Dubai

Cosa vedere a Dubai: attrazioni da non perdere e cose da fare

Cosa vedere a Dubai

Un tempo piccolo villaggio di pescatori del Golfo Persico, oggi Dubai è una delle città più cosmopolite del mondo.

L'emirato è uno dei sette che compongono gli Emirati Arabi Uniti, e la città, per quanto radicata nella tradizione islamica, accoglie oltre 200 nazionalità diverse ed è aperta ai nuovi arrivati.

È una città strabiliante dove tutto sembra possibile. Rimarrete senza parole davanti all’edificio più alto del mondo, all’isola a forma di palma e alla stazione sciistica al coperto.

Dalla marina al deserto, passando per i mercati e i quartieri storici, ecco il meglio di Dubai.

Burj Khalifa

Burj Khalifa
Burj Khalifa

Il Burj Khalifa, con i suoi 828 metri d'altezza, è il grattacielo più alto del mondo. La "Torre del Califfo" è stata inaugurata nel cuore di Downtown Dubai nel 2010 e da allora non smette di stupire.

Alzate lo sguardo per ammirare l'imponenza dell’edificio prima di entrare. Potrete scattare foto meravigliose della città dalla terrazza panoramica che si trova ai piani 124 e 125 oppure fare un aperitivo all’At The Top Sky Lounge.

Per occasioni speciali, concedevi la vista sul tramonto dal The Lounge, Burj Khalifa, il lounge più alto al mondo che si trova a un'altezza di 585 metri. 

Dubai Fountain

Fontane
Fontane di Dubai

Ai piedi del Burj Khalifa potrete assistere allo spettacolo della fontana coreografica più grande al mondo, dove i getti d'acqua svettano fino a 150 metri e ondeggiano al ritmo di diversi brani musicali.

Passateci al tramonto per vedere gli spettacoli che iniziano ogni 30 minuti e terminano alle 23. Potete anche godervi lo spettacolo seduti in uno dei ristoranti del Dubai Mall o del Suk Al Bahar, che vantano entrambi una posizione privilegiata vicino alla fontana.

Burj Al-Arab

Burj Al-Arab
Burj Al-Arab

Il Burj Al-Arab ossia "Torre degli Arabi" è un’altra delle icone di Dubai.

È uno degli hotel più lussuosi del mondo, che ai tempi della sua apertura vantava addirittura 7 stelle, oggi gliene sono riconosciute però solo 5.

Costruito sulla Jumeirah Beach, 15 km a sud di Downtown, su un'isola artificiale collegata alla terraferma da un ponte di 280 metri, è caratterizzato da una particolare forma a vela progettata da un'équipe di architetti.

La sua costruzione è iniziata nel 1994 e terminata nel 1999 con un costo complessivo di 650 milioni di dollari.

Dalla sua inaugurazione, il Burj Al Arab ha ospitato una lunga lista di vip e celebrità provenienti da tutto il mondo, contribuendo far entrare Dubai nella mappa del turismo d’élite.

L’edificio a forma di vela si innalza per 321 metri e offre esclusivamente suite con viste mozzafiato sul Golfo Persico, oltre a una serie di ristoranti raffinati, splendide spiagge e l'immensa Burj Al Arab Terrace.

Palm Jumeirah

Palm Jumeirah
Palm Jumeirah

Palm Jumeirah è un’incredibile isola artificiale a forma di palma, considerata l'ottava meraviglia del mondo.

È anche una delle isole artificiali più grandi del pianeta e rappresenta il trionfo dell'ingegno umano. Ospita una serie di boutique, esclusive case residenziali con le loro spiagge private e hotel di lusso, tra cui Waldorf Astoria, Fairmont, One&Only, Jumeirah Zabeel Saray e il prestigioso Atlantis The Palm con il suo parco acquatico AquaVenture.

Qui si arriva con la monorotaia che percorre il tronco della palma e si collega alla rete tranviaria della terraferma.

Più a nord lungo la costa, proprio di fronte a Jumeirah Beach, sorge The World, un progetto ancora in fase di completamento, ovvero un arcipelago di isole artificiali che, viste dall'alto, riproducono le forme dei continenti sul planisfero. 

Dubai Frame

Dubai Frame
Dubai Frame

Situata al margine nord dello Zabeel Park, il Dubai Frame è la nuova e spettacolare attrazione di Dubai inaugurata nel 2018.

È un enorme monumento, alto 150 metri, che ha la forma di una gigantesca cornice dorata, e permette di salire fino al 48° piano per ammirare la città dall’alto, dalla parte antica a quella moderna.

Chi non soffre di vertigini può anche ammirare il panorama attraverso la passerella in vetro sotto i propri piedi.

Dubai Miracle Garden

Dubai Miracle Garden
Dubai Miracle Garden

Il Dubai Miracle Garden è il giardino naturale più grande del mondo con oltre 150 milioni di fiori che creano sculture maestose.

Sui 72.000 metri quadri del giardino botanico che è una sorta di parco divertimenti, si possono ammirare edifici e strutture celebri completamente trasformati in esposizioni floreali variopinte.

Per esempio vedrete un Airbus della compagnia aerea Emirates a grandezza naturale interamente fatto di fiori, una statua di Topolino alta ben 18 metri e un castello floreale con dentro una grande sala da pranzo. Non perdete infine la Dubai Butterfly Garden, un tunnel con 15.000 specie di farfalle altamente instagrammabile.

Il quartiere storico di Bastakiya

Bastakiya
Old Dubai

La zona a nord della moschea di Jumeirah e del Dubai Frame costituisce il quartiere storico di Al Bastakiya, noto anche come quartiere Al Fahidi.

È il nucleo dell’antica Dubai, ciò che resta della città dei pescatori, dei commercianti e dei cacciatori di perle.

La costruzione del quartiere risale alla fine dell’800 ma fu ristrutturato nel 2005 per riportarlo all’antico splendore.

Oggi tra le stradine del quartiere vedrete vecchie case convertite in negozi, caffè e gallerie d’arte. Fate caso ai tetti che hanno una particolare architettura nota come tasso (o torri del vento, barjeel in arabo), utilizzata per offrire una sorta di aria condizionata naturale incanalando il vento all’interno delle stanze e dei giardini per rinfrescare tutti gli ambienti della casa. Il luogo più interessante di Al Bastakiya è il Forte Al Fahidi, la costruzione più antica di Dubai, realizzata alla fine del 1700 come abitazione nobiliare, in seguito divenne un presidio militare e infine un carcere.

Oggi è un museo che ospita reperti archeologici e numerose foto che mostrano la trasformazione del quartiere nel corso del tempo. Non perdete poi una visita al souk, dove perdersi tra profumi e colori tra le oltre 50 bancarelle.

Si può visitare poi la Galleria XVA, una delle gallerie d’arte più famose e importanti non solo di Dubai ma dell’intero Medio Oriente, specializzata in arte contemporanea del mondo arabo, dell’Iran e del subcontinente indiano. Nel quartiere sorge poi l’XVA Art Hotel, la ex casa della famiglia Seddiqi, che si occupava di commerciare e vendere gli orologi Rolex in città, oggi trasformata in un boutique hotel con un ristorante pluripremiato, l’XVA Cafè.

Dubai Creek

Dubai Creek
Dubai Creek

Dubai Creek (Khor Dubai) è un canale di acqua salata che proviene direttamente dal Golfo Persico e scorre nella città di Dubai.

Inizialmente si trattava di una profonda insenatura naturale, ma tra il 2013 e il 2016 è stata prolungata di circa 13 km grazie al completamento di altri due tratti chiamati Business Bay e Dubai Canal.

Oggi dunque l'ampia ansa disegnata dal canale inizia all'altezza del porto di Dubai e si ricongiunge di nuovo al Golfo Persico nei pressi di Jumeirah Beach. Il creek divide Deira da Bur Dubai, i quartieri più tipici che hanno mantenuto una certa autenticità.

Non perdete un tour del canale a bordo delle tradizionali barche di legno chiamate abra che collegano le varie stazioni fluviali. Ai più romantici consigliamo una mini crociera con cena a bordo dell’imbarcazione araba chiamata dhow

Deira

Deira
Deira

Deira è il quartiere dei mercati. Qui vedrete numerosi negozi specializzati nella commercializzazione dell'oro, che a Dubai si trova a buon mercato.

Esiste infatti una lunga tradizione nel commercio e lavorazione dell'oro che affonda le radici nei periodi storici in cui il Paese era crocevia del commercio tra le Indie e l’Europa.

Quindi vedrete folle concentrarsi soprattutto nel tardo pomeriggio e la sera nelle strade intorno al Gold Souk, dove pietre di ogni genere brillano nelle vetrine di oltre 300 gioiellerie. Ricordatevi di mercanteggiare sul prezzo come per ogni altro acquisto nel souk. Curiosate poi nel vicino Spice Souk, il mercato delle spezie arabe, dove inebriarsi di profumi e colori tra chiodi di garofano, cardamomo, cannella, incenso e aromi del Medioriente. 

Il deserto di Dubai

Deserto di Dubai
Deserto di Dubai

A meno di 20 minuti di auto da Downtown Dubai si trova il deserto che incanta con un mare di dune di sabbia dorata. Potreste esplorare il deserto con un safari in quad e sandboard, con un tradizionale giro in cammello o addirittura con un volo in mongolfiera per ammirare le dune dall’alto.

GUARDA ANCHE: DUBAI ROMANTICA

Chi vuole trascorrere una serata romantica potrebbe concedersi una cena sotto le stelle nel deserto e trascorrere una notte indimenticabile tra le dune all’Al Maha Desert Resort & Spa.

Dubai Marina

Dubai Marina
Dubai Marina

Dubai Marina è una delle zone più vivaci e moderne di Dubai. Si tratta di un'area costiera artificialmente creata lungo il Golfo Persico, dove passeggiare lungo il Marina Walk, fare una crociera a bordo di un dhow tradizionale, concedersi una pausa gourmet in uno dei ristoranti sul lungomare o un drink in uno degli eleganti lounge bar, infine fare shopping o anche solo ammirare le vetrine delle boutique del Dubai Marina Mall.

I più coraggiosi possono provare la XLine, la zipline urbana più lunga al mondo.

Cosa mangiare a Dubai

Dubai offre una variegata proposta culinaria e una vivace scena gastronomica.

Ecco le specialità da non perdere: balaleet (vermicelli di riso arabi, conditi con un mix di zucchero, cardamomo, acqua di rose e zafferano, serviti con una frittata di uova sopra, a volte anche con cipolle saltate o patate e accompagnato con una tazza di tè con acqua di rose), kabsa (riso a base carne, con uvetta, noci e salsa di pomodoro), harees (zuppa con miscela di chicchi di grano e carne, cotti insieme lentamente), thareed (manzo in umido con verdure e pane), fattoush (insalata con fette di pane tostato o fritto, verdure fresche, tra cui i pomodori, cetrioli, ravanelli e qualche chicco di melograno), labneh (yogurt dalla consistenza cremosa, ideale per dare freschezza ai piatti più piccanti o da accompagnare al pane).

Per concludere assaggiate i datteri, i luqaimat (palline lievitate e fritte, preparate con farina, semi di sesamo, curcuma, latte, zucchero, sale e pochissimo lievito, cosparse di sciroppo di datteri e semi di sesamo), l’harisa (una specie di semolino con farina di cocco e una mandorla al centro di ogni quadratino), il mullhabia (budino con farina di riso, zucchero e latte).

Come arrivare e spostarsi a Dubai

Dubai Romantica
Dubai

Dall’Italia si può raggiungere Dubai in poco più di cinque ore con un volo diretto. Bisogna sapere poi che Dubai è una città enorme, non ha un centro storico come le città europee e si snoda in lunghezza per oltre 40 chilometri lungo il Golfo Persico.

Quindi non è possibile girarla a piedi, bisogna necessariamente utilizzare gli efficienti mezzi pubblici: a Dubai ci sono due linee della metropolitana, autobus, tram e una monorotaia. In alternativa si può noleggiare un’auto o muoversi con i taxi, molto economici e ben regolamentati.

Quando andare a Dubai

Il periodo migliore per visitare Dubai va da dicembre ad aprile.

Febbraio e marzo sono generalmente considerati i mesi ideali, ma può anche essere una buona meta per festeggiare Natale e Capodanno.

In questi mesi le temperature sono gradevoli, il mare è caldo e le escursioni nel deserto sono accessibili a tutti. Evitate quindi l’estate quando le temperature possono sfiorare i 50 gradi.

Mappa e cartina

 

Riproduzione riservata