News Low Cost

15 cose da sapere prima di percorrere il Cammino di Santiago

consigli cammino di santiago

Il cammino di Santiago è senza dubbio il pellegrinaggio più famoso e frequentato al mondo.

Ci sono centinaia di motivazioni che spingono ogni anno migliaia di persone a percorrere questo incredibile tragitto. 

Se state pensando di vivere questa incredibile avventura, Matador Natwork ha stilato una lista di cose da sapere prima di iniziare il percorso. Ecco i 15 consigli pratici da conoscere prima di percorrere il cammino di Santiago.

cammino-santiago-foto_1

C'è più di un modo per arrivare a Santiago de Compostela

Quando si parla di Cammino di Santiago, solitamente ci si riferisce al Cammino Francese che dal confine con la Francia, sui Pirenei, giunge fino a Santiago di Compostela.

Il Cammino francese è di gran lunga il più popolare percorso per Santiago, ma non è l'unico. Un altro percorso è il Cammino Portoghese che corre da Lisbona o Porto.

Esiste poi il Cammino del Nord lungo la costa settentrionale della Spagna nei Paesi Baschi, il Cammino Primitivo (l'originale Cammino di Santiago) e la Ruta de la Plata che parte dal sud della Spagna ed è la più lunga delle rotte.

Non c'è bisogno di essere escursionisti professionisti

Il cammino francese presenta alcune salite faticose e qualche tratto senza servizi, ma le persone ragionevolmente in forma non dovrebbero avere grossi problemi a fare il cammino.

Non avete bisogno di abilità tecniche particolari per percorrerlo. Potrete percorrerlo con i vostri tempi. È possibile prenotare alberghi facilmente e a costi ridotti lungo la strada, grazie alla rete degli albergue de Pelegrinos.

Potete lasciare a casa la tenda campeggio 

Non c'è bisogno di portare con voi il necessario per accamparvi, è molto più complicato trovare un posto dove piazzare la tenda che pagare uno degli alloggi economici per pellegrini. 

Le guide non sono necessarie

La gente percorre il Cammino da mille anni. Il percorso è ben consolidato e ben segnalato. Se state considerando l'idea di una guida, non fatelo. Ci sono, infatti, alcuni percorsi alternativi che arrivano alla stessa destinazione. Esiste anche c'è un'app per il Cammino Francese con una mappa che potrà tornarvi utile.

Il cammino è diverso ogni periodo dell'anno 

Il clima è un fattore da tenere in considerazione, nonostante il Cammino sia percorribile tutto l'anno, vi conviene pensare bene a quando andare.

Nei mesi estivi ad esempio, molte famiglie spagnole percorrono qualche tratto di Cammino durante le vacanze scolastiche dei figli.

Nei mesi di maggio e giugno i pellegrini vengono un po' da tutto il mondo e nei mesi invernali il percorso attrae principalmente gli escursionisti. 

Il Cammino ha un suo gergo 

  1. Buen Camino: è il saluto del pellegrino 
  2. Albergue: alloggio tipico riservato esclusivamente ai pellegrini
  3. Parroquia: un albergue gestito da una chiesa
  4. Municipal: un albergue a gestione urbana, spesso la scelta più economica e basilare
  5. Privado: un albergue a conduzione privata
  6. Hospitalero/a: la persona che gestisce l'albergue

Esci fuori dai grandi centri

La maggior parte delle guide turistiche consiglia di fermarsi nelle città più grandi perché ci sono più albergue e servizi, ma se si va solo un po' fuori dagli schemi si possono trovare piccoli villaggi incredibili.

Questi paesini avranno solo una taverna o due per intrattenerti, ma con un buon gruppo di pellegrini vale la pena. 

Prenditi cura dei piedi

Attenzione ai piedi, prendetevene cura già prima di iniziare a camminare, contribuirà a evitare ferite fastidiose. Innanzitutto conviene cercare le scarpe giuste. Avere un paio di sandali da trekking aggiuntivi può essere una buona idea.

Usa il bastoncino da passeggio 

Se usato correttamente, il bastone da passeggio può alleggerire del 20 percento il peso dalle ginocchia.

Sulle salite, quel 20 percento potrebbe essere la differenza tra il tenersi lo zaino sulle spalle o volerlo lanciare dal ponte più vicino.

Gli ultimi 100 chilometri sono differenti

Per ottenere la Compostela, il documento che attesta il completamento del pellegrinaggio, è necessario percorrere gli ultimi 100 chilometri.

Per questo motivo nella città di Sarria, a 112 chilometri da Santiago, il numero dei pellegrini sale esponenzialmente. Nei mesi estivi, devi considerare di prenotare in anticipo un letto in un albergue a Sarria e nelle zone vicine.

Colleziona Francobolli

Per dimostrare di percorso il Cammino di Santiago, i pellegrini collezionano francobolli in ogni albergue e li inseriscono nel passaporto del pellegrino (che può essere acquistato nella maggior parte delle città lungo la strada). L'ufficio del Pellegrino a Santiago consiglia di prendere due o tre francobolli lungo gli ultimi 100 chilometri. 

La Cattedrale è affollata

Santiago de Compostela, cosa fare e vedere in un weekend
Santiago de Compostela

Devi metterti in fila presto per prendere posto per la Messa del Pellegrino nella cattedrale di Santiago. Per motivi di sicurezza, non puoi portare lo zaino, ma puoi conservarlo presso il centro di accoglienza della Pilgrim House. 

Puoi spedire pacchi 

Dopo qualche settimana di cammino avrai voglia di cambiare i vestiti, sai che puoi inviare pacchi lungo il tragitto?

È una pratica comoda per non appesantire lo zaino e per viaggiare più leggeri. L'opzione più economica è quella di portare la scatola in Spagna e spedirla una volta arrivati verso la destinazione che preferisci. Il servizio postale spagnolo, può spedire i bagagli da un posto all'altro e conservare scatole a Santiago per circa due settimane.

Il cammino può non finire a Santiago 

La maggior parte delle persone termina il Camino a Santiago, ma è possibile percorrere altri 90 chilometri fino ai fari delle città costiere di Finisterre e Muxia. Di solito il tempo sufficiente per percorrere questi chilometri aggiuntivi è 3 tre giorni. Guardare il tramonto sull'Atlantico è un modo spettacolare per terminare questa incredibile esperienza. 

Il Cammino crea dipendenza

Nessuno fa lo stesso Cammino. Possono accedere cose ed eventi che cambiano i tuoi piani, una pioggia improvvisa o una nuova conoscenza.

Devi semplicemente lasciare che le cose accadano. Molti ex pellegrini tornano per una seconda, terza volta: ogni cammino è un'esperienza diversa.

Buen Camino!

Riproduzione riservata

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina The Wom Travel ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.