News Low Cost

Dove andare a Febbraio?

Dove andare a Febbraio? Le migliori mete per viaggiare

Si può fermare il tempo e far finta che sia ancora Natale nelle città più affascinanti d’inverno come Bruges, o proiettarsi già nella primavera tra le strade assolate di Barcellona e di Catania. 

Sciare sulle Dolomiti oppure oziare in costume da bagno sulle spiagge delle Canarie. Si può festeggiare San Valentino a Verona sulle tracce di Romeo e Giulietta o sfilare mascherati per il carnevale tra canali e calli di Venezia. Febbraio è il mese in cui l’inverno inizia ad addolcirsi e la vita si fa più gioiosa. 

Ecco qualche idea per un viaggio a febbraio

Dove andare a Febbraio?

  • Val Gardena, Italia
  • Zermatt, Svizzera
  • Barcellona, Spagna
  • Catania, Italia
  • Isole Canarie, Spagna 
  • Venezia, Italia
  • Lisbona, Portogallo  
  • Verona, Italia 
  • Mont Saint-Michel, Francia
  • Bruges, Belgio 

barcellona-cattedrale

Val Gardena, Italia

Per chi non ne ha mai abbastanza dello sci o ancora non si è concesso la settimana bianca dell’anno, la Val Gardena rimane una delle mete più amate. La meravigliosa valle alpina nel cuore delle Dolomiti, situata in Alto Adige, è rinomata come paradiso degli sport invernali. Vanta, infatti, 500 km di piste uniche, moderni impianti di risalita, 30 km di sentieri per escursioni e 115 km per lo sci di fondo. 

Grazie al collegamento con Dolomiti Superski, il più grande carosello sciistico al mondo, la Sellaronda e la vicina Alpe di Siusi, la Val Gardena è quindi un eldorado per gli sport invernali. Dominata dai gruppi montuosi di Rasciesa, delle Odle e del Puez, la valle è protetta da vere e proprie sculture di rocce. Potrete soggiornare a Ortisei, conosciuta per l’arte dell’intaglio del legno e considerato il paesino più bello delle Dolomiti, a Santa Cristina, il paese baciato dal sole ai piedi del Sassolungo, o a Selva di Val Gardena, il paese più alto della Val Gardena che si trova sotto il massiccio del Sella. Chi non scia può esplorare i dintorni di Ortisei, dove visitare la chiesa di San Giacomo, la più antica della valle, e i numerosi castelli come il Castel Gardena, i ruderi del Castello di Wolkenstein e del Castello medievale di Stetteneck, testimoni dei primi insediamenti della zona. Se amate trekking, passeggiate e ciaspolate, parecchi sono i sentieri che vi porteranno a scoprire paesaggi mozzafiato. Numerosi poi sono i suoi laghi, in maggior parte sopra i 2000 metri, come il lech dl Dragon sulla cengia del Sella, il lago Crespëina nel Puez, i laghi lech Sant, lech sa Iman, lech da Rijeda ed il lech dla Scaies sull’alpe Mastlè. 

val-gardena

Zermatt, Svizzera

Se siete già stati a Saint Moritz o non volete una meta sciistica così blasonata, andate a scoprire Zermatt. Un incantevole villaggio alpino ai piedi del monte Cervino, completamente pedonale e vietato alle auto. Zermatt è la stazione sciistica più conosciuta del Valais e una delle più rinomate località di villeggiatura della Svizzera, raggiungibile soltanto in treno. Una volta arrivati, troverete ad attendervi la mini-car elettrica del vostro hotel. Nel centro di Zermatt potrete passeggiare tra eleganti boutique e ristoranti dove degustare le specialità locali. 

Ma Zermatt è soprattutto un paradiso per gli sciatori che potranno salire fino al ghiacciaio del Plateau Rosa, a quasi 3900 metri di altitudine, da dove è possibile scendere a valle sciando fino a Zermatt oppure deviare sul lato italiano del Cervino, nelle località valdostane di Breuil-Cervinia e Valtournanche. La regione del “Matterhorn glacier paradise” ha un comprensorio sciistico che conta 54 impianti di risalita e 360 chilometri di piste, nonché il comprensorio sciistico estivo più esteso e più alto d’Europa. Numerose nazionali di sci si allenano qui d’estate. La regione è inoltre amata dagli alpinisti: a Zermatt termina la Haute Route, un percorso alpinistico che copre una distanza di 180 km a partire da Chamonix al cospetto del Monte Bianco. 

Barcellona, Spagna

Un weekend a Barcellona per godersi l’inverno mite della Spagna. Il capoluogo della Catalogna è un’incantevole città sul mare dove l’impronta visionaria di Gaudí si fonde con le rovine romane e il fascino dell’architettura gotica. È la città dove immergersi nel mondo onirico del maestro del Modernismo, scoprire i luoghi che hanno ispirato artisti catalani come Salvador Dalí, Pablo Picasso e Joan Miró, godersi il sole iberico sulle spiagge della Barceloneta e iniziare la serata con una copa de vino tinto, davanti a uno spettacolo di flamenco. 

Catania, Italia

Dal 3 al 5 febbraio Catania festeggia Sant’Agata, la patrona della città, con una festa che intreccia fede e folclore, tra le più belle della Sicilia. La sfilata delle Candelore, i candelabri barocchi in legno portati dai fedeli, e la processione della Vara, il carro che porta il busto d’argento della patrona, sono alcuni dei momenti principali della festa. Un buon motivo per andare a Catania a febbraio. Prendetevi qualche giorno poi per scoprire lo scrigno di palazzi barocchi e suggestive chiese di questa splendida città adagiata in una valle di agrumi con vista sullo Ionio. Il clima già mite vi farà passeggiare piacevolmente tra meraviglie architettoniche e vivaci mercati popolari davanti al mare cristallino e alla bellezza dell’Etna. 

catania_1

Isole Canarie, Spagna 

Le Isole Canarie sono un grande arcipelago di sette isole maggiori e altre isole minori, tutte di origine vulcanica, situate nell’oceano Atlantico, ideali per chi cerca il mare d’inverno in Europa. Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura, Lanzarote, La Palma, El Hierro e La Gomera sono paradisi naturali che conquistano i viaggiatori per gli splendidi paesaggi, le spiagge incontaminate, la natura selvaggia e il clima mite tutto l’anno. E anche se non si riesce a fare il bagno d’inverno (la temperatura dell’acqua è di circa 19 °C) ci si può godere i meravigliosi panorami. Tenerife è la più turistica delle sette isole ed è quella più indicata per una vacanza confortevole. 

LEGGI ANCHE: TUTTI I PONTI 2022

Fuerteventura vi incanterà con le sue dune sabbiose e Lanzarote con le sue spiagge vulcaniche di sabbia nera. A nord di Lanzarote non perdete la minuscola isola di La Graciosa da visitare in giornata. Per una vacanza completa scegliete Gran Canaria. I più avventurosi potrebbero esplorare La Gomera, La Palma ed El Hierro. Le Canarie, inoltre, sono state profondamente trasformate dal turismo di massa, ma ancora rimangono piccoli villaggi di pescatori, paesini dalle case bianche e luoghi selvaggi dove regna maestosa la natura. Le isole permettono, inoltre, di dedicarsi a qualsiasi tipo di sport, dal parapendio al trekking e alle immersioni. Fuerteventura e Lanzarote in particolare poi sono il paradiso dei surfisti. I più esperti vanno a El Quemao (La Santa) e a San Juan (Caleta de Famara) nella zona nord-occidentale di Lanzarote, oppure a Los Lobos a Fuerteventura. I kitesurfer e windsurfer hanno l’imbarazzo della scelta. Infine, febbraio è il mese del carnevale festeggiato molto anche alle Canarie. Tra le varie isole andate a Las Palmas per il suo carnevale con il Gala della Regina ma anche per la festa del mandorlo in fiore di Puntagorda. 

isola-delle-canarie

Venezia, Italia

Passeggiare mascherati per la città di Venezia durante il carnevale è un’esperienza magica. Turisti di tutto il mondo arrivano per ammirare l’eleganza e la perfezione delle maschere che sfilano a tutte le ore del giorno tra canali e calli di Venezia. 

Qui la maschera è una tradizione antica. I mascareri erano i primi fabbricatori ufficiali di maschere all’epoca della Serenissima fin dal 1436. Le antiche maschere erano fatte di cartapesta ma oggi se ne trovano di ogni sorta. Passeggiando per Venezia vedrete le famose maschere veneziane, rese celebri dalla Commedia dell’Arte, ma anche moderni ed eccentrici costumi. Si vive quindi un’atmosfera più surreale del solito a Venezia durante il carnevale, quando potreste trovarvi a camminare accanto a dame dai preziosi strascichi, dogi dai lunghi mantelli, porporati, mercanti e cortigiane. Unitevi alla compagnia.  

palazzo-ducale-venezia

Lisbona, Portogallo 

Un’altra città in cui andare a festeggiare il carnevale è chiaramente Lisbona. È stato proprio il Portogallo a esportare questa festa gioiosa nelle sue colonie, tra cui il Brasile. Il carnevale è ancora una delle feste più caratteristiche del Portogallo ed è celebrato in tutto il Paese. A Lisbona per esempio è festeggiato per tutto il mese di febbraio. La città si anima di maschere coloratissime, musiche e luci. Poi mostre, concerti, feste anche all’aperto si susseguono in questi giorni e fiumi di gente si riversano nelle strade cittadine per festeggiare, ballare e assaggiare le specialità gastronomiche e i dolci tipici del carnevale. Non perdete poi la tradizionale festa dell’Entrudo al Parco delle Nazioni l’ultimo giorno di carnevale: assisterete a una sfilata di carri in compagnia di migliaia di persone in maschera che attendono l’Enterro do Carnaval, ossia la sepoltura del Carnevale. In questa atmosfera di festa Lisbona vi sembrerà tutt’altro che decadente e nostalgica come può sembrare al primo impatto. Tra ricchezze coloniali, architetture barocche, palazzi art nouveau e miradouro scoprirete il fascino di questa capitale europea affacciata sull’oceano Atlantico. I più romantici, invece, possono riservare la crociera al tramonto sul Tago per San Valentino. 

Verona, Italia

Nel weekend di San Valentino Verona può essere un’ottima scelta per chi vuole partire sulle tracce di Romeo e Giulietta. Il tour che ripercorre i luoghi emblematici della tragedia di Shakespeare parte dalla casa di Giulietta con il famoso balcone e la statua portafortuna nel cortile. Si prosegue poi alla casa di Romeo, si passa da corso Cavour dove ebbe luogo il duello tra Romeo e Tebaldo, quindi si arriva alle arche scaligere, dove Giulietta avrebbe iniziato a pensare di inscenare la sua morte. Infine il tour si conclude al monastero di San Francesco al Corso dove si trova la tomba di Giulietta. Oltre al romanticismo, Verona è una città elegante dalla vita culturale intensa. D’estate la meravigliosa arena di Verona, risalente al I secolo, accoglie visitatori da tutto il mondo per l’annuale festival dell’opera. D’inverno vale la pena andarci per esplorare il suo antico centro, scoprire le innumerevoli chiese, i capolavori della storia dell’arte, gli affascinanti ponti sull’Adige e assaggiare le specialità enogastronomiche venete. Tutto questo a un passo dalle rive dello splendido lago di Garda. 

cosa-vedere-a-verona

Mont Saint-Michel, Francia

Un’abbazia su un monte o su un’isola, una messa in scena della natura che cambia secondo le maree, i venti, la luce. Mont Saint-Michel, patrimonio Unesco, è l’ideale per chi cerca una meta romantica da visitare in dolce compagnia.

Tra la Normandia e la Bretagna, questo luogo magico è teatro delle più grandi maree d’Europa. Nei giorni di alta marea il monte diventa isola per qualche ora. In cima al monte, l’abbazia benedettina o la terrazza a ovest sono il belvedere ideale per ammirare lo spettacolo. L’abbazia che risale al 709 d.C., inoltre, servì da ispirazione per il film Disney Rapunzel, a conferma dell’atmosfera da sogno del Mont Saint-Michel, che è oggi uno dei siti turistici più visitati di Francia. “Il Mont Saint-Michel è per la Francia quello che la Grande Piramide è per l’Egitto”, disse Victor Hugo.

mont-saint-michel_8

Bruges, Belgio 

Se invece vi manca l’atmosfera natalizia e la magia delle città più affascinanti d’inverno andate a Bruges. Il capoluogo delle Fiandre Occidentali è una delle città medievali meglio conservate d’Europa, perfetta per un weekend di febbraio. 

Si passeggia tra alberi ancora decorati da lucine, vetrine dei negozi scintillanti e sculture di ghiaccio sparse per la città. Bruges è un incanto d’acqua in cui si riflettono palazzi gotici, ponti e chiese da ammirare lungo i canali. E quando fa troppo freddo per rimanere in giro ci si rifugia nello storico Grand Cafe Craenenburg per bere una cioccolata calda belga. 

Riproduzione riservata