News Low Cost

Settimana del Pianeta Terra 2022, i soggiorni spettacolari su Arbnb (consigliati dai geologi)

Settimana del Pianeta Terra 2022: i soggiorni spettacolari su Airbnb (consigliati dai geologi)

Dal 2 al 9 ottobre 2022, torna l’appuntamento con la decima edizione della Settimana del Pianeta Terra, il Festival scientifico che ha come obiettivo quello di diffondere la cultura geologica, ambientale e naturalistica. Sono quasi 100 i Geoeventi organizzati in tutta Italia per scoprire non solo il territorio, ma anche il ruolo delle geoscienze e della ricerca per lo sviluppo e per la collettività.

Quest’anno, per celebrare a 360 gradi la bellezza del patrimonio geologico, i geologi dell’Associazione hanno curato una selezione di destinazioni presso le quali non solo sarà possibile arricchire le proprie conoscenze, ma anche dormire in un alloggio a tema. Grazie alla collaborazione con Airbnb, potrete dormire in grotte, case organiche e altri alloggi unici.

Ecco la top 10 delle destinazioni consigliate dagli esperti e la wishlist degli alloggi Airbnb.

Settimana del Pianeta Terra 2022, i soggiorni spettacolari su Arbnb (consigliati dai geologi)

  • Cisternino, Tenuta Semeraro
  • Matera, a Casa Linda e Luxury in a Cave
  • Modica, Casa degli Avi Donna Nina
  • Castiglion Fiorentino, La vista dei Medici
  • La Grotta
  • La Grotta a Pitigliano

alloggi_2

Cisternino, Tenuta Semeraro

tenuta-semeraro

A Cisternino si dorme in un trullo realizzato completamente in pietra locale, un calcare di colore chiaro, localmente chiamato Chianca. Non perdete, nelle vicinanze, una visita alle impronte di dinosauro ad Altamura. 

Il sito offre uno spettacolo unico, uno sguardo su un tempo lontanissimo, quando il territorio era molto diverso da adesso: la Puglia era infatti probabilmente un promontorio africano, circondato da acque basse e calde, che ospitava una ricca fauna a dinosauri terrestri.

Matera, a Casa Linda e Luxury in a Cave

casa-linda

A Matera si dorme nei celebri Sassi che rappresentano un’importante e ampia urbanizzazione rupestre: derivano dallo scavo in roccia e dall’edificazione di facciate realizzate con lo stesso materiale roccioso, quindi perfettamente integrate nel paesaggio naturale. 

Il panorama di Matera è dominato da una Gravina, così si chiamano questi canyon lunghi diversi chilometri e percorsi da un torrente. Nella parte superiore della Gravina si notano, in rocce calcaree del Cretaceo, le tracce di antiche spiagge trasformate in arenarie.

Qui trovate le informazioni per visitare il Parco della Murgia Materana. 

Modica, Casa degli Avi Donna Nina

casa-degli-avi

La particolarità di questa casa all’interno di una grotta è la presenza di un’antica cisterna, che consente di apprezzare il percorso dell’acqua nel sottosuolo roccioso attraverso un processo chimico di dissoluzione del calcare: il carsismo, da Carso, territorio dove il fenomeno è particolarmente diffuso.

Nelle immediate vicinanze di Modica merita una visita un luogo che abbina archeologia e geologia: Cava D’Ispica, una vallata fluviale che taglia rocce calcaree formando ampie gole, canyon suggestivi con pareti a strapiombo e paesaggi carsici.

Castiglion Fiorentino, La vista dei Medici

Questa casa ha la particolarità unica di inglobare una grotta. Nei dintorni, in pochi chilometri si raggiunge Rapolano Terme, dove la risalita di acque termali dal sottosuolo profondo ha formato depositi di travertino – tra i più famosi al mondo, insieme a Yellowstone e Tivoli.

Non distante si può inoltre attraversare il paesaggio collinare delle Crete senesi. 

La Grotta a Pastrengo

La posizione all’interno di un vigneto di Bardolino e gli spazi stessi della casa, che ha soffitti a volta da antica cantina, sono lo spunto per scoprire gli stretti legami tra il vino e la geologia. 

Percorrete la Strada Gardesana, sulla sponda veneta oppure lombarda del Lago di Garda: percorrendola da sud a nord si osserva in modo spettacolare l’impronta lasciata dalle grandi glaciazioni: a sud il paesaggio è collinare, morbido e costituito da un anfiteatro morenico sul quale la viticoltura trova condizioni favorevoli anche grazie all’effetto climatico mitigante del lago. 

Sul versante sud delle Alpi, questo anfiteatro formatosi durante il Pleistocene, l’epoca delle grandi glaciazioni, è il più grande e quello che si spinge più a sud. La posizione attuale del Lago di Garda era occupata allora da un gigantesco ghiacciaio spesso oltre mille metri. 

La Grotta a Pitigliano

pitigliano_6

Si trova in una grotta ricavata nel tufo su cui è costruita Pitigliano, detta appunto “La città del tufo”.

Il paesaggio di questa parte meridionale della Toscana è modellato dalla presenza dei tufi, così come la posizione dei paesi; un armonioso e delicato equilibrio tra insediamenti e morfologia naturale. 

Riproduzione riservata