Finlandia

Cosa vedere a Helsinki

15 cose da vedere a Helsinki

Eclettica, originale e ingiustamente sottovalutata, Helsinki è la capitale della Finlandia e una delle città europee più affascinanti e moderne.

Adagiata su una penisola sulla costa settentrionale del Golfo di Finlandia, di fronte al Mar Baltico, Helsinki è ammantata da un’atmosfera elegante e accogliente, grazie alla riuscita combinazione di stili scandinavo, art-nouveau e industriale con un centro cittadino neoclassico disposto in ampie strade e viali e numerosi parchi, mentre il suo porto è l’autentico cuore pulsante della città.

Ideale da esplorare a piedi o in bicicletta Helsinki è una città compatta con un ramificato sistema di trasporto pubblico che include barche per le isole e treni per altre destinazioni in Finlandia.

In città la maggior parte dei luoghi e delle attrazioni sono raggiungibili a piedi, passeggiare lungo le sue le sue strade intersecate con le numerose insenature del litorale è un piacere lento che regala suggestioni e sorprese dietro ogni angolo.

Cosa Vedere a Helsinki 

  • Suomenlinna
  • Cattedrale di Helsinki
  • Piazza Mercato (Kauppatori)
  • Esplanadi
  • Isola di Seurasaari
  • Cattedrale Uspenski
  • Cappella del Silenzio – Kamppi
  • Vecchio Mercato Coperto
  • Biblioteca centrale di Oodi
  • Sauna 
  • Museo Nazionale della Finlandia
  • Distretti delle case in legno
  • Museo di storia naturale Luomus , 
  • Museo di arte contemporanea Kiasma 
  • Museo di architettura finlandese
  • Tori Quarters
  • Allas Sea Pool piscina
  • Giardino botanico di Kaisaniemi

helsinki_5

Qui si trova gratificazione per ogni gusto, sia che si voglia fare shopping di oggetti di alto design, che si preferisca visitare i musei cittadini, rilassarsi nelle migliori caffetterie o andare alla scoperta dei fantastici paesaggi naturali che circondano la città, con oltre 300 isole e fitte foreste secolari da esplorare, anche praticando sport all’aperto come lo sci e il pattinaggio sul ghiaccio, in un perfetto mix di design urbano e un ambiente naturale mozzafiato.

La sua posizione affacciata sul mare la rende una città brulicante di vita, con mercati sempre affollati e con residenti che amano stare in giro, tanto che la vita notturna di Helsinki ha molto da offrire agli amanti della musica con bar e locali che ospitano concerti praticamente ogni sera e festival musicali di rilievo continentale. 

A questo si affianca una fiorente scena gastronomica con una forte attenzione sui prodotti stagionali e locali con piatti della tradizione, rivisitazioni in chiave sperimentale e moderna e squisito street food tutto da gustare.

Centro Città

Helsinki è una città estremamente attraente anche dal punto di vista architettonico con influenze neoclassiche di epoca russa, costruzioni in stile art nouveau e design audace e contemporaneo che è diventato sinonimo della Finlandia moderna.

Oggi tutto ciò si riverbera negli angoli più affascinanti della città che ospita anche un intero Design District per gli amanti dell’arte, una magnifica stazione ferroviaria in stile art nouveau, una sala concerti contemporanea, una chiesa moderna scolpita nella roccia, ed edifici come la Wilkman House, il Pohjola Insurance Building e la Borsa finlandese con imponenti facciate in granito che tengono insieme le tradizioni identitarie e stilistiche finlandesi.

Il centro della città che si sviluppa intorno a Piazza del Senato, costituisce un compendio di architettura neoclassica e delle attrazioni da visitare, come l’edificio in pietra più antico di Helsinki, la Sederholm House, che ora ospita il Museo della città di Helsinki.

La maestosa Cattedrale è l’edificio più riconoscibile e fotografato in città, ben visibile anche per chi arriva via mare, con la sua inconfondibile e iconica scalinata bianca, buona anche per una pausa al sole.

Piazza Mercato (Kauppatori) è uno dei luoghi più vitali e rappresentativi della città, una piazza affacciata sul mare dove si tiene il mercato all’aperto tra i più interessanti nel panorama scandinavo. Qui tra i banchi ricolmi di prodotti locali, come una vasta selezione di bacche e verdure finlandesi, salmone fresco e succulenti dolciumi alla cannalla si respira un’atmosfera divertente e vivace, con souvenir tradizionali finlandesi, fiori colorati e frutti di mare in vendita direttamente sulle barche ormeggiate sul molo.

Il miglior passo da fare dopo aver girovagato tra le bancarelle del Kauppatori è rimanere in ambiente di mercato e spostarsi nell’attiguo mercato coperto dell’ Old Market Hall  attivo fin dal 1889. Eretto nella zona meridionale del porto non è solo un importante sito storico e un bellissimo edificio, ma un luogo ideale per acquistare prodotti locali, in particolare pesce appena pescato, una vasta gamma di ottimi formaggi, pesce, frutti di mare, carne, verdure, frutta e prodotti da forno, nonché spezie, caffè e tè e per mangiare qualcosa di buono mentre si cammina.

Il Tori Quarters, ben allocato proprio tra la Piazza del Senato e la Piazza del Mercato è la zona commerciale della città vecchia, dove concedersi acquisti di lusso tra gioielli, ceramiche, tessuti per la casa, mentre l’Esplanade Park o Espa è un rinomato parco nel cuore della città originariamente progettato come una passeggiata verde con viali alberati e aiuole e statue di importanti personalità finlandesi.

Ma il tour non può essere completo senza: aver visitato anche la Cappella del Silenzio – Kamppi, un piccola stanza di design con spesse pareti in legno progettato per regalare uno spazio di silenzio profondo a chi entra,  aver nuotato nella nuova Allas Sea Pool una piscina vista mare completa di sauna finlandese, visitato la casa modernista di Alvar Aalto o la futuristica Biblioteca centrale di Helsinki Oodi, aver passeggiato nellio splendido giardino botanico di Kaisaniemi o essere entrati nell’ imponente Cattedrale Uspenski, un grande edificio in mattoni noto per le sue torri e guglie sormontate da 13 cupole dorate.

A Pochi chilometri a nord del centro della città, invece sorge un’intera isola – museo a cielo aperto: l’Isola di Seurasaari dove sono conservati una serie di edifici rurali tipici finlandesi con botteghe, fattorie, case padronali e casolari collegati da una rete di sentieri, che consentono piacevoli passeggiate nei boschi o lungo la costa.

Suomenlinna

Discorso a parte lo merita l’arcipelago di Suomenlinna costituito da sei piccole isole raggiungibili con un breve viaggio di circa 20 minuti con i traghetti che salpano dal Kauppatori. Anche conosciuta come la “Fortezza della Finlandia”,  nel corso della sua storia Suomenlinna difeso tre diversi regni: Svezia, Russia e Finlandia, mentre oggi fa parte della lista dei monumenti del patrimonio mondiale dell’UNESCO per la sua rilevanza culturale. 

Sul suo territorio verdeggiante ospita diversi musei storici, il museo dei giocattoli, un bacino di carenaggio e un grande parco, ideale per una piccola fuga dalla città per rilassarsi all’ombra delle sua mura imponenti, stendersi sui suoi prati verdi dove fare un pic nic, sedersi in un caffè e godersi un panorama spettacolare.

I musei di Helsinki

Sono circa 80 musei disseminati sul territorio di Helsinki, una vera costellazione artistica che spazia in ogni direzione, dall’arte classica, alla fotografia, alla storia, alla natura e molti di questi offrono l’ingresso gratuito almeno un giorno al mese.

Tra i più significativi segnaliamo: il Museo di storia naturale Luomus , Museo di arte contemporanea Kiasma , Museo di architettura finlandese e Museo nazionale della Finlandia.

Sauna, dove farla ad Helsinki?

Per entrare davvero a fondo nella cultura finlandese e provare un’esperienza da autentico abitante di Helsinki l’attività più idonea è quella di entrare in una dei magnifici centri Sauna disseminati in città.

Qui la cultura della sauna è ancora molto diffusa e viva, le tante saune pubbliche come la Kotiharjun Sauna o quelle nei distretti di Kotiharju, Merihaka, Hermanni  e “Löyly” sono molto frequentate per le loro strutture moderne e proprietà benefiche.

In ognuno di questi centri l’ingresso è di circa 10 €, le sale sono divise per sesso, si può entrare in asciugamano o nudi, basta parlare poco e a bassa voce.

Riproduzione riservata