Idee di viaggio

Spiagge Rosa, le 10 più belle del mondo

10 spiagge dove la sabbia rosa incontra le acque turchesi in meravigliosi spettacoli della natura

Spiagge Rosa: le 10 più belle del mondo SPIAGGE Shutterstock
5/5

Non è l’effetto di un filtro di Instagram né di un ritocco su Photoshop. Nel mondo esistono spiagge rosa talmente belle da sembrare finte. 

La colorazione rosata della sabbia è dovuta, nella maggior parte dei casi, a un fenomeno di bioerosione delle barriere coralline che, nel tempo e con il movimento delle onde, si decompongono. I frammenti di corallo quindi vengono portati a riva e depositati sulla spiaggia, colorando, come per magia, la vie en rose. Sono spettacoli della natura dove la sabbia rosa incontra le acque turchesi tra palme e cieli infiniti.

Ecco 10 spiagge rosa più belle del mondo. 

Spiagge Rosa, le 10 più belle del mondo 

  • Spiaggia Rosa, isola di Budelli, Sardegna
  • Spiaggia di Elafonissi, Creta, Grecia
  • Platja de ses Illetes, Formentera, Spagna
  • Pink beach, Komodo, Indonesia
  • Elbow beach, Bermuda
  • Crane Beach, Barbados
  • Pink Sand Beach, Barbuda, Caraibi 
  • Spiaggia rosa, isola di Santa Cruz, Filippine
  • Pfeiffer Beach, California
  • Tikehau, Tahiti

Spiaggia Rosa, isola di Budelli, Sardegna

La Spiaggia Rosa della Sardegna è uno spettacolo della natura. Si trova sull’isola di Budelli, che, insieme alle altre isole incontaminate, fa parte dell’arcipelago della Maddalena, a nord della Sardegna, dichiarato Parco Nazionale proprio per la bellezza della sua natura selvaggia. 

Il nome è dato dal colore rosato della sabbia composta da frammenti di corallo, conchiglie e gusci di molluschi. Il colore è dovuto in particolare a un microrganismo rosa che abita le praterie di posidonia e vive dentro le conchiglie. Quando muore, i gusci vengono trascinati a riva, sminuzzandosi per l’azione di acqua e vento. Per la sua unicità e per il rischio di erosione, la Spiaggia Rosa è stata blindata, quindi è vietato l’accesso, la sosta e la balneazione. Ma potrete ammirarla dalla passerella che delimita la spiaggia e dal mare. Vi ritroverete di fronte a un capolavoro della natura che incantò anche Michelangelo Antonioni, il quale decise di ambientare qui alcune scene del famoso film Deserto rosso. 

Spiaggia di Elafonissi, Creta, Grecia

Lungo la costa sudoccidentale dell’isola di Creta si trova la spiaggia di Elafonissi, considerata la perla di Creta. Viene anche chiamata i “Caraibi del Mediterraneo” per la sua spiaggia bianca con sfumature rosa che sprofonda nel turchese delle sue calde acque. 

Situata all’interno di un’area naturale protetta dove vivono la tartaruga caretta caretta e la foca monaca, la spiaggia è un’incantevole distesa di sabbia in parte attrezzata e in parte libera: uno dei gioielli di tutta la Grecia. Proprio davanti alla spiaggia si trova la piccola isola di Elafonissi che, in base alle maree, in alcuni giorni è collegata alla terraferma attraverso una stretta lingua di sabbia, in altri è un’isola che si raggiunge camminando nel mare. All’estremità dell’isola c’è un promontorio dove si trova un faro e la piccola cappella di Agia Irini. Uno dei momenti più belli da non perdere a Elafonissi è il tramonto, quando il sole cala sulle acque del Mar Libico regalando un panorama dai colori stupendi. 

Platja de ses Illetes, Formentera, Spagna

Nella parte settentrionale dell’isola di Formentera si trova Platja Ses Illetes, che significa spiaggia delle piccole isole ed è considerata la più bella dell’isla bonita. È un vero paradiso all’interno del Parco Naturale di Ses Salines. 

Qui infatti vedrete una lunga lingua di sabbia, circondata da acque cristalline da entrambi i lati. Ma è sul lato ovest che si trova la suggestiva spiaggia rosa, la cui particolare colorazione è data dai residui di polvere corallina che emergono dal mare. Uno spettacolo da non perdere nel Mediterraneo. 

Pink beach, Komodo, Indonesia

L’isola di Komodo in Indonesia è famosa per la sua popolazione di varani, enormi lucertole che colpiscono per la loro grande somiglianza con i leggendari draghi. Sono appunto chiamati draghi, le lucertole più grandi del mondo che potrete vedere nel Parco Nazionale di Komodo, dichiarato infatti patrimonio della biosfera Unesco. L’isola, classificata come una delle 7 meraviglie della natura, è anche rinomata per la sua spiaggia rosata, situata nell'arcipelago di Komodo. 

La nuance è causata da piccoli animali chiamati foraminiferi che producono un pigmento rosso sulla barriera corallina. Alcuni frammenti tingono la sabbia bianca della spiaggia creando così uno spettacolo unico. La pink beach è incastonata tra dolci colline lussureggianti e acque piene di coralli, perfette per nuotare, fare snorkeling e immersioni. L'unico modo per raggiungere la spiaggia rosa però è in barca da Labuan Bajo.

Elbow beach, Bermuda

Elbow beach è una delle spiagge più belle lungo la costa sud delle Bermuda. È una spiaggia rosa situata a pochi km dalla capitale Hamilton, esattamente a Paget Parish, tra l’Elbow Beach Resort e il Coral Beach & Tennis Club. 

Due zone sono riservate ai rispettivi resort mentre la parte centrale è libera. È stata chiamata Elbow beach perché il litorale sembra disegnare una curva a forma di gomito. Ad ogni modo questa spiaggia paradisiaca vi incanterà per la sabbia rosata e le acque turchesi. A quasi 100 metri dalla riva si trovano poi i resti del relitto di Pollock Shields, una nave da guerra si imbatté nelle barriere coralline locali e affondò il 22 agosto 1915. Chi vuole vederla può recarsi sul luogo dello schianto in kayak o in barca accompagnati da una guida.

Crane Beach, Barbados

Crane Beach è considerata una delle spiagge più belle delle Barbados per la sua sabbia rosata, le acque turchesi e la cornice di lussureggianti palme. 

Si trova sulla frastagliata costa orientale dell'isola. Il nome Crane, che significa "gru", deriva dai tempi passati, quando la spiaggia era un porto e una grande gru veniva utilizzata per caricare e scaricare le merci delle navi. Sulla scogliera che sovrasta la spiaggia si trova il lussuoso The Crane Resort & Residences, l'hotel più antico dei Caraibi, frequentato soprattutto da coppie in luna di miele. 

Foto: © christhompsonph/Shutterstocj

Pink Sand Beach, Barbuda, Caraibi 

Situata a 40 km a nord di Antigua, nei Caraibi nord-orientali, Barbuda è un’isola incantevole che conquista per le sue infinite spiagge di sabbia rosa e acque turchesi. Tra le più famose dell’isola c’è Barbuda Pink Sand Beach, una spiaggia incontaminata dalle acque cristalline dove fare snorkeling sulla barriera corallina. 

Si trova nella parte ovest dell'isola, 6 km a sud della capitale Codrington, e può essere raggiunta solo con minicar, auto elettriche, in bici o via mare. Ma anche la 17 mile beach è un paradiso caraibico di sabbia rosata e acque turchesi. Altrimenti andate in cerca delle altre spiagge rosa di Barbuda che affascina per i panorami da sogno, l’atmosfera coloniale e le antiche piantagioni di canna da zucchero abbandonate.

Spiaggia rosa, isola di Santa Cruz, Filippine

Sull'Isola di Santa Cruz, nelle Filippine, si trova una spiaggia rosa talmente bella da sembrare finta. Il caratteristico colore rosa in realtà è dovuto principalmente all’erosione dei coralli rossi. La spiaggia però si trova in un’area protetta quindi è raggiungibile con escursioni guidate e non è possibile sostare oltre un certo orario. 

A soli 15 minuti dalla città di Zamboanga troverete quella che è considerata una delle spiagge più belle del mondo.

Pfeiffer Beach, California

Le spiagge sulla costa oceanica del Pacifico meritano il viaggio, più che per la vita balneare, per i paesaggi incantevoli che offrono. Una di queste è la Pfeiffer Beach, lungo la famosa costa di Big Sur, in California

La sua sabbia ha un colore viola-rosato grazie al granato di manganese che proviene dalle colline circostanti. Le suggestive conformazioni rocciose su cui si infrangono potenti e fragorose onde e l’imponente arco di roccia Keyhole Arch creano poi degli spettacoli mozzafiato soprattutto al tramonto.

Tikehau, Tahiti

A Tikehau le spiagge di sabbia bianca e rosa circondano una splendida laguna ovale di colore smeraldo. A 55 minuti di volo dalla frenesia di Papeete, la capitale di Tahiti, il grazioso atollo di Tikehau incanta con spiagge da cartolina dove vedrete resti corallini, lambite da piscine naturali dove passare ore in acqua. 

L’atollo è abitato solo da 500 tahitiani, generazioni di pescatori la cui vita ruota intorno al mare. Una pausa di pace e serenità. 

Autore: Francesca Ferri

Scopri