News Low Cost

10 bellissime mete per vacanze nella natura

Vacanze nella natura
11-06-2024

La “vacanza” evoca in ognuno la voglia di scoprire nuovi luoghi, di immergersi in posti fiabeschi, voglia di relax o di lunghe passeggiate, sport o bagni di sole e mare.

L’Europa tutta, con le sue tante bellezze naturali, con la sua varietà di paesaggi, tra pianure, montagne, colline, laghi e vulcani, isole e spiagge, rappresenta un vero e proprio scrigno prezioso per soddisfare i desideri di ognuno e far si che ogni sogno diventi realtà.

Vediamo quali mete raggiungere per un naturalistico viaggio nel vecchio continente.

Le Marmitte dei giganti- Marche (Italia)

Marmitte dei Giganti
Marmitte dei Giganti

Nelle Marche, alle porte Fossombrone (Pesaro), si trovano le Marmitte dei Giganti, un piccolo ma spettacolare canyon con cavità tondeggianti di varia grandezza che somigliano a dei pentoloni (da qui il nome del canyon: una leggenda narra che le marmitte erano dei grandi pentoloni in cui i giganti cuocevano la selvaggina di cui si cibavano).

Le Marmitte sono state modellate nei secoli dalle correnti del fiume Metauro, dalla forza delle acque e delle cascate che trasportavano ciottoli e detriti.

Oggi il fiume scorre lento tra due argini calcarei naturali che raggiungono i 30 metri di altezza. Questa meraviglia della natura può essere ammirata dal ponte dei Saltelli o, per i più avventurosi, seguendo un sentiero che arriva giù, nelle gole.

Da qui si percorre il fiume in canoa e in estate è possibile bagnarsi nelle fresche acque del fiume. A Fossombrone è anche possibile vedere il Ponte della Concordia, noto come il più bello delle Marche, fare escursioni a piedi nel Monte delle Cesene o pedalare fino alla gola del Furlo.

Il Parco Nazionale della Val Grande – Piemonte (Italia)

Val Grande
Val Grande

Il Parco della Val Grande è un’area protetta dal 1992 e racchiusa nei confini della provincia del Verbanio-Cusio e Ossola.

Tutelato da maestose montagne e accessibile solo attraverso valichi pedonali, nel Parco la natura rigogliosa e selvaggia e la fauna regnano sovrane e incontaminate.

Tra i boschi di faggio, abete rosso e larice vivono cervi, caprioli, tassi e volpi e lungo i sentieri si possono ammirare anche molte varietà di orchidee.

Gli amanti del trekking possono servirsi di numerosi sentieri tracciati che attraversano boschi e vallate, vi sono anche percorsi stabiliti per gli amanti della bicicletta.

L’ente parco è costituito da bel 16 comuni con bellissimi borghi da visitare tra cui Mergozzo con il suo lago, Santa Maria Maggiore dove si trova il Museo dello spazzacamino, Trontano con le sue estese vigne, Malesco (bandiera arancione nel 2007) e le sue bellissime chiese tra cui la Chiesa del Gabbio del XVIII secolo, come ex voto dopo la peste del 1513.  

Le Alpi francesi

Saint Veran
Saint Veran

Se si ama la natura, le Alpi francesi sono una destinazione da non perdere e non solo in inverno. Tra montagne, laghi, cascate e foreste, si snodano svariati sentieri con numerosi percorsi per fare trekking o piacevoli escursioni a piedi o in bicicletta.

I fianchi delle maestose montagne sono costellati da piccoli borghi che conservano il sapore antico dei paesi montani con le loro costruzioni in pietra e i tetti spioventi.

Da visitare in questa zona ci sono diversi paesini. Saint Veran (nel Parco Naturale Regionale del Queyras) ad esempio detiene il primato del paese più alto d’Europa e ha un osservatorio astronomico a quasi 3000 metri di altezza.

La Grave un borgo che collega Grenoble con Briancon con un bellissimo centro storico seicentesco. Morzine, di origine medioevale, rinomata meta sciistica, in estate offre la possibilità di molte attività da fare all’aperto: escursioni a piedi o in bici, paracadutismo, parapendio o rafting nelle acque del fiume Dranse.

San Martin a pochi chilometri dal confine italiano offre paesaggi spettacolari alla vista. Da visitare c’è anche la Casse Déserte, un’area protetta dove poter vedere da vicino la flora e la fauna alpina.

Valle di Wachau – Vienna (Austria)

Valle di Wachau
Valle di Wachau

Dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2000, ma non ancora presa d’assalto dal turismo di massa, la valle di Wachau si trova vicino a Vienna.

Questo è il luogo ideale per chi ama una vacanza dinamica. Tra rocce, vigneti, incantevoli e pittoreschi villaggi, in questa valle si snodano sentieri tracciati che offrono mille opportunità di escursioni, passeggiate in bicicletta e piccoli tour fluviali lungo il Danubio.

Oltre ai vini pregiati, la valle è conosciuta per la produzione delle albicocche, riconosciute dal 1996 con marchio protetto di denominazione controllata.

Laghi di Plitvice – (Croazia)

Plitvice
Laghi di Plitvice

Per gli amanti della natura non può mancare, almeno una volta nella vita, un viaggio nel Parco nazionale dei laghi di Plitvice, situato nella regione montuosa di Lika nella Croazia centrale.

Il Parco, stato dichiarato Patrimonio dell’UNESCO dal 1979, è composto da 16 laghi collegati tra loro da una serie di cascate (se ne contano 90 in totale) e comprende anche l’area delle sorgenti del fiume Korana. È immerso in area boschiva dove vivono oltre 160 specie di uccelli, 50 mammiferi e 300 lepidotteri.

All’interno vivono anche l’orso bruno, il lupo e il capriolo. Vicino ai laghi, si può visitare Rastoke, un piccolo villaggio fiabesco che sorge tra cascate, ruscelli, ponti e mulini. Le abitazioni sfiorano l’acqua e si affacciano su meraviglioso laghetti e specchi d’acqua che rendono unico questo posto.

Prenotando, si può anche passare la notte in un mulino e gustare le specialità del posto nei piccoli ristoranti del villaggio. Chi ha voglia di mare, può, a soli pochi chilometri dai laghi, recarsi a Senj, una bellissima città con uno splendido lungomare.

Ad una quarantina di minuti dai laghi, a Kuterevo, si può visitare il “Rifugio degli orsi”, una riserva libera che ospita orsi che non possono più vivere in cattività.

La Foresta nera – (Germania)

Foresta Nera: cosa fare e vedere. Mappe e itinerari
Foresta Nera

Assolutamente da non perdere, per gli amanti della natura, è un viaggio nella Foresta nera tedesca. Situata nella zona sud ovest della Germania, la Foresta nera confina con Francia e Svizzera e si estende su di un territorio di oltre 150 chilometri.

La Foresta nera viene spesso identificata con i luoghi fiabeschi dei fratelli Grimm nei racconti di Hansel e Gretel e della Bella addormentata.

Inserita nella lista delle stette meraviglie naturali d’Europa, tutta la zona presenta paesaggi mozzafiato, antichi castelli e villaggi pittoreschi con tipiche costruzioni a graticcio, terme e sentieri escursionistici.

Da visitare, lungo il percorso, ci sono il castello di Hohenbaden, le cascate di Triberg e il monastero di Maulbronn. La città di Baden-Baden – centro termale che conta ben 12 sorgenti di acqua – è perfetta per trascorrere in completo relax una piacevole giornata o passeggiare nei suoi bellissimi ed eleganti giardini.

Cotswolds  – (Inghilterra)

Cotswolds
Cotswolds

La Cotswolds è una vasta area collinare dell’Inghilterra che si trova tra Oxford e Bath e contiene cinque contee.

Su queste dolci colline gli amanti della natura possono immergersi in un’atmosfera da sogno, dove il tempo sembra essersi  fermato, tra il lussureggiante verde delle colline e i piccoli villaggi inglesi.

Quest’area è occupata dai più bei giardini dell’Inghilterra, tra cui quelli di Highgrove House della residenza estiva di Re Carlo, i giardini terrazzati di Owlpen Manor considerati i più belli dell’Inghilterra e il Queen’s Garden in onore delle quattro regine che hanno abitato questo luogo.

Le cinque contee sono costellati da villaggi tipici che sono veri e propri gioielli tra i quali: Bibury (soprannominato da William Moris “ il più bel villaggio dell’Inghilterra”), Castle Combe dove si trova il più antico orologio inglese, Cheltenham con i suoi centri termali dove rilassarsi e Painswick che offre tra l’altro uno spettacolare panorama sulla campagna inglese.

Tutti questi villaggi hanno case e cottage tipici con tetti spioventi e porte ad arco che si trovano tra viuzze piene di negozietti tipici e piccoli ristoranti.

Isola di Skye – (Scozia)

Isola di Skye
Skye

L’isola di Skye è una delle più famose isole scozzesi: collegata alla terraferma da un ponte, è conosciuta altresì per i meravigliosi paesaggi naturali ancora incontaminati.

La capitale dell’isola è Portree, un moderno centro turistico con case colorate, dove non manca nulla. È la natura, però, la grande protagonista dell’isola.

Sul punto più alto dell’isola si trova una lingua di terra che entra prepotentemente nelle acque del mare dando vita ad uno spettacolo meraviglioso.

Alla punta estrema del promontorio è situato invece il faro più grande dell’isola. Uno dei sentieri più conosciuti per fare trekking è il Quairaing, un sentiero circolare tra il verde della vegetazione e magnifici panorami.

L’area più bella dell’isola è il Fairy Glen (la Valle delle Fate), una vallata di prati costellata da piccoli laghi con un’unica roccia basalitica da cui si gode un panorama fiabesco. Da visitare assolutamente il Castello di Dunvegan ed i suoi bellissimi giardini.

Cefalonia – (Grecia)

Spiagge Cefalonia
Cefalonia

L’isola di Cefalonia, connubio di montagne e scogliere, fiumi sotterranei e grotte, spiagge e sentieri, rappresenta una delle mete più belle per una vacanza tutta “natura”.

Come tutte le isole greche, Cefalonia vanta lunghe spiagge con panorami mozzafiato e acque turchesi e limpide. Soprattutto su quest’isola che si affaccia direttamente sulla meravigliosa Itaca, oltre a piccoli e pittoreschi borghi, anche la natura regna sovrana.

Tra i bellissimi posti da visitare c’è il borgo di Assos, immerso nella macchia mediterranea, che conserva i resti di un’antica fortezza.

Ma anche Fiskardo, per gli appassionati di trekking, da cui partono tre sentieri: la Strada dei Cipressi, il Percorso della Batteria e la Strada del Faro, che attraversano i bellissimi paesaggi collinari dell’isola.

Chi arriva a Cefalonia non può evitare una visita al lago sotterraneo nella Grotta dei Melissani sulla spiaggia di Myrtos, considerata una delle più belle della Grecia, e alla Grotta dei Drogatari che ha oltre 100 milioni di anni con le sue stalattiti e stalagmiti.

La montagna del Rila  – Bulgaria

Monastero di Rila
Monastero Rila

Il monte Rila è il miglior luogo del turismo alpino della Bulgaria. Queste meravigliose vette fanno corona a sette laghi, raggiungibili anche in funivia dal villaggio turistico Panichishte che si trovano su un terreno terrazzato e sono comunicanti tra loro con ruscelli e cascate.

L’ultimo raccoglie le acque provenienti da tutti gli altri e forma la sorgente del fiume Dzherman. Dal lago più in alto, il Salzata a 2500 metri, si gode una spettacolare vista su tutti gli altri e sulle vallate sottostanti.

Tra i monti è possibile ammirare il maestoso Monastero di Rila risalente al X secolo (dichiarato patrimonio dell’umanità dell’UNESCO) e i suoi meravigliosi giardini.

Da vedere, poco fuori la città di Sofia, c’è il complesso del Monastero di Dragalevtsi con la chiesa di San Nicola, famoso per i ricchi affreschi e la meravigliosa architettura.

Riproduzione riservata