News Low Cost

Sciare in Italia: tutte le regole per andare in pista

Regole per sciare in Italia 2022: cosa sapere su assicurazione obbligatoria, casco e green pass
22-12-2021

La stagione sciistica italiana del 2021/22 è, ancora una volta, soggetta a regole particolari. Dopo lo stop di circa due anni – a causa dell’emergenza sanitaria – finalmente si può tornare in pista ma mantenendo intatte una serie di norme di comportamento che possono aiutare a limitare i rischi.

Quindi, dopo la sospensione della stagione nel febbraio 2020 e la cancellazione di quella tra fine 2020 e inizio 2021, oggi finalmente gli impianti ripartono. Ma in che modo? Ecco quali sono tutte le regole per poter sciare in Italia.

ciaspolate

Green Pass

Per poter salire su cabinovie, skilift, seggiovie, funivie e navette sarà obbligatorio esibire il green pass. Standard o rinforzato, a seconda del periodo che si trascorre sulla neve, il pass che certifica l’avvenuta vaccinazione o un tampone negativo al covid sarà obbligatorio per tutte le persone di età superiore ai 12 anni che intendono utilizzare gli impianti di risalita per accedere alle piste.

La mascherina

Per tutelare la propria sicurezza e anche quella degli altri turisti, sarà obbligatoria per tutti anche la mascherina. 

Ovviamente l’utilizzo di questo dispositivo di sicurezza sarà richiesto per salire sulle cabinovie chiuse e per gli spazi comuni interni agli impianti. In pista sarà obbligatorio avere una mascherina a portata di mano e pronta all’uso ma non è richiesto di indossarla nel corso della discesa.

Divieto di assembramenti e altre regole generali

Oltre alle regole create ad hoc per gli impianti sciistici, sarà necessario anche rispettare le norme di comportamento richieste ormai da quasi due anni in ogni contesto pubblico: evitare gli assembramenti, rispettare le distanze, igienizzarsi le mani. 

Per quanto riguarda l’incentivo a rispettare questo tipo di regole, saranno piazzati nelle zone di sosta e di passaggio nuovi cartelloni e insegne che solleciteranno l’attenzione e inviteranno a mantenere il giusto comportamento. 

Incentivare i pagamenti elettronici e online

Non si tratta di un obbligo o di una regola imposta ai turisti, piuttosto è stata una scelta precisa richiesta ai gestori degli impianti. Per evitare di creare assembramenti o situazioni di sovraffollamento attorno alle biglietterie, infatti, in gran parte degli impianti sciistici italiani sono state istallate delle nuove postazioni di pagamento con pos. 

In questo modo le file scorrono più velocemente, le possibilità di pagare in contemporanea raddoppiano e si limitano anche i contatti personali.

Oltre all’istallazione dei pos sono stati favoriti anche gli acquisti online di biglietti e abbonamenti per gli impianti di risalita da effettuare direttamente sui siti delle strutture.

L’assicurazione e il casco obbligatorio

Con l’approvazione del decreto 40 del 2021 che produce i suoi effetti con l’inizio del nuovo anno, a partire da gennaio 2022 per poter sciare sugli impianti che si trovano sul territorio italiano sarà necessario conoscere e rispettare alcune regole di condotta che non riguardano strettamente l’emergenza sanitaria. 

Il caso sulle piste, ad esempio, sarà obbligatorio per tutti i minori di 18 anni (e non per gli under 14 com’era finora). Sarà inoltre indispensabile possedere un’assicurazione che copra eventuali danni provocati a terzi e anche una polizza che controlli sull’uso di alcol e droghe. Entreranno, anche in vigore regole più ferree sulle precedenze da rispettare in pista.

Riproduzione riservata