News Low Cost

Ottobre al Caldo, dove andare? Le migliori mete per vacanze al mare

Ottobre al Caldo, dove andare? Le migliori mete per sole e mare

Isole tropicali, deserti mediorientali e metropoli californiane sono le mete perfette per volare al caldo in autunno.

Quando l’Italia assiste al foliage, alla natura che si tinge di giallo e rossiccio, ai primi freddi, basta prendere un aereo per godersi ancora il sole, i bagni al mare e gli abiti estivi.

Vi consigliamo 10 mete del mondo da visitare a ottobre

similan

Los Angeles

los-angeles_6

È conosciuta in tutto il mondo per il suo stile di vita glamour, le star del jet set nascoste nelle ville di Beverly Hills, le spiagge dove fare surf.

Los Angeles, sede dell'industria del cinema, vi fa immergere nel magico mondo di pellicole cult, serie tv del momento e amate celebrità. Ma la città degli angeli non è solo questo. Hollywood è solo una parte di questa grande metropoli composta da un mosaico di quartieri diversi.

Quindi scoprite la frenetica Downtown, ammirate i grandi capolavori dell’arte nei numerosi musei e concedetevi una fuga a Malibù o a Santa Monica per un weekend di relax con vista oceano.

Un viaggio non sarà sufficiente per scoprire tutto quello che la metropoli californiana ha da offrire. La città simbolo dell’American dream è un esplosivo laboratorio di tendenze, innovazioni e mode in continuo cambiamento che affascina tutti i viaggiatori e fa venir voglia di tornarci e tornarci ancora.

Inoltre la città simbolo dell’American dream è una meta perfetta per l’autunno, quando le temperature di giorno restano sopra i 20 gradi.

Giordania

giordania_3

Il Regno Hashemita di Giordania, che un tempo affascinava gli antichi viaggiatori, continua ad incantare i visitatori di oggi con il suo eclettico mix di modernità e tradizione.

Dall’incanto di Petra al vivace centro urbano di Amman, dal Wadi Rum al Mar Morto, fino alle maestose rovine di antiche civiltà, la Giordania offre panorami mozzafiato e meraviglie che rimarranno impresse nella memoria.

Isola felice del Medio Oriente, la Giordania è diventata una meta turistica di prim’ordine. Che siate alla ricerca di un'autentica esperienza da backpacker o del comfort di hotel a 5 stelle, il Regno Hashemita saprà stupirvi.

La sola visita a Petra vale il viaggio in Giordania. Merita poi una visita Amman, la città bianca, come viene chiamata la capitale della Giordania per i colore chiarissimi della pietra locale, ma anche la cittadella di al-Karak, un tempo parte del Regno di Gerusalemme e Qusayr Amra, l’affascinante palazzo del VII secolo, patrimonio Unesco, nel deserto orientale della Giordania.

Da non perdere il deserto del Wadi Rum e il Mar Morto. Il periodo migliore per visitare la Giordania è quello compreso tra aprile e maggio e tra settembre e ottobre.

Oman

oman

Una vivace capitale, montagne che ricordano la superficie di Marte, deserti modellati dal vento e spiagge quasi deserte.

L’Oman è il Paese ideale da scoprire in un viaggio on the road nel periodo che va da ottobre a fine aprile, quando le temperature si aggirano intorno ai 25°C - 30°C.

Per la sua posizione all’estremità sud-orientale della Penisola Arabica, l’Oman nel corso dei secoli ha rivestito un ruolo strategico lungo la Via della Seta e la Via delle Spezie.

Porta d'ingresso per le navi che attraversavano lo Stretto di Hormuz, l'Oceano Indiano e il Mar Arabico, il Paese ha una lunga storia nella navigazione, nel commercio e nella pesca delle perle. Partite dalla capitale Muscat, antica città portuale caratterizzata da edifici dalla candida facciata che riflettono l’influenza dell’architettura tradizionale islamica.

Per un tuffo nella storia visitate forti e castelli come Bahla, Nizwa, Nakhal e Rustaq oppure il Bahrain Fort, ideale per un’escursione in giornata.

Quindi partite alla volta delle montagne, tra cui i Monti Hajar occidentali, dove poter ammirare paesaggi spettacolari come lo Jebel Shams (la vetta più alta dell’Oman, con i suoi 3075 metri).

Poi inoltratevi nel deserto delle Sharqiya Sands che copre circa 12.500 kmq dell’Oman orientale: una distesa di dune di sabbia dal colore del rame che si estende a perdita d’occhio.

La straordinaria ricchezza di bellezze naturali fa dell’Oman la meta ideale per chi vuole scoprire un mondo arabo autentico.

Mauritius

mauritius-immagini

Un paradiso di spiagge bianche, mare turchese e natura incontaminata.

L’isola di Mauritius fa parte dell’arcipelago delle isole Mascarene e sorge a circa 1.100 km dal Madagascar, in pieno oceano Indiano. Le sue lunghe spiagge di finissima sabbia e acque color zaffiro vi faranno vivere un sogno.

Chi non si accontenta di rimanere a contemplare la linea dell’orizzonte, invece, può esplorare l’entroterra dell’isola tra scalate sui monti, escursioni tra boschi, giardini botanici e case coloniali o immersioni in fantastici mondi sottomarini, snorkeling e gite in barca tra incantevoli isolette.

Anche se avete deciso di trascorrere la vacanza in uno dei tanti resort di lusso, riservatevi dei giorni di avventura alla scoperta delle meraviglie dell’isola. Il periodo migliore per visitare Mauritius è quello compreso tra aprile e giugno e tra settembre e dicembre.

Isole Canarie

spiagge-canarie

Le isole Canarie sono la meta perfetta per fuggire al caldo ad ottobre quando la temperatura media si aggira sui 23°C.

Il clima perfetto per esplorare le isole e godersi le spiagge. Dovete solo scegliere l’isola che fa per voi.

Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura, Lanzarote, La Palma, El Hierro e La Gomera sono paradisi naturali che conquistano i viaggiatori per gli splendidi paesaggi, le spiagge incontaminate, la natura selvaggia e il clima mite tutto l’anno.

Tenerife è la più turistica delle sette isole ed è quella più indicata per una vacanza confortevole. Fuerteventura vi incanterà con le sue dune sabbiose e Lanzarote con le sue spiagge vulcaniche di sabbia nera. A nord di Lanzarote non perdete la minuscola isola di La Graciosa da visitare in giornata. Per una vacanza completa scegliete Gran Canaria.

I più avventurosi potrebbero esplorare La Gomera, La Palma ed El Hierro. Le isole permettono, inoltre, di dedicarsi a qualsiasi tipo di sport, dal parapendio al trekking e alle immersioni.

Fuerteventura e Lanzarote in particolare poi sono il paradiso dei surfisti. I più esperti vanno a El Quemao (La Santa) e a San Juan (Caleta de Famara) nella zona nord-occidentale di Lanzarote, oppure a Los Lobos a Fuerteventura. I kitesurfer e windsurfer hanno l’imbarazzo della scelta.

Isole Similan, Thailandia

similan_1

Le 11 isole Similan compongono un arcipelago della Thailandia dichiarato parco nazionale.

Le isole sono accessibili solo per sette mesi all’anno, dal 15 ottobre al 15 maggio, al fine di preservare il parco ma anche perché il clima negli altri periodi non è ideale.

Durante la stagione secca che va da ottobre a maggio, invece, le piogge sono rare e le acque diventano più limpide del solito: la visibilità arriva infatti a 25-40 metri.

È quindi il periodo perfetto per fare snorkeling e immersioni nel mondo sottomarino dove esplorare il magnifico regno dei coralli.

Le isole Similan, inoltre, ospitano numerose tartarughe di mare che tra novembre e febbraio depongono le uova.

Per questo motivo è possibile accedere solo a sei isole del parco Mu Ko Similan. Chi invece vuole semplicemente rilassarsi al sole avrà a disposizione ampie spiagge bianche, immerse nella lussureggiante vegetazione tropicale.

Ma quello che rende davvero caratteristico il paesaggio di queste isole sono i giganteschi massi, levigati nei secoli dal mare e dal vento, che creano suggestive grotte da esplorare.

Le Similan inoltre sono facilmente raggiungibili da Phuket, Khao Lak o Phang Nga con escursioni di un giorno o barche che vi lasciano lì per tutto il tempo che desiderate.

Micronesia

palau_3

600 isole nell’oceano Pacifico occidentale, la Micronesia è una delle macroregioni dell’Oceania che incanta per spiagge bianchissime lambite da acque calme e cristalline, foreste incontaminate che custodiscono ecosistemi unici al mondo e fondali dove le barriere coralline creano meravigliosi scenari. Yap, Chuuk, Pohnpei e Kosrae sono nomi di isole per molti sconosciute, perfette per una vacanza da sogno.

Sono le mete ideali non solo per chi cerca spiagge tropicali da cartolina ma anche per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. Esplorare il mondo sottomarino è un’esperienza da non perdere ovunque in Micronesia.

L’arcipelago di Palau poi è sicuramente quello più ricco di attrazioni: si può visitare Koror, ex capitale del Paese, il Belau National Museum, il più antico museo dell'intera Micronesia, o esplorare le Rock Islands, isole incontaminate, patrimonio Unesco, e conosciute per le loro spiagge favolose, le lagune cristalline o scenari come il Lago delle Meduse.

Si può andare in Micronesia in ogni periodo dell’anno, ma sono particolarmente consigliati i mesi che vanno da ottobre ad aprile, soprattutto nell'arcipelago di Palau, se volete giornate soleggiate, temperature che si mantengono intorno ai 30°C e un tasso di umidità ridotto.

Sharm el-Sheikh, Egitto

sharm-el-sheik

Una fuga al caldo a poche ore dall’Italia avvolta dai primi freddi. Sharm el-Sheikh è una delle mete d’Egitto più amate dai turisti in cerca di mare, divertimento, ma anche storia, natura e cultura.

Situata su un suggestivo tratto di costa della Penisola del Sinai, Sharm el-Sheikh offre bellissime spiagge sul mar Rosso, rigogliosi palmeti ma soprattutto un reef incantevole.

La barriera corallina di Sharm el-Sheikh richiama viaggiatori da ogni dove, attratti dalla bellezza variopinta del suo mondo sottomarino.

E non bisogna essere sub professionisti, basta una maschera e un boccaglio per scoprire questo eden nascosto nel grande blu.

Tra resort di lusso sul mare, passeggiate tra le bancarelle dell’Old Market, escursioni nel parco di Ras Mohamed, rinomato per il birdwatching, e notti nel deserto del Sinai, Sharm el-Sheikh è la località ideale per una vacanza completa a poche ore da casa. Il periodo migliore per andarci è quello compreso tra marzo e novembre, con l’eccezione di luglio e agosto.

Seychelles 

seychelles

Un arcipelago di 115 isole nel cuore dell'oceano Indiano a 10 ore di volo dall’Italia. Di origine granitica o corallina, le Seychelles sono il paradiso dei sub.

Quasi tutte le isole hanno baie idilliache e spiagge da sogno, di sabbia bianchissima, circondate da palme e rocce levigate dalle varie tonalità che creano degli scenari meravigliosi.

Circa il 50% delle Seychelles è protetto da riserve naturali, dove poter vedere tartarughe, innumerevoli pesci colorati e uccelli che non hanno paura della presenza umana.

Ogni isola merita di essere visitata, ma la maggior parte dei viaggiatori vede solo una piccola parte del vasto arcipelago.

Un viaggio a Mahé, Praslin o La Digue può darvi un’idea delle Seychelles, ma ci sono molti altri posti meno conosciuti da scoprire come Bird, Frégate, Poivre, Denis, Thérèse o Alphonse. Il clima alle Seychelles è caldo tutto l’anno, con temperature costanti che oscillano tra i 25°C e i 30°C, ma il periodo migliore è quello che va da marzo a maggio o da ottobre a novembre.

Bali, Indonesia 

cosa-vedere-a-bali

Bali è una delle isole più piccole dell'arcipelago indonesiano ma anche una delle più famose. "L'isola degli dei" emana un fascino e una bellezza magnetici.

È un paradiso per surfisti e viaggiatori in cerca di splendide spiagge, resort sul mare e siti di immersione.

Tra le spiagge più belle e famose consigliamo Bingin, Balangan, Dreamland e Pandawa. Ma Bali non è solo vita da spiaggia. Esplorate gli incantevoli paesaggi dell’isola, dai rilievi vulcanici coperti di foreste, alle colline tappezzate di risaie.

Bali ospita inoltre uno dei luoghi religiosi più importanti di tutto l'arcipelago, il tempio di Uluwatu. Ogni tempio in Indonesia, e a Bali ce ne sono più di 20.000, ha le sue festività e ricorrenze, e vengono tutte festeggiate dagli abitanti dell'isola.

Cercate di assistere quindi a una delle tante cerimonie religiose che si susseguono durante l'anno balinese, che dura 210 giorni. Dal punto di vista climatico, il momento migliore per andarci è la stagione secca, compresa tra aprile e ottobre.

Riproduzione riservata