni a piedi e per mountain bike che conducono fino alla vicina e spettacolare Valle del fiume Alfos o la Strada del vino di Nemea a sud di Corinto per gustare alcuni dei migliori vini rossi della Grecia.

Tra le meraviglie antiche ci sono le rovine di Olimpia, dove furono ospitati i primi Giochi Olimpici in onore di Zeus e che ancora oggi ospita la cerimonia del lampo della fiamma olimpica prima di ogni apertura dei Giochi Olimpici Moderni. In questo sito archeologico si trovano le rovine dei Templi dedicati alle divinità greche Zeus ed Era, impianti sportivi come lo stadio e la palestra e alcuni dei monumenti e templi meglio conservati di tutta la Grecia che gli sono valsi il riconoscimento di patrimonio Unesco.
Su tutto il suo territorio il Peloponneso annovera anche alcuni siti storici considerati tra le migliori destinazioni da visitare in Grecia e quasi tutte inserite nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Tra queste ci sono la città di mare con tre fortezze di Nafplio, la città fortificata di Monemvasia nascosta su una scogliera della costa orientale della Laconia e collegata alla terraferma solo da una stradina che conduce dentro il perimetro delle sue antiche mura per scoprire un borgo tranquillo e suggestivo con stradine lastricate e belvedere sul mare.
Grande sito archeologico ma ancora lontano dai percorsi turistici più battuti la città di Micene a sud di Corinto è una delle mete imperdibili sotto il profilo culturale, storico e paesaggistico del paese ellenico.
Dimora del leggendario eroe della guerra di Troia Agamennone, la città è circondata da imponenti mura di pietra che proteggono il palazzo reale e le lapidi dove sono stati trovati molti manufatti d'oro e monumenti funerari.
Epidauro come Micene fa parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO grazie al suo antico teatro con una capienza di ben 14.000 persone e una straordinaria acustica che lo rendono ancora oggi sede di rappresentazioni teatrali dell'antica Grecia durante il Festival di Epidauro (in luglio e agosto). A questo link trovate la selezione delle spiagge più belle da non perdere nel Peloponneso.

Meteora

meteora_1

Se ci spostiamo nella parte centrale della Grecia la prima tappa verso cui fare rotta è la sorprendente formazione rocciosa de La Meteora sopra cui spiccano una serie di monasteri ortodossi tra i più grandi e scoscesi del mondo, costruiti da monaci in cerca di isolamento spirituale e di libertà dalla persecuzione religiosa.
Questo complesso di sei monasteri è arroccato in cima a pinnacoli di pietra arenaria a picco sul vuoto in un contesto paesaggistico mozzafiato, non a caso la parola meteora in greco significa "sospeso nell'aria" definizione perfetta per descrivere in modo appropriato le spettacolari scogliere che si innalzano per più di 366 metri nell'aria e dominano i villaggi di Kalambaka e Kastraki. Dei 24 monasteri bizantini presenti a Meteora, dichiarati patrimonio mondiale dell'UNESCO, sei sono ancora attivi e aperti al pubblico.

Salonicco

salonicco_1

Situata a nord del paese Salonicco è la seconda città più grande della Grecia rappresenta la porta d'ingresso per gli splendidi paesini della Macedonia e le isole dell'Egeo settentrionale. Pur essendo meno turistica merita comunque di essere visitata per la sua miscela di attrazioni antiche e nuove, dalle mura bizantine, dalla Torre Bianca e dai bagni turchi, ai colorati mercati alimentari, ai musei e alle gallerie d'arte, alle chiese bizantine ai tesori dell'antica Grecia a una lunga serie di festival, eventi sociali e una vivace vita notturna sia

nel centro storico che nei quartieri moderni e soprattutto su un lungomare costellato da numerosi locali e ristoranti.
Appena a sud della città di Salonicco si trova la penisola di Halkidiki con alcune delle migliori distese di sabbia nel nord della Grecia e una perfetta combinazione di lusso moderno e tradizione arcaica.

Penisola di Halkidiki

Formata dalle caratteristiche tre dita che si estendono nell'Egeo la penisola di Halkidiki vanta le fantastiche spiagge di sabbia dorata del promontorio di Sithonia, la vita notturna e i resort di lusso di Kassandra e il misterioso Monte Athos che ospita alcune delle comunità monastiche più stoiche della Grecia con circa 2.300 monaci ortodossi che vivono nei 20 monasteri situati intorno al Monte.

Delfi

delfi

Ai piedi del monte Parnasso sorge quella che nell'antica Grecia era considerata il centro del mondo, la città di Delfi. Questo strabiliante sito archeologico deve la sua fama soprattutto per essere stato il luogo in cui l'Oracolo di Delfi trasmise agli uomini le direttive di Apollo .

Per secoli re e cittadini venivano in pellegrinaggio qui per ottenere risposte alle loro domande attraverso le profezie della Pizia, l'altasacerdotessa del suo tempio.
Delfi è oggi sito Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO conserva ancora le rovine del Tempio di Apollo, luogo degli oracoli, il Tesoro ateniese, il teatro e l'ippodromo che un tempo ospitò gli eventi degli antichi Giochi Pitici.

Zagori

zagori

Zagori è una regione di grande bellezza naturale nel nord-ovest della Grecia che annovera due parchi nazionali, fitte foreste, aspre montagne solcate da fiumi e costellate di villaggi tradizionali caratterizzati da case in pietra risalenti alla fine del diciottesimo secolo. Questo è uno dei luoghi più attraenti e incontaminati da visitare in Grecia.
Il modo migliore per godersi la zona è percorrere i numerosi sentieri che collegano i paesi, uno di questi percorsi permette di esplorare la magnifica gola di Víkos, tra le più ampie del mondo con i suoi 900 metri di profondità e 12 km di lunghezza camminando dalla cima del monte Astrakas alle cascate del fiume Voidomatis sullo sfondo del monte Timfi. I dintorni panoramici di Zagori includono lo splendido lago alpino Drakolimni, le gemme del villaggio di zagorohoria di estrema bellezza e tradizione e il ponte di pietra di Kalogeriko.

Olimpo

monte-olimpo

Il monte Olimpo è uno dei luoghi più simbolici e impressionanti di tutta la Grecia, si tratta della montagna delle 12 divinità antiche e la cima più alta della Grecia a 2.918 metri sul livello del mare. Lungo i suoi costoni si snodano sentieri di trekking che portano fino alla vetta o passeggiate meno impegnative attraverso la Gola dell'Enipeas tra scenari paesaggistici di grande impatto resi ancora più suggestivi dall’atmosfera mitica del posto.
Nella regione di Florina troviamo invece i laghi di Prespa un’oasi naturale a 850 metri sul livello del mare dove si possono osservare gli uccelli migratori per intense sessioni di birdwatching.

Nauplia

Ai piedi delle colline all'estremità settentrionale del Golfo Argolico sorge l'affascinante città portuale di Nauplia, ammantata da un'atmosfera medievale che pervade stradine, piazze, castelli, fontane ottomane, antiche mura, statue e monumenti, edifici neoclassici e veneziani. Da qui è anche possibile imbarcarsi alla volta della fortezza veneziana di Bourtzi, il luogo più fotografata di Nauplia.

Spiagge più belle della Grecia continentale

  • Spiaggia di Thoroni, Sithonia
  • Kalamitsi, Sithonia
  • Papa Nero, Pelion
  • Assa Maris, Sithonia
  • Glarokavos Beach, Kassandra
  • Mykoniatika Beach, Kallikratia
  • Portokali, Sithonia
  • Karydi, Sithonia
  • Possidi Cape, Kassandra
  • Pallini, Kassandra
  • Navarino, Peloponneso

spiagge-grecia-continentale

Mappa e cartina

Autore: Giorgio Calabresi

Riproduzione riservata