Idee di viaggio

Wwoofing, Cos'è? Come Funziona? Come viaggiare low cost lavorando in fattoria

Una vacanza in fattoria per entrare a far parte del movimento mondiale per l’agricoltura sostenibile

Wwoofing: Cos'è? Come Funziona? Come viaggiare low cost lavorando nei campi VIAGGIARE Shutterstock
5/5

Una vacanza in campagna per dedicarsi all’agricoltura sostenibile viaggiando low cost per il mondo

Il WWOOF è la comunità mondiale che da oltre cinquant’anni permette di sperimentare la vita rurale ed ecologica presso fattorie e piccole aziende che offrono vitto e alloggio in cambio di aiuto nel loro lavoro

Al WWOOF partecipa anche l’Italia con circa 850 fattorie biologiche, quindi non resta che scegliere il progetto che fa per sé. WWOOF garantisce una vacanza green, innovativa e divertente.

Wwoofing: Cos'è? Come Funziona? Come viaggiare low cost lavorando in fattoria

Worldwide Opportunities on Organic Farms (WWOOF) è un movimento mondiale che mette in contatto i visitatori (WWOOFers) con gli agricoltori biologici, promuove uno scambio culturale ed educativo e costruisce una comunità globale consapevole delle pratiche agricole ecologiche e sostenibili

L'idea fondante di WWOOF è quella di facilitare lo scambio di idee su uno stile di vita sostenibile e sull'agricoltura biologica per vivere in armonia con la natura. 

WWOOF offre alle persone un modo per conoscere il cibo, l'agricoltura e la cultura biologici. In questo modo, riunisce persone che condividono valori e filosofie simili. Chi decide di partecipare al progetto quindi ha la possibilità di dare una mano agli agricoltori e allo stesso tempo imparare cosa significa coltivare il proprio cibo in modo sostenibile.

L'obiettivo di WWOOF è quello di offrire a persone provenienti da tutto il mondo l'opportunità di acquisire competenze pratiche nell'agricoltura e nel giardinaggio, sperimentare la vita rurale condividendo la vita quotidiana di chi li ospita, promuovere il movimento del biologico e della sostenibilità, partecipare a uno scambio culturale. 

WWOOF ha costituito dunque una rete all'interno del movimento ecologico che promuove, informa ed educa all'agricoltura sostenibile e a un'economia etica.

Come WWOOFer, si può partecipare alla vita quotidiana della fattoria che ospita, scoprire una nuova cultura e conoscere nuove persone, ricevendo vitto e alloggio gratuiti durante il soggiorno. 

Come ospite, invece, si ha la possibilità di aprire casa propria a visitatori che vogliono entrare in contatto con il cibo biologico, l'agricoltura sostenibile.

Storia di WWOOF

WWOOF è stato fondato nel 1971 nel Regno Unito quando una signora di nome Sue Coppard fondò il primo gruppo WWOOF. Nel 1973 Sue si prese una pausa dal WWOOF per esplorare l’Estremo Oriente. 

Intanto il WWOOF continuò a espandersi nel Regno Unito grazie a un gruppo subentrato a quello iniziale, in seguito nacquero nuove comunità in altri Paesi.

LEGGI ANCHE: VACANZE IN CAMPAGNA

“Quando ho pensato al WWOOF per la prima volta, nel 1971, non avevo la più pallida idea che un giorno sarebbe diventata un rete mondiale ben avviata con membri in tanti Paesi che girano per in tutto il mondo!”, racconta Sue Coppard. 

“Ma WWOOF risponde ai bisogni di così tante persone che doveva accadere; il contatto con la natura è l'equivalente psicologico della vitamina C. Sento che WWOOF mi ha scelto come suo canale: una segretaria di Londra senza amici rurali o famiglia, ma struggente per la campagna mentre guardavo le foglie autunnali soffiate dal vento sul marciapiede”.

“WWOOF originariamente significava Week-end di lavoro nelle fattorie biologiche, ed è così che iniziò”, racconta ancora Sue Coppard. Venni a conoscenza della filosofia del biologico durante la mia collaborazione con la rivista Resurgence, e mi sembrava probabile che le fattorie biologiche sarebbero state molto più propense ad accettare l’aiuto di volontari non qualificati rispetto a quelle convenzionali. 

LEGGI ANCHE: VIAGGIARE LAVORANDO

Un amico mi suggerì che Michael Allaby, redattore del giornale Soil Association, avrebbe potuto conoscere una fattoria adatta. Fu lui che mi mise in contatto con l'Emerson College nella rigogliosa regione di Sussex, la scuola di formazione per l'applicazione della filosofia antroposofica di Rudolf Steiner - agricoltura biodinamica inclusa - nella loro fattoria di 200 acri. Il disponibile vicesegretario John Davy 'persuase' i suoi scettici manager agricoli a darci un fine settimana di prova, e io misi in fretta un annuncio nella rivista Time Out di Londra, ed è lì che sono partite le prime quindici richieste”.

Negli anni il WWOOF è cresciuto fino a diventare una comunità mondiale di centinaia di migliaia di persone. Oggi WWOOF è presente in più di 130 Paesi in tutto il mondo ed è in continua crescita. 

Fin dall'inizio, le organizzazioni WWOOF nazionali sono cresciute singolarmente nei vari Paesi, ma con la missione comune di educare le persone attraverso scambi culturali pratici e stimolanti, e di sostenere gli agricoltori locali che nutrono le loro comunità e formano la prossima generazione di agricoltori. Le organizzazioni WWOOF operano su base locale, pertanto per iscriversi è necessario contattare direttamente l'organizzazione nazionale.

Nel 2012 è stata creata la Federazione delle organizzazioni WWOOF (FoWO), che funge da organizzazione democratica per i gruppi WWOOF nazionali che lavorano insieme in tutto il mondo. La missione di FoWO è unire, promuovere, proteggere e sostenere il movimento WWOOF in tutto il mondo.

WWOOF Italia 

WorldWide Opportunities on Organic Farms, Italia (WWOOF™ Italia) fa parte del movimento mondiale che mette in relazione volontari e progetti rurali naturali promuovendo esperienze educative e culturali basate su uno scambio di fiducia senza scopo di lucro, per contribuire a costruire una comunità globale sostenibile. WWOOF Italia inoltre fa parte della Federazione delle Organizzazioni WWOOF. 

Come funziona?

I volontari chiamati WWOOFer partecipano alle varie attività tipiche che si svolgono in una fattoria o in un ambiente rurale senza orari o mansioni prestabiliti, ma concordati ad personam, nel tentativo di soddisfare le reciproche aspettative. L’ospitalità dei WOOFers avviene nell’ambito di uno scambio non monetario, bensì educativo e culturale. WWOOFing è un modo per imparare le tecniche e acquisire o scambiare competenze nell’ambito dell’agricoltura biologica, per entrare a far parte di questo movimento e vivere questo stile di vita in prima persona.

WWOOF in Italia comprende tra gli host circa 850 fattorie biologiche (non necessariamente certificate) in tutto il Paese. Può aderire al programma qualsiasi progetto di fattoria, comunità o giardino che usi metodi biologici e voglia partecipare a uno scambio culturale ed educativo.

Il programma è aperto a tutti i maggiorenni, indipendentemente dall'esperienza in ambito agricolo. Gli host non si aspettano dai WOOFers una conoscenza approfondita dei lavori agricoli al momento dell’arrivo in azienda. Ciò che si aspettano è la voglia di imparare, la curiosità e la capacità di adattarsi al loro stile di vita.

L'iscrizione come WWOOFer (viaggiatore) è valida per un anno a partire dal giorno in cui è stata sottoscritta. Chiunque può partecipare al programma, sia come WWOOFer che come host, per rafforzare il movimento dell’agricoltura sostenibile.

Gli host WWOOF offrono una grande varietà di opportunità educative, tra cui la coltivazione di ortaggi, l'allevamento delle api, la costruzione di case di paglia, il lavoro con gli animali, la produzione di vino e molto altro ancora. Ognuno può trovare il programma che fa per sé. 

Autore: Francesca Ferri

 

Scopri