News Low Cost

Cosa sapere prima di un viaggio in Marocco, consigli e informazioni utili

Marocco
Cosa c’è da sapere prima di visitare il Marocco?

ll Marocco è uno dei paesi più visitati dell'Africa e una destinazione molto popolare tra i viaggiatori europei grazie alla sua vicinanza, ai buoni prezzi e alla stabilità.

Inebriante e misterioso il Marocco è un paese, pieno di usi e costumi locali che possono confondere chi visita per la prima volta, ma è anche un paese straordinariamente amichevole che accoglie i viaggiatori desiderosi di conoscerlo a fondo.

Dalla Medina di Marrakech, alle montagne dell'Atlante, al Mar Mediterraneo e al fotogenico villaggio blu di Chefchaouen, il Marocco offre una vasta gamma di sensi e la perfetta combinazione di attività avventurose.

Per godere al meglio di tanta meraviglia è bene pianificare il viaggio in Marocco in ogni aspetto per dipanare ogni tipo di domande e dubbi e conoscere in anticipo tutto ciò che c’è da sapere prima di visitarlo.

Fare le valigie per il clima del Marocco

Deserto Marocco
Deserto Marocco

Quando si tratta di clima, il Marocco non è così facile da prevedere come si potrebbe pensare.

In generale, le temperature in estate sono molto calde. Se invece si trascorre la notte nel deserto, vale la pena notare che le temperature notturne possono precipitare anche in piena estate.

In inverno le temperature possono variare notevolmente tra la mattina e mezzogiorno e poi dopo il tramonto.

Chi soggiorna in un riad deve considerare che sebbene le camere possano avere una qualche forma di riscaldamento (di solito un condizionatore d'aria), le aree comuni e i cortili centrali (dove solitamente viene servita la colazione) normalmente non sono riscaldati.

Sicurezza

Il Marocco è considerato uno dei paesi più sicuri dell'Africa e politicamente stabile, ma ciò non toglie potenziali minacce ed è quindi sempre opportuno prestare attenzione a possibili furti dovuti a disattenzione scippi e truffe ai turisti.

Le grandi città sono sicure, tranne in alcuni quartieri lontani dal centro e nelle prime ore del mattino.

Lingua

Marocco
Marocco cosa vedere

Sebbene il Marocco sia una destinazione turistica popolare non sempre le persone hanno dimestichezza con  l’inglese, soprattutto nelle città più piccole.

Sebbene le lingue ufficiali siano l'arabo e il berbero, una buona parte dei marocchini parla anche il francese fluentemente e in alcune zone del paese anche lo spagnolo è molto diffuso specie nelle città più a nord come Chefchaouen.

Acqua

Tea Marocco

In Marocco si vedono più persone bere tè anziché acqua e ciò è in parte dovuto al modo in cui l'acqua portata a bollore la purifica per il consumo.

Per stare al sicuro, meglio bere acqua in bottiglia, anche per lavarsi i denti ed evitare il ghiaccio quando si va fuori.

Bagni e carta igienica

Molti bagni pubblici in Marocco non hanno la carta igienica, oppure bisogna pagarla all'ingresso a meno che non si abbia la propria.

Molti bagni pubblici applicano anche una tariffa da pagare per l’utilizzo e un addetto sarà lì per ritirare i soldi prima di accedere.

Abbigliamento

Marocco
Marocco

Sebbene non esista  un codice di abbigliamento per i turisti in Marocco, ci si aspetta che le donne e anche gli uomini si vestano in modo coerente ai dettami locali, quindi in segno di rispetto è meglio tenere spalle e ginocchia coperte.

Nella vecchia Medina molti uomini e donne sono completamente coperti, indipendentemente dalla temperatura.

Moschee e venerdì

Casablanca
Casablanca

L’ingresso nella maggior parte delle moschee in Marocco è vietato ai non musulmani, ad eccezione della moschea Hassan II a Casablanca.

I mausolei e le madrase sono aperti e hanno piastrelle simili a quelle delle moschee. Inoltre va tenuto presente che il venerdì è il loro giorno sacro e molti negozi e attrazioni sono chiuse in tutto il paese.

Contrattare sui prezzi

Marocco
Souk di Marrakech

Una parte importante dell’economia turistica marocchina è costituita dai mercatini di strada (souk) e dai negozi di souvenir.

La contrattazione dei prezzi fa parte della cultura qui e i venditori si aspettano almeno una breve negoziazione prima di chiudere la vendita.

Di solito, il primo prezzo che si sente è superiore del 25-50% a quello che il venditore si aspetta effettivamente di ottenere.

Mancia

La mancia, conosciuta come "baksheesh" in Marocco, è una pratica comune ed è apprezzata per il buon servizio.

Nei ristoranti e nei bar è consuetudine lasciare una mancia pari a circa il 10% del conto. Alcuni stabilimenti di lusso potrebbero aggiungere un costo di servizio al conto

È normale lasciare una piccola mancia al personale di servizio dell'hotel, come alla guida turistica o un autista privato per il servizio.

La mancia ai tassisti non è obbligatoria, ma è prassi comune arrotondare la tariffa per eccesso o aggiungere una piccola somma come mancia.

Contanti

Le carte sono ampiamente accettate nelle grandi città, ma nelle zone più rurali, nei negozi più piccoli e nei mercati si potrà pagare solo in contanti.

A questo proposito, i bancomat marocchini sono spesso inaffidabili. Quelli nelle zone turistiche più trafficate spesso rimangono senza contanti e potrebbe quindi essere necessario provare diverse macchinette o chiedere alla reception dell’ hotel se possono cambiare valuta.

Taxi

taxi
Taxi

Muoversi nelle grandi città come Casablanca e Marrakech è abbastanza semplice. I piccoli taxi sono ovunque e sono molto economici.

Tuttavia, molte volte, i conducenti non accendono i contatori o questi non funzionano. Per questo è meglio comunicare loro la destinazione prima di entrare e concordare un prezzo. Inoltre, i taxi in Marocco possono far salire altri passeggeri lungo il percorso.

Cucina locale

Cucina Marocchina
Cucina Marocchina

La cucina marocchina è rinomata per i suoi sapori e la varietà di spezie.

Provare piatti tradizionali come tagine e couscous è parte integrante dell’esperienza di viaggio ma è sempre buona idea essere cauti con il cibo da strada per evitare problemi di stomaco.

Alcol

Il Marocco è un paese dove l'alcol è molto più difficile da trovare di quanto ci si aspetterebbe normalmente.

È disponibile nei supermercati più grandi e in alcuni bar degli hotel che lo servono, soprattutto se lo frequentano turisti non marocchini. Nel complesso, però, è raro vederlo venduto.

Tour gratuito

Una volta atterrati in Marocco è frequente che qualcuno offra una "visita guidata gratuita" o si offra gentilmente di accompagnare a destinazione.

Meglio diffidare dall'accettare queste offerte e non seguire degli sconosciuti attraverso vicoli tortuosi o essere costretti a comprare cose quando la guida offre una cosiddetta "tariffa speciale".  È bene organizzarsi con una guida ufficiale o scaricare mappe offline.

Foto

Sullo scattare foto a cose o persone in luogo pubblico ci sono opinioni e leggi contrastanti o linee guida poco chiare.

Alcune fonti affermano che è illegale solo scattare foto e video di agenti di polizia e altri funzionari governativi, mentre altre fonti dicono che è illegale registrare immagini di cittadini solo se si intende condividerle in "modo diffamatorio".

Ad ogni modo è bene prestare attenzione e rispetto quando si va in giro a scattare foto e video senza chiedere, non solo è considerato irrispettoso ma anche  illegale  da molti cittadini marocchini.

riad o hotel?

Riad
Riad

Una cosa da decidere quando si pianifica il viaggio è se alloggiare in riad o in hotel. C'è una differenza significativa tra i due, anche se ci sono molte somiglianze per quanto riguarda i servizi e le strutture.

I riad sono fondamentalmente la versione marocchina di una pensione incentrata attorno a un cortile all'aperto che contiene una fontana.

Storicamente, i riad sono palazzi un tempo occupati da famiglie benestanti. Oggi, molti di questi riad sono stati ristrutturati e trasformati in alloggi di lusso.

I riad dispongono di tutti i comfort di un hotel moderno, ma mantengono l'atmosfera tipica di una casa marocchina. Questi splendidi edifici contengono spesso alcuni straordinari esempi di architettura moresca e artigianato marocchino.

Generalmente i riad hanno meno camere degli hotel e si trovano all’interno delle mura della Medina, in vicoli stretti.

Ciò significa che sono più vicini alle attrazioni. Ma ciò significa anche che è più difficile accedervi, poiché le medine sono zone pedonali. Inoltre, camminare per questi vicoli stretti e tortuosi dopo il tramonto a volte può essere meno sicuro.

Gli alberghi, invece, sono più accessibili perché generalmente si trovano fuori dal centro storico. Hanno anche più opzioni di camera e spesso sono conformi agli standard internazionali.

Riproduzione riservata