Francia

Corsica, cosa vedere? Migliori destinazioni, spiagge e come arrivare

Corsica: cosa vedere tra spiagge ed entroterra, migliori destinazioni, e come arrivare

La Corsica è la quarta isola più grande del Mediterraneo e una delle sue più selvagge, aspre e cariche di fascino, ideale da esplorare con un viaggio tra costa ed entroterra alla scoperta delle sue tante bellezze naturali e storiche. 

Disseminate lungo i circa 1000 km di costa ci cono 200 meravigliose spiagge lambite da acque cristalline dove fare immersioni o abbronzarsi sotto i raggi del sole aspettando lo spettacolare tramonto, suggestivi villaggi di pescatori dall’atmosfera rilassata, borghi collinari e città con splendidi centri storici come Ajaccio. Mentre per chi vuole concedersi un’avventura a stretto contatto con la natura ribelle dell’isola ci sono fantastici sentieri escursionistici che attraversano boschi e montagne all’interno di riserve naturali protette.

Corsica, cosa vedere?

  • Ajaccio
  • Bonifacio
  • Porto-Vecchio
  • Bastia
  • Calvi
  • La Balagne
  • Saint Florent
  • deserto delle Agriate
  • Gole della Restonica e Tavignano
  • riserva naturale di Scandola
  • Grande Randonneé 20
  • Iles Sanguinaires
  • Isole Lavezzi
  • Cap Corse 
  • Filitosa
  • Sartène

santa-giulia-corsica

La Corsica è un’isola fiera della sua cultura e tradizione, nonostante l’appartenenza alla Francia, non smette di rivendicare e custodire la propria identità distintiva con un aspetto profondamente corso nel carattere, nel dialetto, nella cucina e nei costumi della gente.

Caratterizzata da un’incredibile varietà di ambienti diversi la Corsica nel giro di pochi chilometri passa da fitte foreste, cime montuose, spiagge incantevoli, vallate verdi e città costiere in un susseguirsi di panorami e scenari di grande impatto.  

Una varietà di orizzonti che si traduce in una vasta gamma di esperienze diverse per chi la visita, con tante attività da praticare all’aria aperta dall’escursionismo nel Deserto delle Agriate e sulle Calanches de Piana, all’esplorazione di canyon, al prendere il sole, a fare un giro in barca, a gustare prelibatezze di produzione locale e ad ammirare i molti siti storici dell’isola come a Cap Corse con Filitosa il sito neolitico migliore d’Europa e Sartène, scoprire le bocche di Bonifacio, navigare verso le Isole Lavezzi, esplorare i borghi collinari di La Balagne o passeggiare intorno al Col de Bavella e all’Altopiano del Coscione.

Come arrivare in Corsica dall’Italia?

Malgrado la Corsica abbia ben tre aeroporti sul suo territorio nelle città di Bastia, Ajaccio e Figari, partire in aereo dall’Italia può non essere la via migliore per raggiungerla. 

Dalle nostre città principali non esistono, salvo rare eccezioni, voli diretti per l’isola e di conseguenza le tariffe si alzano e le tratte si allungano con scali di diverse ore. Più a portata di mano è l’opzione via mare, dalla costa tirrenica italiana sono diversi i porti da cui salpare in traghetto alla volta della Corsica per un viaggio che varia dalle 4 alle 6 ore circa, tra questi ci sono i porti di: Genova e Savona in Liguria, Livorno e Piombino in Toscana, Portoferraio sull’isola d’Elba e Santa Teresa di Gallura, Porto Torres e Golfo Aranci dalla Sardegna.

GUARDA ANCHE: VIAGGI ESTATE 2022

corsica_3

Le spiagge più belle della Corsica

spiagge-corsica

Le spiagge della Corsica sono considerate tra le più belle in Europa e rappresentano una delle prime fonti di richiamo per il turismo. Le sue coste sono ricche da un’incredibile varietà di spiagge da intime baie nascoste, lidi sabbiosi e calette di ciottoli accessibili solo a piedi o via mare.

In più grazie alla sua posizione l’isola è battuta da grandi venti e offre le condizioni ideali per un’ampia varietà di sport acquatici come surf, windsurf, wakeboard, il kitesurf e il flysurf.

Le più rinomate sono le ampie baie di Calvi e L’Ile Rousse a nord, le spiagge del Golfo del Valinco vicino a Propriano, Campomoro-Tizzano o la fascia di costa meridionale tra Porto-Vecchio e Bonifacio con Palombaggia, Pinarello, San Ciprianu e il Golfo di Roccapina più a sud. Qui trovate una selezione di spiagge per nudisti. 

Destinazioni della Corsica: le 10 più belle

Destinazione Cosa vedere Zona
Bonifacio Bocche di Bonifacio, scogliere, paese Sud
Lavezzi  Isola e isolotti Sud
Sarténe Borgo antico Sud-ovest
Filitosa Sito archeologico Sud-ovest
Ajaccio Casa di Napoleone, Parata, Isole Sanguinarie Ovest
Calanchi di Piana I calanchi Ovest
Bastia Porto antico Nord
Riserva di Scandola Riserva e trekking a Girolata Nord-ovest
Cap Corse Pietracorbara, Tamarone, Nonza Nord
La Balagne Calvi, Isola Rossa Nord

 

Borghi e villaggi in Corsica

borghi-corsica

La città costiera di Calvi, situata nel nord-ovest della Corsica, è nota per la sua affascinante architettura romana con stradine acciottolate, case colorate, caffè sul porto e una vista mozzafiato sulla baia dalla cima della cittadella. A breve distanza in auto si può raggiungere tranquilla isola di L’Ile-Rousse, con il mercato coperto circondato da platani dove acquistare prodotti locali.

Nell’entroterra tra colline e montagne si trovano poi tanti piccoli paesini arroccati in uno scenario panoramico come quelli nella zona collinare delle Balagne nel nord dell’isola con montagne a picco sul mare e tutti collegati da una strada panoramica che parte da Moncale e tocca comuni panoramici come Calenzana, Zilia, Montemaggiore dove il tempo sembra essersi fermato.

Altri borghi da citare tra i più belli della Corsica sono Ota, Nonza, Porto, Sartene, Ghiosi, Piana, Evia, Tollare, Centuri e Corte.

Saint Florent è il secondo porto turistico più grande della Corsica dopo Ajaccio e un elegante punto d’incontro per una passeggiata nel suo porto pittoresco e nella cittadella con i suoi vicoli tortuosi.

Da qui si può anche partire per le gite nel deserto delle Agriate, una zona di paesaggio arido e di selvaggia bellezza famosa per le sue spiagge tra le più belle dell’isola.

Aree naturali della Corsica

In Corsica non mancano ampi spazi naturali, riserve protette e zone che tengono insieme natura e storia come a Cap Corse con le sue spiagge selvagge e le torri genovesi, tra i posti più belli da vedere sulla penisola nord-orientale, una zona aspra e avventurosa dove guidare lungo le strade tortuose o camminare in sentieri immersi nella natura.

La riserva naturale di Scandola sulla costa del Golfo di Porto vanta una spettacolare roccia rossa scolpita dal vento, con Calanche di granito rosso che si stagliano sul mare azzurro in un contesto ambientale eletto a patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Gole della Restonica e Tavignano nella regione di Corte nell’interno offre splendidi paesaggi aspri con vallate, cascate e laghi di montagna ideali per passare una giornata a stretto contatto con la natura.

Per gli escursionisti più motivati invece la destinazione è quella del Grande Randonneé 20 o GR20 un percorso lungo 170 km che taglia l’isola da Nord-Ovest a Sud-Est seguendo la principale catena montuosa tra foreste di pini, spettacolari paesaggi montani, costoni rocciosi e animali selvatici.  

Isole

Situato tra la Corsica e la Sardegna e facilmente raggiungibile in barca da Bonifacio l’arcipelago di Lavezzi conta dieci piccole isole per lo più disabitate con una serie di spettacolari spiagge appartate, calette e piscine naturali ideali per sessioni di snorkeling tra i pesci delle sue acque cristalline e giornate in pieno relax.

Da Ajaccio si arriva presso la bellissima Punta Parata e le 4 Iles Sanguinaires uno dei siti naturali più belli dell’isola a cui si accede solo in barca

Città fortezza di Bonifacio

bonifacio_1

All’estremo sud della Corsica troviamo la città di Bonifacio circondata da dintorni panoramici e alcune delle spiagge più belle dell’isola. La cittadella di Bonifacio e le sue case arroccate sulla cima di una scogliera bianca a picco sul mare, sono tra i luoghi più iconici dell’isola.

Il suo maestoso centro storico si erge su una roccia calcarea circondato dalle mura della cittadella da cui si scende sulla spettacolare scalinata del Re d’Aragona verso una larga insenatura che forma un porto naturale con una serie di grotte e calette marine.

Famosa per aver dato i natali a Napoleone Bonaparte, Ajaccio è la capitale della Corsica. Tutta la città è ricca di storia, piazze e strade ricordano il figlio più famoso dell’isola e la sua casa natale oggi è un museo chiamato Maison Bonaparte. Da non mancare ci sono poi la vasta collezione d’arte del Musee Fesch, Il tradizionale mercato, che si tiene ogni mattina in piazza Foch e la cattedrale.

Porto-Vecchio è una raffinata città  cinta da mura che racchiudono vicoli pieni di negozi, ristoranti vista mare costruiti nei bastioni e strade acciottolate ricche di bar e caffè in cui fermarsi a bere un bicchiere, mentre ai piedi del panoramico fortino Bastion de France si sviluppa uno dei porti turistici più importanti d’Europa. 

Bastia è la base di partenza perfetta per visitare l’isola, vanta un’atmosfera autentica e un labirintico centro storico detto Terra Nova circondato dal porto e da numerosi caffè. I suoi luoghi più riconoscibili sono la Chiesa di San Giovanni Battista con le due torri e la cittadella del XV secolo.

Cosa fare e vedere in Corsica

I Greci avevano chiamato la Corsica Kalliste, la bella. E in effetti la Corsica ha alcuni dei paesaggi più belli dell’Europa. Qui di seguito abbiamo provato a selezionarne 10 imperdibili.

  • Bastia

Bastia è l’unica vera città della Corsica quanto a dimensioni. Assicuratevi di visitarne il vecchio porto di pescatori. Corsica indipendente ed è una tappa obbligata per i suoi formaggi e salumi tradizionali.

  • Gole della Restonica

Poco lontano da Corte, il torrente Restonica ha scavato delle gole profonde circondate da pini e castagni che creano una delle zone più verdeintenso della Corsica. Lungo il fiume ci sono piscinette e cascate dove rinfrescarsi in estate.

Qui trovate le info su un altro fiume meraviglioso della Corsica, il fiume Travu, che forma bellissime cascate.

  • Scogliere di Bonifacio

In un itinerario che da Corte porta a Bonifacio si passa per alcune delle spiagge più belle della Corsica (Punta Chiappa, Palombaggia, Spiaggia di Santa Giulia, Baia Rondinara). Le scogliere di Bonifacio formano fiordi nella roccia friabile scavata dal mare. Quello che sorprende di più però è il paese, arroccato su quel balcone di roccia erosa a picco sul mare. La vista migliore sulle scogliere di Bonifacio e quella da Capo Pertusato. Percorrete la scalinata du roi d’Aragon, un percorso incredibile scavato nella roccia calcarea a picco sul mare. 

  • Ajaccio

Ajaccio è la città natale di Napoleone e uno dei posti più interessanti della Corsica dal punto di vista storico ed artistico. Il golfo sembra un fiordo stretto e lungo. All’estremità di questa lingua di mare ci sono le case colorate di Ajaccio. Visitate la casa museo di Napoleone Bonaparte e l’hotel de Ville che conserva alcune testimonianze del passaggio del futuro imperatore. Nei dintorni della città raggiungete la Torre di Capo Maru dalla cui sommità il panorama sul golfo di Ajaccio è magnifico.

ajaccio

  • Lavezzi

A metà strada tra le Bocche di Bonifacio e l’Arcipelago di La Maddalena si trova la meravigliosa Lavezzi, un paradiso marino di scogli emersi, acqua turchese e calette rigorosamente bianche, dove è possibile attraccare con le gite in traghetto in partenza da Bonifacio.

  • Strada Bonifacio – Propriano

La strada che da Bonifacio porta a Propriano è un lento susseguirsi di curve che a ogni svolta regala uno scorcio nuovo ed incantevole. Si passa per i menhir di Palaggiu, Renaggiu e Fontanaccia. Tappa obbligatoria alla spiaggia di Tizzano.

  • Calanchi di Piana

I Calanchi di Piana sono forse la zona più incredibile della Corsica. La roccia lavorata dagli agenti atmosferici nelle forme più assurde ed aguzze ha un caratteristico colore rosso che si tinge con diverse tonalità a seconda dell’ora del giorno in cui la si guarda. 

  • Calvi

Calvi, sulla costa nord, è uno dei paesi più belli della Corsica. In realtà sono belle anche le spiagge sebbene offuscate dalla bellezza del paese.

Prima di arrivare a Calvi provenendo da sud visitate il paese fantasma di OcciIsola Rossa, il deserto di Agriate e la spiaggia della Saleccia

  • Saint Florent

Saint Florent è un paese di mare, affacciato sul golfo omonimo e colorato con case basse e chiare e un centro storico di cui è difficile non innamorarsi. 

  • Capo Corso

Capo Corso, Cape Corse in francese, è una penisola stretta e lunga che è uno dei posti più selvaggi dell’isola. Una strada panoramica e bellissima percorre la costa della penisola passando per Nonza e la sua spiaggia nera, Port De Centuri, la punta estrema del capo ed il paesino di Erbalunga, a due passi da Bastia.

Corsica a piedi

gr-20-corsica

Gli amanti del trekking, ma solo se ben allenati, devono percorrere almeno una volta nella vita il GR 20. Si dice sia l’itinerario di trekking più difficile d’Europa. Misura quasi 200 km che si snodano tutti ad alta quota, toccando i 2000 metri s.l.m con 10.000 metri di dislivello in positivo. La particolarità di questo itinerario è che permette di conoscere la Corsica più vera, passando per territori completamente selvaggi, per faggete, laghi glaciali e rocce granite dove sembra di essere sulla luna. Si dorme nei rifugi alpini. 

I camminatori meno estremi potranno invece percorrere il sentiero dei Doganieri. Si chiama così perché era percorso dal personale di guardia impegnato ad impedire il contrabbando sulle coste corse. Si passa per paesi, porticcioli, spiagge e montagne in una passeggiata piacevole, di cui si possono percorrere anche brevi tratti.  Girolata è un paesino a cui si accede solo via mare o attraverso un bellissimo trekking che si percorre in circa due ore e mezza all’andata e due ore e mezza al ritorno.

Mappa e cartina

Riproduzione riservata