News Low Cost

Cammino primitivo di Santiago: tappe e percorso

Cammino Primitivo di Santiago
15-03-2024
Patrimonio Unesco dal 2015, il Cammino Primitivo di Santiago è lungo circa 300 chilometri circa: tredici tappe che attraversano le Asturie fino alla città di Santiago.
Cammino primitivo
Cammino primitivo

Conoscete il Cammino Primitivo? Si tratta di un itinerario antico, la cui origine risale al secolo IX e coincide con la scoperta della tomba dell’apostolo Giacomo: la devozione di re Alfonso II, il quale intraprese il pellegrinaggio, dette inizio a questo cammino che ancora oggi coinvolge migliaia di persone da ovunque.

Qual è il Cammino Primitivo di Santiago?

Cammino primitivo
Cammino primitivo

Il Cammino Primitivo di Santiago è uno dei percorsi del celebre Cammino di Santiago, che conduce alla Cattedrale di Santiago di Compostela in Galizia.

Questo cammino è considerato il più antico tra i percorsi di Santiago, inizia a Oviedo, nel nord della Spagna, e si estende per circa 320 chilometri attraverso le regioni delle Asturie e della Galizia.

Santiago de Compostela non è raggiungibile attraverso un’unica via. Fra gli itinerari verso Santiago troviamo il Cammino del Nord, la via Francese, una delle più frequentate, il Cammino Portoghese, il Cammino Inglese, la Ruta de la Plata, il Cammino Sanabria e il Primitivo da Oviedo.

Quando percorrere il Cammino Primitivo di Santiago?

Cammino primitivo di santiago
Cammino Primitivo

Il Cammino Primitivo verso Santiago de Compostela si sviluppa fra sentieri e ampi prati, una natura rigogliosa e capace di richiamare paesaggi antichi fatti di borghi e boschi.

Generalmente si consiglia di percorrerlo a piedi, o eventualmente in mountain bike: alcuni tratti possono essere particolarmente accidentati.

La primavera e la fine dell’estate o l’inizio dell’autunno sono considerati i periodi migliori per viaggiare a piedi sul cammino di Santiago.

Quali sono le tappe del Cammino Primitivo?

Cammino primitivo di santiago
Cammino primitivo di Santiago

Tredici tappe per una distanza fra 310 e 325 chilometri, da Oviedo a Santiago: ecco come si sviluppa il Cammino Primitivo in dettaglio.

Dalla città di Oviedo, che può essere raggiunta in treno da Madrid o Barcellona, la prima tappa è Grado, dopo 27 chilometri.

La seconda e la terza tappa saranno di 18 e 19 chilometri, la distanza necessaria per raggiungere prima Salas e poi Tineo, dove restare incantati di fronte agli alberi antichi e passeggiare fra l’architettura del Principato delle Asturie, comunità autonoma dalla storia antica e molto interessante.

Da Tineo la prossima tappa sarà Pola De Allande, con il suo territorio aspro, a 26 chilometri di distanza, e infine La Mesa, a 21 chilometri, la tappa considerata più difficile.

Tetti di ardesia, una strada nel verde da dove ammirare la catena montuosa di Berducedo e il Picco Buspol rendono questi luoghi forti di una bellezza arcaica e primordiale.

Dopo La Mesa la strada si fa meno difficile e procede verso Grandas de Salime, A Fonsagrada, O Cadavo poi Lugo, Ferreira, Melide e infine Arzúa, Pedrouzo e Santiago de Compostela.

Informazioni utili

Cammino primitivo di santiago
Cammino primitivo di Santiago

Il Cammino Primitivo è considerato difficile a causa delle montagne e del clima.

I nemici peggiori? Fango e pioggia, in cui potreste incorrere soprattutto all’inizio della primavera o durante l’autunno.

Tuttavia, il paesaggio, anche avvolto dalla nebbia o verdeggiante come sanno essere i boschi in primavera è davvero magico.

La segnaletica è buona, dunque non ci saranno difficoltà a individuare la strada da seguire in viaggio verso Santiago.

Riproduzione riservata